1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

a lavoro / a studio

Discussion in 'Solo Italiano' started by danalto, Mar 15, 2007.

  1. danalto

    danalto Senior Member

    Roma, Italia, Europa
    Italy - Italian
    Un'altra delle frasi che sento dire spesso, ultimamente, è
    "Sono a lavoro", "Sono a studio". :eek: Orrore!

    Il bello (sarebbe meglio dire il brutto...) è che vien detto anche da laureati, professionisti!
    La vostra opionione in merito?
     
  2. gabrigabri

    gabrigabri Senior Member

    奥地利
    Italian, Italy (Torino)

    Io dico sempre: sono a università!!

    Scherzo!!:)

    Grazie a Dio mi sembra di non averlo mai sentito! Penso che sia un modo gergale di dire "lavoro=studio". Questi professionisti...

    Edit: Mi viene in mente una frase che non è corretta ma che io direi: Sono a catering. Per dire che sono a lavoro, e dove lavoro io?? In un'impresa di catering... abbreviando: a catering!
     
  3. Many- Senior Member

    Brasil
    Portughese, Brasil
    E come sarebbe gramaticalmente correto dire???
     
  4. gabrigabri

    gabrigabri Senior Member

    奥地利
    Italian, Italy (Torino)
    Sono IN studio
    Sono ALLO studio

    Ma non ci metterei la mano sul fuoco!!
     
  5. Many- Senior Member

    Brasil
    Portughese, Brasil
    e sono al lavoro???
     
  6. Giannaclaudia

    Giannaclaudia Senior Member

    Brianza
    Italian
    Sono al lavoro; sono in università o all'università; sono al bar, sono al cinema.

    Sono a casa.
     
  7. bubu7

    bubu7 Senior Member

    Roma (ITALIA)
    Italiano
    Potremmo riflettere su frasi come:

    Vado a teatro vs vado al teatro.

    Esiste una sfumatura diversa nelle due espressioni.

    (Vado ad assistere a uno spettacolo teatrale) = Stasera vado a teatro (meno bene al)

    (Sono un elettricista che deve programmare gl'interventi di riparazione) = Oggi vado al teatro (meno bene a)

    Possiamo spingerci a proporre un'analogia col lavoro?

    Sei ancora a lavoro? Il pranzo è pronto!

    Sei a casa o al lavoro? :)
     
  8. gabrigabri

    gabrigabri Senior Member

    奥地利
    Italian, Italy (Torino)
    Mi accorgo solo ora di non aver capito di che parlavi!!!
    Secondo me "a lavoro" va benissimo, anche si pronuncia come "al lavoro", no?
    "A studio" fa inorridire anche me!
     
  9. Giannaclaudia

    Giannaclaudia Senior Member

    Brianza
    Italian
    Scusa, Bubu, ma non mi suona bene.

    Sei ancora a lavorare? Sei ancora al lavoro?

    Anche con un verbo di moto, direi "vado al lavoro", "vado a lavorare".

    Ne ho trovato conferma sul Devoto-Oli, ora cercherò anche sul Serianni.
     
  10. Grease New Member

    New York
    Italy, Italian
    "Sono a lavoro" si usa nella lingua parlata (almeno a Milano), pero' in effetti anche a me non sembra corretto, piu' giusto "Sono al lavoro".
    "Sono a studio" e' cosi' tipicamente romano che a Milano e' un'espressione che usiamo tipicamente per prendere in giro i colleghi romani...
     
  11. bubu7

    bubu7 Senior Member

    Roma (ITALIA)
    Italiano
    Direi che la pronuncia è la stessa.:)

    È proprio su questo che volevo riflettere.
    Sui vocabolari e le grammatiche troverai, con tutta probabilità, solo al.
    Ma perché è così diffuso in rete e a molti suona bene "a lavoro"?
    Le lingue non sono costruzioni mummificate e l'uso precede sempre la regola. Anche se non sempre il primo si tradurrà nella seconda.

