1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

comparativo di maggioranza/minoranza: di vs. che

Discussion in 'Solo Italiano' started by fabry, May 31, 2008.

  1. fabry Junior Member

    Italia
    Italy - Italian
    Ciao a tutti!
    Sto cercando di aiutare la mia ragazza ( tedesca ) che studia italiano, riguardo all'uso di "di" e "che" nei comparativi. Abbastanza facile, a parte alcune frasi alle quali non riesco a dare una spiegazione valida sul perché usare "di" anziché "che". Venendo al punto:

    :arrow: ora la vita è più cara che trent'anni fa
    :arrow: oggi l'aria è più fredda di ieri

    :arrow: sarai più comodo là che qua
    :arrow: a roma le scarpe sono più care di qui

    Le due costruzioni sono abbastanza simili e a parte la prima frase ( dove userei "di" invece di "che" ) , le altre mi suonano bene, tuttavia non riesco a capire il perché dell'uso di "che" o "di" e viceversa. Perciò chiedo il vostro aiuto, magari conoscete delle regole al riguardo.

    Grazie mille!
     
  2. gabrigabri

    gabrigabri Senior Member

    奥地利
    Italian, Italy (Torino)
    Ciao!

    Secondo me in 3 frasi su 4 si possono usare entrambi.

    Ora la vita è più cara di trent'anni fa
    Oggi l'aria è più freddia che ieri
    A Roma le scarpe sono più care che qui.

    Sarai più comodo là che qua (questa secondo me non funziona con di).

    Probalbimente, in teoria, sono intercambiabili, ma alcune combinazioni suonano meglio di altre (sei più alto di me).

    Ma non ci metterei la mano su fuoco!!;)
     
  3. fabry Junior Member

    Italia
    Italy - Italian
    Grazie per la risposta. In effetti anche io mi sono arreso all'idea che in certi casi non ci sono regole che tengano, però ho anche notato che in generale l'uso del "che" è "costeggiato" spesso da due aggettivi, nomi etc.. ( più stupido che intelligente; più fiori che mimose ), a differenza dell'uso con "di" ( ora è più stupido di prima; uno è maggiore di zero ).
    Non so questa sia una buona teoria sulla quale appoggiarsi.
     
  4. pindy Junior Member

    Italy - Varese
    Italian
    Ciao!
    In effetti cercando su internet si trovano delle regole più precise, a cui ovviamente io, in quanto madrelingua, non ho mai fatto caso.

    Per l'esattezza ho trovato che:
    si usa CHE quando il paragone è tra le stesse categorie grammaticali, cioè
    - quando si paragonano 2 infiniti Es. leggere è più educativo che guardare la televisione.
    - quando il paragone è tra due aggettivi o sostantivi relativi a una cosa o persona Es. l'acqua è più dissetante che gustosa. Es. Dopo una giornata di lavoro ho più sonno che voglia di mangiare.
    - quando i termini di paragone sono preceduti da una preposizione Es. in città c'è più smog che in montagna.

    si usa DI
    - seguito da un numero Es. mio nonno ha più di 80 anni.
    - per paragonare 2 cose, secondo la costruzione
    termine di paragone + verbo + PIÙ + aggettivo / avverbio (o nome) + DI + termine di paragone
    Es. Marco è più alto di suo fratello.
    Es. Quella ragazza capisce le lezioni più velocemente dei suoi compagni.
    - PIÙ + aggettivo/nome + DI QUEL CHE / DI QUANTO + verbo coniugato
    Es. La matematica è più appassionante di quanto pensano in genere gli studenti.
     
  5. gabrigabri

    gabrigabri Senior Member

    奥地利
    Italian, Italy (Torino)
    Facendo un giro in un laboratorio di lingue ho trovato una scheda riassuntiva su tutta (?) la grammatica italiana:

    più/meno + aggettivo + di: nome o pronome
    più/meno + aggettivo + chge: aggettivo, avverbio, verbo, preposizione.
     
  6. SunDraw

    SunDraw Senior Member

    Veneto (Italia)
    "Sarai più comodo di là che di qua" qui ci sono tutti è due! :D
    A parte la battuta (il "di" è qui parte dell'avverbio esteso in forma di locuzione "di qui"), penso potrebbe esser questa la ragione per cui si preferisce eufonicamente (un "qui" è facilmente preceduto da un "di"):
    che non so se andrebbe quindi infine segnato con la matita rossa, a rigore sì...

