il/i fine settimana

Discussion in 'Solo Italiano' started by sgnappa!, Mar 25, 2008.

  1. sgnappa! New Member

    vicenza - italian
    Ciao a tutti.
    La mia domanda è questa: noi diciamo "il fine settimana" per intendere il weekend, gli ultimi 3 giorni della settimana, la fine della settimana.
    Su questo penso siate tutti d'accordo.
    Bene, allora mi dite perchè è maschile?
    Intendo: in italiano "la fine"=la parte ultima (femminile), "il fine"= lo scopo (maschile); Allora perchè per intendere la fine della settimana usiamo il termine maschile con valenza 'scopo'?

    E' solo una curiosità che mi è venuta e che, comunque, a uno straniero che impara l'italiano può suscitare qualche perplessità!

    Grazie a chi avesse una risposta, o solamente a chi ne discuterà.
     
  2. Mariano50 Senior Member

    Germany
    Italiano Germany
  3. sgnappa! New Member

    vicenza - italian
    Grazie, comunque sapevo anche io che era per l'accostamento al 'weekend' maschile ma pensavo ci fosse qualche altra spiegazione.
    Solite deviazioni.
    Ok grazie.
    Alla prossima.
     
  4. yurri New Member

    Turkey
    Turkish
    ciao tutti..

    nel mio libro di esercizi c'e' una frase comincia con " il prossimo fine-settimana " ..
    non ho potuto capire perche' l'articolo e' " il" qui.. "fine" e' una sostantiva femminile anche' "la settimana" cosi..

    penso che forse "prossimo " e' pensato un sostantivo maschile ma "prossimo non e' un aggettivo qui ? o

    fine-settimana e' un sostantivo maschile ?

    grazie in anticipo :)
     
  5. MünchnerFax

    MünchnerFax Senior Member

    Germany
    Italian, Italy
    Ciao, :)

    sì, è uno dei grandi misteri della lingua italiana. :p Settimana è femminile, ma quando diciamo "fine settimana" lo usiamo al maschile. Probabilmente (come dice l'Accademia della Crusca in un link qui sopra) è perché in italiano usiamo anche la parola inglese weekend, al maschile; quindi abbiamo adattato anche il genere dell'espressione italiana.
     
  6. yurri New Member

    Turkey
    Turkish
    :) uffa l' italiano :)

    ok ho capito bene grazie mille MünchnerFax..
    ma non posso entrare a questo link di accademia crusca, forse c'e' un problema locale..
    ciaoooo..
     
  7. infinite sadness

    infinite sadness Senior Member

    sicilia
    bilingue siciliano-italiano
    Mi scuso in anticipo, ma ancora una volta non sono d'accordo con quanto letto nel sito dell'accademia della crusca.
    In particolare, quella tesi non spiega come mai lo stesso fenomeno accade con altri composti con "fine" (mi pare li chiamino sintagmi).
    Per esempio, "il fine corsa" e "il fine pena" sono comunemente accettati come esatti.

    Quindi, mi permetto di elaborare una mia tesi: la parola "fine" accanto a un sostantivo di genere femminile potrebbe generare confusione con l'aggettivo "fine", il che cambierebbe completamente il significato del sintagma.

    Cioè, la fine settimana potrebbe significare "la sottile settimana", mentre mettendo l'articolo "il" (il fine settimana) o aggiungendo la preposizione "di" (la fine della settimana) questo non succede.
     
  8. catrafuse Senior Member

    Timisoara
    Italiano e Friulano
    In italiano il sostantivo fine può essere maschile o femminile. Nelle forme composte (aggettivo+sostantivo, sostantivo+aggettivo sostantivo+sostantivo) solitamente prevale il genere maschile:

    il lieto fine
    salvo buon fine
    il finecorsa
    il fine pena
    a fine prossimo ecc.
    Dunque anche il fine settimana.
     
  9. infinite sadness

    infinite sadness Senior Member

    sicilia
    bilingue siciliano-italiano
    Il problema è che i dizionari portano il significato n.1 (momento terminale) come esclusivamente femminile e il significato n. 2 (scopo) esclusivamente maschile.
    Secondo me anche il n. 1 può essere maschile.

