Colpita dalla cecità delle galline

Discussion in 'Solo Italiano' started by javiermccolley, Feb 13, 2014.

  1. javiermccolley New Member

    New York
    English - US
    Non ho capito questa frase che ho trovato in un romanzo di 1939.

    “Che possa essere impollinata (cioè, forse, colpita dalla cecità delle galline)!”

    Apparisce quando una famiglia ciociariana si lamenta della loro domestica. Lei è pigra e gli ruba. Non ho capito nulla del senso. Forse è un'espressione regionale?
     
  2. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    A dire la verità è un gioco di parole di dubbia efficacia che si basa sul fatto che un sinonimo di gallina è pollo e quindi

    Che possa essere impollinata
    dovrebbe essere una versione spiritosa di
    Che possa essere impallinata

    ovvero colpita da un colpo di fucile a pallini.
     
  3. javiermccolley New Member

    New York
    English - US
    Grazie!

     
  4. giginho

    giginho Senior Member

    Svizzera / Torino
    Italiano & Piemontese
    Scusa Paul, ma che senso ha che possa essere impallinata (colpita dai pallini del fucile) quando nella parentesi si parla di ciecità delle galline? A meno che la parentesi non sia stata aggiunta dal buon Mac e non sia presente nel testo, allora sì, potrebbe essere un'imprecazione contro la cameriera come l'hai intesa tu.

    Pollo, sinonimo di gallina? No, mi spiace non sono d'accordo. Il termine Pollo indica la specie mentre gallina indica la femmina e gallo è il maschio. A tal proposito riporto quanto detto da Wikipedia:

     
  5. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    Si parla di sinonimi in senso linguistico, non veterinario!
    Allo scopo di un gioco di parole, pollo e gallina si riferiscono allo stesso genere di pollame, quindi sono "sinonimi".
     
  6. giginho

    giginho Senior Member

    Svizzera / Torino
    Italiano & Piemontese
    Sul fatto che si riferiscano allo stesso genere di pollame sono d'accordo con te, stavo pensando se l'ho mai sentiti usare nel senso che mi indichi tu ma non mi pare.....però essendo una cosa che dipende dalla mia mente non metto in discussione quanto dici.

    Per i non madrelingua, vorrei segnalare che in genere con il termine "pollo" riferito ad una persona (uomo, in genere) si indica un tipo credulone che si fa fregare facilmente, mentre con il termine "gallina" riferito ad una donna, si indica una donna stupida, frivola, con poco cervello e tanta scollatura.
     
  7. dragonseven

    dragonseven Senior Member

    near Milan
    italiano
    Ciao Javier,
    “Che possa essere impollinata (cioè, forse, colpita dalla cecità delle galline)!” si indica la speranza da parte di chi parla del destino che si preferisce capiti alla domestica per fare in modo di non averla più tra i piedi.
    La prima parte di frase intende "Che possa essere ingravidata".
    Sulla seconda parte sono meno sicuro in quanto non ho letto il libro ma mi sembra di capire che la domestica abbia interessi o gusti 'difficili' in fatto di uomini e con “(cioè, forse, colpita dalla cecità delle galline)!” credo che chi parla intenda dire 'speriamo incontri una persona di cui si innamori e perda di vista i suoi cliché' o qualcosa del genere.
    Per rispondere più sensatamente bisognerebbe conoscere il carattere della domestica e di chi serve.:p
     
  8. javiermccolley New Member

    New York
    English - US
    Grazie bene per le risposte, ma sempre non capisco precisamente il senso di questa frase. Sempre non sono sicura se la parola "impollinata" intende "impallinata" o "ingravidata."


    Per rispondere a dragonseven, la domestica non è incinta. La famiglia si lamenta della sua pigrizia e del suo furto. La parola "ingravidata" può avere anche un senso figurativo, come "diventare più grave?" Forse può essere una lagnanza che lei è diventata più pigra e avida.


    Per rispondere a Paulfromitaly, non capisco il rapporto lógico tra "impallinato" e "la cecità delle galline." Quale collegamento c'è tra le palle di fucile e le galline cieche?
     