    Mmh, va aggiunto che un "più care di qui" non è che un aver sottinteso "più care di [quanto non siano, quel che sono] qui";
    idem per: "oggi l'aria è più fredda di [quanto non fosse] ieri".
    Dove "quanto" è sostantivo è "ieri" non mi raccontate che qui non è nella sua normale funzione avverbiale (vale come quel "trent'anni fa").
    :)confused: Sempre più perplesso su quanto questi "di" li si debba censurare).
     
    Last edited: Jun 9, 2008
  7. la italianilla Senior Member

    Italia
    Tratto dal De Mauro, seconda voce "che" cong.
    Tutti i diritti riservati.
     
  8. sandrasilipo Junior Member

    Italian
    Se la regola dice che davanti a un avverbio bisogna usare 'che', come mai diciamo 'più di prima'?
     
  9. infinite sadness

    infinite sadness Senior Member

    sicilia
    bilingue siciliano-italiano
    Mah... non credo che esista una tale regola.
     
  10. sandrasilipo Junior Member

    Italian
    Ho dei dubbi anch'io su questa regola, che si trova nella sezione di grammatica del testo che usano i miei studenti (lavoro per la Open University).

    Ma quando sono andata a controllare su altri testi e su Internet, ho trovato tali e tante spiegazioni di tutti i tipi che mi sono persa.

    Qualcuno saprebbe dirmi dove trovare la regola spiegata in modo chiaro ed esaustivo?

    Grazie!
     
  11. gla Senior Member

    Buenos Aires
    Español-Argentina
  12. sandrasilipo Junior Member

    Italian
    Grazie mille, mi sembra molto interessante: l'ho stampato e lo leggerò con attenzione.
     
  13. Aliky Junior Member

    atene
    greco,italiano (bilingue)
    Ho trovato la frase seguente su un libro di insegnamento della lingua italiana: al Sud fa meno freddo che al Nord. Si potrebbe dire, secondo voi anche nel modo seguente:
    Al Sud fa meno freddo del Nord ? In questi due esempi paragona due nomi rispetto ad una qualità, al primo c'è la preposizione "al" ed è ovvio che non si possa anticipare la preposizione "di".Vi ringrazio ​

     
  14. stella_maris_74

    stella_maris_74 Mod About Chocolate

    Rome
    Italian - Italy
    Aliky, hai letto i messaggi precedenti in questa discussione? La risposta c'è già:

    E un link a una pagina di grammatica:

    Nella tua frase, "al Sud fa meno freddo che al Nord." i termini di paragone sono introdotti da una preposizione, quindi non dovrebbero esserci più dubbi :rolleyes:
     
  15. luway

    luway Senior Member

    No, in questo caso specifico non si può dire. Qualcun altro ti darà spiegazioni grammaticali più corrette, comunque al mio orecchio quel 'del' richiede un 'essere', quindi al più avremmo qualcosa come: "Il Sud è meno freddo del Nord", che però in questo esempio specifico in cui si parla di luoghi geografici (che in sé non sono più o meno freddi ma hanno un clima più o meno freddo) suona concettualmente strano => si torna a: "Al Sud fa meno freddo che al Nord."

    Se invece che di luoghi geografici si trattasse ad esempio di parti del corpo, allora potremmo dire: "La tua mano destra è meno fredda di quella sinistra"; stessa cosa con le stanze di una casa: "La camera che dà a sud è meno fredda della camera che dà a nord"; oppure: "La torta in forno è meno fredda di quella sul tavolo", e via così... :)


     
  16. Aliky Junior Member

    atene
    greco,italiano (bilingue)
    Ti ringrazio luway!
     
  17. jjgg New Member

    Hungarian
    Ciao a tutti!
    Vorrei chiedere qualcosa, potete aiurarmi a spiegare perché sono le frasi corrette.
    1. Le ragazze leggono più dei ragazzi.
    2. Ci sono più donne che uomini.

    Perché dobbiamo usare "che" nella seconda frase, mentre "di" nella prima?
    Grazie.
     
  18. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    La risposta alla tua domanda è nei messaggi di questa discussione che ti prego di leggere attentamente.
     

Share This Page