    Altri esempi: il fine serata, il fine giornata.
     
  10. catrafuse Senior Member

    Timisoara
    Italiano e Friulano
    Il Sabatini Coletti recita così: "3. (anche maschile) Fase finale di qlco. finale, epilogo, conclusione".
    Se poi consulti in rete il Vocabolario della Crusca , alla voce fine vi leggi:
    "Sust. quello che ha di necessità alcuna cosa innanzi, ne può averne altra dopo, opposto a principio, termine, ed è masculino, e femminino."
     
  11. gatogab Senior Member

    Español
    Oltre al fatto 'il o la', mi trovo con un altro fenomeno della lingua italiana: il plurale di fine settimana.
    E' fine settimana, tale quale, oppure fine settimane?
    E perchè?
    Ho aperto un filone su questo argomento ma è stato eliminato e mi hanno spedito qui.
    Grazie.
     
  12. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Ciao, Gato. Sì, la discussione su fine-settimana è questa. È una locuzione, ormai di uso comune, ed è invariabile nel numero (Treccani):
    fine-settimana locuz. [calco dell’ingl. week-end] usata come s. m. (più raram. f.), invar. – Gli ultimi giorni della settimana (sabato e domenica), soprattutto in quanto siano destinati alla vacanza: una gita di f.; andiamo in campagna quasi tutti i fine-settimana.
     
  13. infinite sadness

    infinite sadness Senior Member

    sicilia
    bilingue siciliano-italiano
    "I fine settimana", perché la parola "fine" usata nel senso di parte terminale di un periodo di tempo è un sostantivo maschile (più raramente femminile) invariabile, quindi si dice anche "i fine giornata" e "i fine serata".

    In realtà, queste locuzioni si comportano come parole composte, però la regola delle parole composte da due sostantivi dice che bisognerebbe volgere al plurale solo il secondo sostantivo, quindi secondo regola dovrebbe essere "i fine settimane".
    Secondo me il motivo di questa eccezione è che sembra sia sottintesa la particella "di" (cioè come se fosse "i fine di settimana").
     
  14. Alessandro_Persia Senior Member

    Quello che mi lascia perplesso della cruscante spiegazione è che il maschile sarebbe dovuto a "il weekend". Eppure, la regola vuole che le parole straniere siano usate con il genere del corrispettivo italiano: week = la settimana; end = la fine, ergo weekend = la fine settimana...

    Propendo quindi piuttosto per l'altra spiegazione suggerita, ovvero che fine è generalmente usato al maschile nei composti.
     
  15. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Forse è convenzionale premettere un articolo maschile alle parole straniere (anche se le eccezioni sono legioni).
    Resta il fatto che nella lingua inglese la parola weekend non è né maschile né femminile.
    GS
     
  16. longplay Senior Member

    italian
    Scusate, ma provo una spiegazione quasi-logica, spero, almeno per l'espressione in questione: il "fine-settimana" è (sottintesamente(!) un PERIODO di tempo : quindi "il".
    O è un "non sequitur" che mi è sfuggito ? Chiaramente, non è comunque generalizzabile (la settimana, IL periodo della settimana : il settimano non c'è). E' un po' come
    il "fine-corsa" : IL termine della corsa . Aiuto ! Ciao.

    S.B.F. -<accettato> "salvo buon fine" dovrebbe significare "esclusa la buona fine", invece è l' opposto: si intende accettato "esclusa la cattiva fine" (dell' assegno): non l' ho
    ancora digerito bene. Mah ! O sta per "fatta salva solo la buona fine" ? Mistero (per me). Insomma, dove sta-<accettato> "solo nel caso che si riveli 'buono' " ? Forse
    l ' espressione risale al tempo dei primi banchieri italiani/europei .
     
    Last edited: Jul 30, 2012
  17. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Ciao Giorgio:)! Non per fare il legno torto ma, se un tempo pure l'inglese aveva i suoi bravi generi,allora la cosa mi fa pensare che " la parola weekend non è né maschile né femminile", può essere invece sia maschile che femminile.

