1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

E' più facile a dirsi che a farsi

Discussion in 'Solo Italiano' started by Italic, Jan 25, 2013.

  1. Italic Junior Member

    • E' piu' facile a dirsi che a farsi


    Ciao a tutti!
    Vorrei fare una domanda, diciamo cosi', un po' casuistica. Perche' nella frase sopraccennata ci sono i verbi farsi e dirsi, ma non fare e dire? Quest'ultimi, a dire la verita', mi sembrano piu' opportuni.
    Grazie in anticipo
     
    Last edited: Jan 25, 2013
  2. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Ciao, Italic. Io sarei il centoventiseiesimo visitatore della tua domanda, e sarei anche il primo a risponderti. Peccato che per primo non ti sia toccato uno molto più competente di me!

    Non è che i verbi farsi e dirsi differiscano dalle forme fare e dire perché i primi sono forme del passivo e i secondi no? Farsi, da essere fatto; dirsi, da essere detto.

    Ma sentiamo il resto delle opinioni!:)
     
    Last edited: Jan 30, 2013
  3. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Ciao, Italic.

    Si tratta di una costruzione particolare, idiomatica.
    La preposizione ["a" + infinito con "si" passivante] è stata scelta per tradurre una la costruzione latina fatta con il supino passivo dei verbi:
    - "fare" preceduto dagli aggettivi "facile", "difficile" e sinonimi;
    - "dire" preceduto dai medesimi aggettivi sopra e da altri come "strano", "incredibile" e simili;
    - "vedere" preceduto da aggettivi come "bello", "brutto", "orribile" e simili.
    Es. Facile dictu, difficile factu = Facile a dirsi, difficile a farsi.
    Vedi qui altri esempi.

    Il perché si sia scelto di tradurre in italiano la costruzione latina in questo modo non sono in grado di dirtelo; forse per rendere il senso passivo dell'originale ... Non saprei con esattezza. Spero che altri utenti più esperti sapranno colmare questa lacuna.

    Ti posso però dire che la costruzione in questione può essere trasformata in altre costruzioni standard, tutte equivalenti e comunemente utilizzate, cioè:
    E' più facile a dirsi che a farsi=> E' più facile da dire che da fare=> E' più facile dirlo che farlo
    E' brutto a vedersi => E' brutto da vedere => E' brutto vederlo

    EDIT: Ho corretto 'infinito pronominale' in 'infinito con "si" passivante', perché pensandoci bene mi sono convinta che si tratta di una forma passiva (come sospettato anche da Sempervirens), scelta per mantenere il senso passivo dell'originale latino. La frase esplicita sarebbe la seguente (che infatti è passiva):
    E' più facile che [sia/venga] detto, che non che [sia/venga] fatto
    Quest'ultima costruzione è meno usata delle altre varianti sopra riportate, per l'evidente minor immediatezza e scorrevolezza.
     
    Last edited: Jan 31, 2013
  4. Italic Junior Member

    Non credo di aver capito tutti i tuoi ragionamenti, ma sono sicuro che prima o poi ce la faro'. In ogni caso, mille grazie, Connie.
     
  5. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Ciao!:)
    Per semplificare: fai conto che è una costruzione idiomatica e che si usa con i verbi+aggettivi che ti ho elencato, non in altri casi generali.
    E tieni presente che se la vuoi cambiare con costruzione standard (cioè usando "fare" e "dire" anziché "farsi" e "dirsi") puoi benissimo farlo, purché cambi la preposizione "a" in "da", come da esempi riportati sopra.
     
  6. matoupaschat

    matoupaschat Senior Member

    Liège, Belgium
    Français (Belgique)
    Anch'io ho fatto tesoro delle tue interessantissime spiegazioni, Connie.
    Tante grazie!
    :):):)
     
  7. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Grazie a voi!:) (Ho solo cercato di aiutare come potevo, in momentanea assenza di utenti più competenti di me!)
     

Share This Page