1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

D'un, d'una

Discussion in 'Solo Italiano' started by sesperxes, Mar 5, 2013.

  1. sesperxes

    sesperxes Senior Member

    Burgos (Spain)
    Spanish-Spain
    Salve foreros:

    il mio Word 2010 mi corregge continuamente i "d'un, d'una" perché "gli articoli non portano l'apostrofo" e, per esempio, mi fa scrivere "costituzione di una SpA" mentre pronuncio "costituzione d'una SpA".
    Ho rispolverato la mia grammatica scolastica (Moretti-Consonni- Lingua Madre) e mi informa che "con le preposizioni di e da e con le particelle pronominali l'elisione è affidata al gusto e come esempi indica: ore d'angoscia, parola d'ufficiale e merce da asportare.

    Ma con gli articoli indeterminati, che cosa dovrei fare? È incorretto/dialettale dire "canzoni d'una volta", "il rendimento d'una macchina", "d'un tratto nel folto bosco" e via così?

    Grazie mille.
     
  2. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Ciao.:)

    Quanto dice la tua grammatica vale per la preposizione di, ma non per da.

    DI:

    La puoi elidere o meno, anche davanti all'articolo indeterminativo (come nel caso della locuzione che hai riportato "canzoni d'una volta").
    La devi elidere nelle locuzioni che ormai si sono cristallizzate con elisione e quindi la richiedono obbligatoriamente (ad esempio: d'accordo, d'oro, d'argento, d'epoca, ecc.).

    Vedi qui quanto dice la Treccani a proposito delle elisioni in generale: L’elisione è un fenomeno che comporta la perdita della vocale terminale non accentata di una parola davanti alla vocale iniziale della parola successiva. Nell’italiano scritto contemporaneo il fenomeno, perfettamente regolare, sembra in netta regressione.
    E a proposito in particolare di quella che riguarda il "di" davanti a vocale: In generale, si può dire che è consigliabile un comportamento coerente, consistente nel realizzare l’elisione nello scritto così come la si realizza nel parlato: poiché dico "dintroduzione" o "damore", scriverò "d’introduzione" e "d’amore", preferendo questa grafia a quella analitica (in ogni caso non scorretta) "di introduzione" e "di amore"; allo stesso modo scriverò "di opere" e "di artisti", in quanto la grafia rispecchia la pronuncia.

    Esempi in cui il "di" è perlopiù pronunciato con elisione della "i": erano ben più d'uno/ una prova d'amore/ la carta d'identità/ ecc.
    Esempi in cui il "di" è perolopiù pronunciato per esteso: lo statuto di una SpA/ le gobbe di un cammello/ le ruote di una macchina/ ecc.
    Gli esempi dell'ultimo gruppo potrebbero anche avere l'elisione, ma darebbe un sapore un po' antico o letterario/poetico all'enunciato (rimando alla frase che ho sottolineato sopra).

    DA:
    L'elisione di questa preposizione è oggi da evitare, tranne che nelle forme cristallizzate, in cui è obbligatoria (ad esempio: d'altra parte, d'altronde, d'ora in poi, ecc.). Vedi cosa dice l'Accademia della Crusca in merito (link).
     

Share This Page