    Prima di menzionare la parola neutro,perché mi sembra che abbia reale validità di definizione(non solo etimologica) se convive tra i due generi opposti,maschile e femminile,ho come l'impressione che ,analogamente per il genere non marcato dell'italiano(il maschile,che spesso segnala anche il neutro) pure l'inglese faccia altrettanto per i tre generi. Non un solo genere ma tutti e tre insieme e non distinti tra di loro. La distinzione riesce a noi fintanto abbiamo gli strumenti per attuarla.

    Vabbè,mal che vada tirerò lo sciacquone:). che caldo!che afa!

    Saluti
     
  18. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Ciao, Semper.
    Uno studio diacronico della lingua inglese mi pare non abbia molto senso; può aver senso osservare lo stato della lingua come si presenta oggi.
    In inglese l'appartenenza al genere maschile o a quello femminile viene segnalata da una manciata di marche (i possessivi e i pronomi personali soggetto e complemento).
    Nella stragrande maggioranza dei casi, femminili sono le parole che designano femmine; viceversa per i maschili. Chi non ha caratteri primari o secondari di uno dei due generi appartiene al c.d. genere comune. "Weekend" è evidentemente uno di questi ultimi.

    Tuttavia, a parte tutto questo, non riesco a vedere la ragione di cercare una giustificazione del genere grammaticale di una parola nella lingua 1 nel genere grammaticale della parola corrispondente (si fa per dire) nella lingua 2. Il sole, per es, è maschile da noi, femminile per la Merkel e neutro per Putin.

    Un caro saluto :)
     
  19. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Ciao:) Giorgio! Come posso darti torto? Pure in italiano la parola segnala il genere,e pertanto in "un donnone" identificheremo sempre una donna dalle fattezze maschili,a dispetto dell'articolo e del nome originale(donna:domina).

    Riuscirebbe peggio,l'identificazione, se le labili conoscenze comuni ci facessero ricordare che esiste anche donno, ridotto ormai a don,Don Abbondio.

    Ma è anche vero che la domanda "Chi è il marito tra lui e lei?" riferita a una coppia non eterosessuale potrebbe ingenerare altre analisi sull'effettivo e reale significato di una data parola. Solo se si è sul posto capiremo se coppia eterosessuale fa riferimento a due donne( oppure "due donne"), o due uomini(oppure "due uomini"),e di conseguenza quello che vuol significare qui marito e moglie in simile scenario.
    Un po' più arduo è invece rintracciare la "vera" identità sessuale nelle parole composte con termini che possono escludere e/o includere i due sessi:

    Il suo ragazzo-donnone; ragazza-amico; ragazzo-amica; ecc.

    No, io a questa storia dei generi che contraddistinguono fermamente due categorie ci credo poco. Ma credo che due generi riescono a sviluppare meglio una possibile divisione dell'asse semantico: Uso fossa,fossato,fossette,..( e sull'esempio altre parole) per non dover memorizzare migliaia o decine di migliaia di specifiche parole ,il tutto a vantaggio dell'economia (numerica)lessicale,possibilmente con il minimo di interferenza tra di esse,previe convenzioni linguistiche ,e medesime condivisioni tra parlanti.

    Uso,per esempio, buon fine settimana! per augurare una piacevole ma breve vacanza a un conoscente o amico.

    Risponderei invece, "Altrettanto a Lei !" a chi (sbagliando o facendolo apposta?) mi dicesse "Buona fine!" a San Silvestro.

    P.S Anche se non sono del tutto convinto:) Perché coi tempi e le strane malattie che corrono, ad un "Buona fine" quasi quasi ci faccio la firma.:D
     
    Last edited: Jul 31, 2012
  20. Alessandro_Persia Senior Member

    Mi pare che la convenzione sia invece di attribuire il genere della parola italiana equivalente (http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=3780&ctg_id=93). Al massimo, la convenzione di premettere l'articolo maschile vale più o meno generalmente nel caso dei sostantivi neutri presi, p.es., dal tedesco.