  9. infinite sadness

    infinite sadness Senior Member

    sicilia
    bilingue siciliano-italiano
    Penso, come Dragonseven, che impollinata stia per "inseminata".

    Colpita dalla cecità delle galline, forse perché le galline non sono molto esigenti nella scelta del partner.
     
  10. javiermccolley New Member

    New York
    English - US
    Grazie, ma non capisco ancora il senso dell'espressione. "Che possa essere ingravidata!" può avere un senso come "Che questo diventa sempre più grave?"
     
  11. dragonseven

    dragonseven Senior Member

    near Milan
    italiano
    Ciao Javier,
    So bene che la domestica non è incinta. La mia richiesta era un'altra: più contesto.
    Per esempio:
    La domestica è cleptomane? quanti anni ha? Che gusti ha in fatto di uomini?
    Chi le vuole bene? Chi la tratta male?

    Quello che intende questa frase “Che possa essere impollinata (cioè, forse, colpita dalla cecità delle galline)!” è questo:
    Che (lei) possacongiuntivo presente un modo e tempo verbale che inserito nella frase principale è espressione di un desiderio, di una volontà da parte del parlante nei confronti del soggetto) essere impollinata ('impollinata' significa letteralmente fecondare un fiore con il polline, mentre qui ha valore figurato, metaforico e cioè intende 'ingravidata' = 'messa incinta') (cioè, forse, colpita dalla cecità delle galline)!
     
    Last edited: Mar 19, 2014
  12. CaioGiulio Junior Member

    Italiano
    Per come la vedo io (e considerando che si tratta di un italiano vecchio di quasi un secolo), le lanciano una maledizione, augurandole che possa essere contagiata ("impollinata" è in quel senso) da qualche malattia, forse la cecità delle galline che era abbastanza diffusa nell'Italia rurale di quei tempi.
     
  13. dragonseven

    dragonseven Senior Member

    near Milan
    italiano
    Ciao Caio e benvenuto :)
    Scusa ma mi potresti spiegare su cosa sono basate le tue affermazioni? Hai letto il romanzo e quindi sai qualcosa che a noi altri sfugge? Come è possibile passare da 'impollinata' a 'contagiata da qualche malattia'?
    Lo chiedo solo perché, se non sei sicuro di quanto dici, sarebbe bene aspettare che l'OP ci fornisca più contesto rispetto a questa vicenda ed evitare di confondergli ulteriormente di più le idee.
     
  14. CaioGiulio Junior Member

    Italiano
    Ho premesso "Per come la vedo io", il che significa esprimere un'opinione personale, cosa che non dovrebbe essere vietata in questo Forum. Mi scuso per aver dimenticato di scrivere "a mio giudizio" o qualcosa del genere nella frase fra parentesi ("impollinata" è in quel senso). Sulla cecità delle galline ho premesso il "forse".
    Fatte queste premesse di natura quasi giuridica, ho ritenuto di interpretare la frase in quel modo per vari motivi, fra cui:
    1) Si tratta di una famiglia ciociara del 1939, immersa cioè nell'Italia rurale di quasi 80 anni fa, pertanto ci può stare che venga usato un linguaggio un po' alla buona, con "impollinata" invece che "contagiata" (e potrebbe pure essere un gioco di parole dell'autore che rinvia a pollo/gallina).
    2) Mi fa pensare a contagiata il fatto che l'autore stesso, dopo la maledizione in sé, senta il bisogno di citare fra parentesi un tipo di malattia che colpisce il pollame, proprio nel tentativo di spiegare il termine "impollinata" che, in realtà, non esiste, se non nell'accezione di "fecondata attraverso il polline". Il polline, in effetti, farebbe pensare alla gravidanza, ma che senso avrebbe maledire qualcuna con una gravidanza? E che relazione potrebbe mai avere la gravidanza con la cecità delle galline? Anche l'altra possibile assonanza, quella con "impallinata", non trova nessun nesso con la cecità delle galline, perciò tenderei ad escluderla.
    Questi sono i motivi su cui si basa il mio tentativo di spiegazione.
     
  15. javiermccolley New Member

    New York
    English - US
    Grazie mila per queste risposte. Penso che sono riuscito a capire il senso. Grazie a tutti!!
     

Share This Page