    Secondo me questa espressione si sta diffondendo perché al termine lavoro viene dato il significato figurato di lavorare.
    La forma non fa parte della nostra tradizione letteraria, ne ho trovato un solo esempio in Nievo, un autore non dei più ligi alle regole dell'italiano standard.
    Ma questa situazione: a = più figurato; al = più materiale; è quella che si ritrova con teatro.
    Quindi la forma corretta e attualmente consigliabile è certamente "al lavoro" ma non mi stupirei che, in un futuro più o meno prossimo, venisse affiancata dall'altra.
     
  12. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Io francamente dico 'al lavoro' e 'allo studio', ma non ho trovato regole secondo le quali sia possibile definire sbagliato usare la preposizione semplice, solo teorie, come quella che distingue luoghi fisici e metaforici o figurati.
    Qui e qui alcuni scambi di opinioni nel forum dell'Accademia della Crusca.
    Comunque non posso fare a meno di notare che sarebbe possibile dire 'a lavoro' unicamente al nord, dove spesso non viene rispettato il raddoppiamento fonosintattico, perché altrimenti la sua pronuncia suona assolutamente identica a quella di 'al lavoro'..! :)
     
  13. federicoft Senior Member

    Italian
    Sono a studio sono abbastanza sicuro sia un orrore grammaticale, tipicamente romano.
    Ma sono a lavoro? E come la mettiamo con sono a casa?

    A me convince molto la spiegazione fornita sul Forum della Crusca. Preposizione semplice quando si parla di una condizione esistenziale (essere nella propria casa lo è), articolata riferendosi ad un luogo fisico.
     
  14. awanzi Senior Member

    Gent - Oost-vlaanderen
    Italy, Italian
    La mia opinione in merito è che la lingua è in continua evoluzione e in questo caso "a studio" (cosa che io non dico solo perchè uno studio non ce l'ho ;)) non mi suona per niente male. Anzi, mi da proprio l'idea di un uso più ampio di frasi comunemente accettate (come appunto "sono a casa" o "sono a scuola") che rende la lingua viva e in continuo cambiamento. Grammaticalmente non mi sembra scorretto, ma può essere che il mio orecchio si sia semplicemente abituato a sentirlo e ormai non faccio caso all'errore!
     
  15. la italianilla Senior Member

    Italia
    Scusate se ritiro su questo 3D. Ma vorrei chiedervi un vostro parere.
    Sul forum di italiano-spagnolo una madrilegna ha chiesto perché si dice:

    Vado a teatro e non vado al teatro
    mentre è corretto vado al cinema.
    La mia spiegazione è stata questa:

    Qualcuno ha qualche vada idea del perché sia accettata invece la forma "vado al cinema" ovvero del perché della preposizione articolata anziché quella semplice?
    Grazie per le vostre risposte!
     
  16. Stiannu

    Stiannu Senior Member

    Torino (Turin), Italy
    Italy, Italian
    La tua spiegazione funziona per spiegare la differenza tra a teatro e al teatro, ma non rende conto della differenza tra a teatro e al cinema. In questo caso, presumo che si tratti semplicemente di espressioni consolidate... non c'è logica.
     
  17. housecameron

    housecameron Senior Member

    Italy
    Italian/ Italy
    Dalla rubrica Scioglilingua del Corriere

    A teatro / al cinema
    ...Una ragione forse c'è e dipende dal momento storico in cui l'espressione è nata: molto probabilmente all'inizio del secolo si andava nell'unica sala cinematografica di una città. Di qui l'uso dell'articolo. Di teatri ne esistevano di più. Di qui la caduta dell'articolo, che diventa invece necessario se si indica uno specifico teatro in cui si è andati: "Sono andato al teatro Manzoni".

    "a studio" o "in studio" ; "ripasso la linea a voi a studio"
     
  18. la italianilla Senior Member

    Italia
    Molte grazie Stiannu e housecameron! :)
    Sopratutto gli ultimi link postati da house, sembrano molto interessanti!

    PS: ho postato il link di questo 3D sul topic di Italiano-Spagnolo di cui vi ho accennato ieri, così si ritrova subito la spiegazione!
     

Share This Page