    La questione di "weekend" rimane, per me, avvolta in un vago velo di mistero...
     
  21. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Caro Ale.

    Può darsi che tu abbia ragione, ma trovo un po' ardua la possibile applicazione del criterio del genere grammaticale della "parola italiana equivalente".
    Primo, perché non è mica pacifico quale sia la "parola italiana equivalente".
    Secondo, la parola italiana equivalente comincia a essere usata – diciamo, in Italiano – dopo che essa è stata assorbita dal lessico italiano. A quel punto i giochi sono già stati fatti: la forma italiana della parola e, contestualmente, il suo genere grammaticale (che si manifesta nell'uso d'un certo determinante, d'un certo deittico, degli aggettivi, ecc.).
    Se penso all'abusato esempio d'una parola entrata nel nostro vocabolario, BIT, m'accorgo che viene considerata maschile in italiano (come al solito, in inglese non è né maschile né femminile). Se però penso a quello che significa l'acronimo (BInary digiT), allora mi rendo conto che la "testa" del sintagma inglese è "digit", che potrei ragionevolmente tradurre con "cifra". Dovrei allora dire "la bit"? Sono molto perplesso.
    Cordialmente.

    GS
     
  22. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Ciao anche a te! In ritardo,visto che ora siamo nel 2012...
    Non so come si comportino gli altri connazionali ma io quando dico La fine della settimana intendo riferirmi alla domenica.E se fossi nei Paesi arabi allora mi riferirei al venerdì.
    Il fine settimana,per come lo vedo io, lo intendo come un periodo che spesso,nel mio caso,può comprendere anche le prime ore del lunedì: Tempo fa ho passato un fine settimana a Hokkaido.Sono partito il vederdì e sono ritornato nelle prime ore del lunedì.
    Non credo che ci siano problemi di comprensione in tale frase. E non credo che in questo contesto il termine Fine settimana sia usato impropriamente,considerando appunto il fatto che si va ad intaccare un po' del tempo di un'altra settimana,quella successiva.
    Quanti di voi parte per passare il fine settimana non so dove,e poi se ne ritorna da dove era partito a notte inoltrata,cioè il lunedì?

    Rimane il fatto che in italiano abbiamo due distinzioni: 1) Il fine settimana(anche tutto attaccato,come forma univerbata,come un nuovo termine); 2) La fine della settimana(con i costituenti ben separati). Non mi slancio in appassionanti spiegazioni sul perché del genere femminile in uno, e del genere maschile(non marcato) nell'altro,ma di certo ritengo essere queste due distinzioni necessarie,visto che ci sono e permangono nell'uso. Basterebbe farne buon uso.
     
  23. Alessandro_Persia Senior Member

    Caro Giorgio,
    sono perfettamente d'accordo con te: è spesso arduo determinare il termine equivalente in italiano e quindi il genere (d'altronde lo dice lo stesso articolo della Crusca). Non intendo certo difendere la giustezza di questo principio, sto soltanto dicendo che si tratta della regola più comunemente applicata, malgrado alcune eccezioni (come quella da te citata di "binary digit").
    È che per chi lavora quotidianamente con le lingue e le traduzioni, l'integrazione nell'italiano di termini stranieri rimane un rompicapo un po' snervante...

    La mia perplessità sul il/la fine settimana rimane, anche se dopo aver letto tutti i contributi (anche molto pertinenti) di questo thread (thread = il filo, quindi il thread e non la thread ;)) mi sa che lascio perdere: io continuerò a dire il fine settimana, poco importa quale sia la ragione dell'impiego del genere maschile.
     
