1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

Avrei voluto fare un lavoro che mi piacesse

Discussion in 'Solo Italiano' started by bior, Nov 10, 2013.

  1. bior Senior Member

    italiano
    Buongiorno a tutti,
    quale regola per la consecutio temporum nella seguente frase?

    Avrei voluto fare un lavoro che mi piacesse/piaceva/fosse piaciuto.

    1. Avrei voluto fare un lavoro che mi piacesse ( congiuntivo imperfetto per indicare in questo caso contemporaneità)
    2. Avrei voluto fare un lavoro che mi fosse piaciuto( posteriorità ma in questo contesto credo che il trapassato congiuntivo sia sbagliato in quanto non ha nesso con la principale ..poi non so )
    3. Avrei voluto fare un lavoro che mi piacesse ( contemporaneità, indicativo come uso di linguaggio parlato )
     
  2. giginho

    giginho Senior Member

    Svizzera / Torino
    Italiano & Piemontese
    Ciao!

    Allora, ti dico come la vedo io, vediamo se gli altri colleghi ci spiegano meglio:

    1) corretto, indica che il lavoro che non ti piace lo stai ancora facendo, ovvero l'azione della subordinata è tutt'ora in corso.
    2) corretto, indica che il lavoro che non ti piaceva lo hai lasciato e ora ne stai facendo un altro (senza fornire indicazioni su questo secondo)
    3) uguale alle prima, probabilmente intendevi mettere l'indicativo imperfetto nella subordinata ma sarebbe stato sbagliato, anche nel parlato.

    Spero di esserti stato utile!

    Gigi
     
  3. bior Senior Member

    italiano
    Grazie tante per la spiegazione. In effetti ho sbagliato a scrivere la terza frase, un mero errore di battitura, invece di piaceva ho scritto piacesse, però nel linguaggio parlato si usa l'indicativo, non sono del tutto certo che sia sbagliata la frase, probabilmente appartiene ad un registro basso comune... Il Manzoni usava l'imperfetto anche nel se del periodo ipotetico nei " Promessi sposi "
     
  4. giginho

    giginho Senior Member

    Svizzera / Torino
    Italiano & Piemontese
    C'è una certa differenza tra noi due e il Manzoni.....certe cose Manzoni e Verga se le potevano permettere perché rappresentavano una realtà contadina, illetterata e la parlata dei personaggi riprendeva quella realtà.

    Ti ribadisco che il congiuntivo, nelle frasi da te riportate, è l'unica opzione corretta (almeno per quanto ne so io). L'indicativo si sente usare, ma è sbagliato e denota ignoranza.

    Uomo/donna avvisato/a....

    ;)
     
  5. dejudicibus

    dejudicibus Senior Member

    Rome, Italy
    Italian (Italy)
    Il vero problema del congiuntivo in italiano, a mio avviso, è che manca quello futuro. Tocca usare il futuro indicativo e questo stona un po' per chi è abituato a usare i congiuntivi.
     
  6. giginho

    giginho Senior Member

    Svizzera / Torino
    Italiano & Piemontese
    CIao!

    Sinceramente non ti seguo....mi puoi fare un esempio?

    In futuro vorrei fare un lavoro che mi piaccia

    cosa c'è che non va in questa frase?

    Grazie!
     
  7. Nino83 Senior Member

    Italian
    Forse il riferimento è alla ipotetica del primo tipo con azione futura e alle proposizioni oggettive con valore di posteriorità quando il verbo della frase principale è al presente.
     
    Last edited: Nov 11, 2013
  8. dôghen Senior Member

    italiano
    Concordo con la risposta che ti ha dato giginho, anche per quello che riguarda la terza formulazione.

    E' vero che l'imperfetto indicativo può spesso sostituirsi al congiuntivo, con valenze aspettuali definite e ne abbiamo discusso anche in thread recenti. Qui però la presenza del condizionale nella principale chiede il congiuntivo in subordinata, non è più solo un segnale di lingua sorvegliata ma un esigenza grammaticale.

    per esempio:
    "volevo fare un lavoro che mi piacesse" può sostituirsi con "volevo fare un lavoro che mi piaceva", la differenza è solo di registro (il congiuntivo è della lingua sorvegliata) dato che l'imperfetto indicativo ha qui un valore aspettuale (contemporaneità al momento di riferimento) che ne autorizzerebbe l'uso (in un italiano beninteso di registro comunque basso)

    ma
    "avrei voluto fare un lavoro che mi piacesse (o fosse piaciuto)" non si può sostituire altrettanto agevolmente con "avrei voluto fare un lavoro che mi piaceva". La contemporaneità espressa dall'imperfetto indicativo non basta a soddisfare le esigenze aspettuali che pone il condizionale (avrei voluto). L'uso dell'indicativo qui abbasserebbe il registro fino ad un italiano decisamente sub standard.
     
  9. dejudicibus

    dejudicibus Senior Member

    Rome, Italy
    Italian (Italy)
    Esatto. Grazie.
     

Share This Page