Egli/Lui in funzione di soggetto

Discussion in 'Solo Italiano' started by effeundici, Feb 5, 2009.

  1. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Domanda a bruciapelo: l'incredibile secca nella quale era arenato l'italiano ai tempi dei miei studi grammaticali (di base-molto di base) relativamente all'uso di Esso/Egli/Lui è stata superata, oppure dobbiamo ancora sentirci in colpa quando usiamo "Lui/Lei" come soggetto?
     
  2. MünchnerFax

    MünchnerFax Senior Member

    Germany
    Italian, Italy
    Incredibilmente non avevamo ancora una discussione su questo argomento, anche se sono convinto che è stato dibattuto in ordine sparso in varie altre discussioni.

    Credo che da anni oramai l'uso di lui come soggetto sia stato sdoganato a tutti gli effetti; anche i prescrittivisti si sono adeguati allo status quo.

    Tutte le grammatiche e i vocabolari riportano lui e lei anche come pronomi soggetto almeno nel registro informale e nel parlato, mentre egli, ella, esso, essa sono bollati come formali: è la percezione di ogni italiano medio, che usa egli per lo più solo quando gioca al piccolo coniugatore di verbi :). Addirittura nei corsi base di italiano per stranieri viene insegnato direttamente (e giustamente) lui, lei e loro come pronomi di terza persona.

    Ricordo comunque che ci sono casi in cui anche nel registro elevato è obbligatorio l'uso di lui, lei e loro in funzione di soggetto: quando si voglia dare enfasi e quando il soggetto è posposto al verbo (È stato lui a farlo!).
     
  3. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Grazie, però dopo 35 anni di sensi di colpa non so se riuscirò ad abituarmi.

    Siamo una generazione bruciata da questo punto di vista. La mia maestra alle elementari mi faceva scrivere "Egli" nei pensierini! :)
     
  4. federicoft Senior Member

    Italian
    Nella pratica scolastica si continua tranquillamente ad insegnare che i pronomi soggetto di terza persona sono egli, ella ed essi.

    In realtà, per quanto come dice Munchner l'uso di lui, lei e loro sia stato totalmente sdoganato nella lingua parlata e quasi totalmente anche in quella scritta, per me c'è un certo imbarazzo normativo nell'avere una regola codificata ma così sistematicamente ignorata nella pratica comune.
    Alcuni studiosi (come Berruto o Sobrero) lo hanno risolto assegnandogli il nome di "italiano neostandard", o "italiano parlato nazionale", che contiene questa ed altre semplificazioni morfosintattiche un tempo ritenute triviali ma oggi comunemente accettate negli usi del parlato.
     
  5. Montesacro Senior Member

    Roma
    Italiano
    Bisogna fare una doverosa distinzione tra pronomi soggetto animati e pronomi soggetto inanimati.

    Va benissimo usare lui/lei/loro (ma non nello scritto formale) quando ci si riferisce a Marco, a Caterina, a un branco di lupi.

    Va altrettanto bene usare lui/lei/loro quando ci si riferisce a un fungo, a una pentola, a delle montagne?
    Direi proprio di no, neanche nel parlato informale.
     
  6. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    E la tua soluzione per il "parlato informale" quale sarebbe allora? Ella??
     
  7. federicoft Senior Member

    Italian
    Beh, direi esso, essa ed essi.
    Sono d'accordo che non si possono sostituire con lui, lei e loro.
     
  8. MünchnerFax

    MünchnerFax Senior Member

    Germany
    Italian, Italy
    In effetti lui e lei non vanno bene per oggetti inanimati.

    Devo dire però che mi riesce difficile immaginare l'uso di esso/a/i nel registro colloquiale e familiare. Nel parlato quotidiano si fanno semplicemente i salti mortali pur di evitarli, a meno di non voler suonare affettato (nel parlato informale più schietto. Nella formalità è un altro paio di maniche). Nella maggior parte dei casi si sottintende il soggetto, d'altra parte la possibilità di sottointendere il soggetto e l'atrofizzazione di questi pronomi vanno evidentemente a braccetto. Oppure si ripete il sostantivo, o nei casi più disperati si cerca di riformulare la frase in modo che l'entità in questione diventi pronome oggetto, atono per carità! che sennò siamo da capo a tredici.
     
    Last edited: Feb 6, 2009
  9. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    Diciamo pure che l'ultima volta che ho sentito dire (non scrivere) essa oppure ella, deve essere stato in un discorso di Pertini, 20 anni fa..
    Che poi dal punto di vista strettamente grammaticale siano l'unica soluzione corretta per oggetti inanimati mi può anche stare bene, ma nessuno li usa nel parlato.
     
    Last edited: Feb 6, 2009
  10. Montesacro Senior Member

    Roma
    Italiano
    :thumbsup:

    Concordo.
     
  11. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Ierisera studiavo i pronomi soggettivi con mio figlio. Il suo libro di testo delle medie riporta che alla terza persona si usano Esso/Egli e che, solo informalmente, è ammesso "Lui".

    Basta, che essi si sveglino, ci hanno stufato!!! Mio figlio era molto perplesso. Egli ha ragione!! Ma per favore!!!
     

Share This Page