  24. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Caro Alessandro,

    credo di capire bene i dubbi e le frustrazioni del traduttore.
    Tu dici, per esempio, "(thread = il filo, quindi il thread e non la thread ). E hai ragione, naturalmente, ma forse "filo" è il traducente che a noi foreros viene più spontaneo. Ricordo però un'amica che, al mio magnificarle la bellezza e l'utilità dei forum come il nostro, ebbe a chiedermi "con thread intendi una specie di cucitura? di trama?".
    Valle a dar torto.
    Tutta 'sta manfrina non certo per indurre te o me stesso a dire "la thread", ma per mostrare, ancora una volta, che le cose - come peraltro sai meglio di me - sono molto più complicate di quanto appaia a prima vista.
    La realtà extralinguistica è difficile da sezionare in parti discrete: quante volte di fronte a un copricapo ci siamo chiesti "è un cappello?" o è un berretto? o una "cloche"?, o un turbante che sembra un cappello? o un cappello che pare un turbante? o una cuffia?
    Ci sono delle zone di confine in cui si perde la bussola per via della nebbia.

    Molto caramente.

    GS
     
  25. longplay Senior Member

    italian
    Condivido: anche il "filone della discussione" può essere il "thread": dobbiamo passare a "matassa", ma è molto meno spontaneo. Meglio il "groviglio". Ciao.
     
  26. stella_maris_74

    stella_maris_74 Mod About Chocolate

    Rome
    Italian - Italy
    Nota di moderazione:

    Amici, per favore non allarghiamo lo spettro della discussione oltre l'oggetto della domanda iniziale, e cioè "fine settimana".
    Vi ricordo che esistono altre discussioni in corso dove parlare, ad esempio, di "thread":
    Filo - Thread - forum Solo Italiano

    o delle altre parole straniere in italiano:
    Parole straniere in italiano - forum Solo Italiano
    norme che regolano il genere delle parole straniere - forum Solo Italiano

    altre ancora di vostro interesse sono rintracciabili semplicemente utilizzando la funzione di ricerca e aggiungendo il proprio contributo alla discussione esistente più rilevante, oppure creandone una nuova se l'argomento non è già stato affrontato.

    Grazie :)
     
  27. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao a tutti :)

    Tornando al "fine settimana", riporto la risposta di R.L. Nichil (Il linguista - La Repubblica).

    "Deve considerare 'fine settimana' un’unica parola, come “ferro da stiro” o “stanza da bagno”. Tecnicamente siamo di fronte a “polirematiche” o “unità lessicali superiori”: ‘gruppi di parole aventi un significato unitario, non desumibile da quello delle parole che lo compongono’. Per declinare o definire il genere di tali espressioni, che si comportano in modo affatto simile ai composti, sarà opportuno individuarne la “testa”, ovvero l’elemento che costituisce la parte fondamentale di un composto o di un sintagma (ad es. “pesce” nel composto “pescecane”, “tenore” in “celebre tenore dell’Opera”). Nel nostro caso, la testa della locuzione “fine settimana” non è “settimana”, come si potrebbe pensare, ma “fine”. Ora, sebbene oggi la parola fine con il significato di ‘momento in cui qcs. finisce, conclusione’ sia sicuramente di genere femminile, si dà il caso che in questa accezione, nell’italiano antico e nel linguaggio poetico tradizionale, “il fine” e “la fine” potevano alternarsi molto più frequentemente di quanto accada nell’uso corrente (pensi ai versi leopardiani “e quando sarà giunto il fine / della sventura mia”, “Le Ricordanze”, 95-97), in cui il genere maschile si è cristallizzato nella locuzione “il lieto fine”; per questa via allora il termine può essersi lessicalizzato nella forma maschile invariabile (del resto si può anche dire “il fine Ottocento”, “il fine Millennio”, ecc.).
    Si aggiunga che “fine settimana” è un calco dell’inglese “week-end” (la sua prima attestazione in italiano è del 1932), e non sarà pertanto da escludere un’influenza di quest’ultimo, che in italiano è accompagnato dall’articolo maschile (ad es.: “ho trascorso il week-end al mare”)."
     
  28. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Ciao, Anja, e grazie del prezioso contributo.

    Immagino poi che la tua ultima osservazione vada intesa così: dato che quando è usata in italiano, alla parola "week-end" si accompagna, convenzionalmente, l'articolo non marcato (maschile), allora per analogia lo stesso trattamento viene riservato alla sua "traduzione" in italiano.
    Direi che la nozione di convenzione sia, ancora una volta, centrale in questa materia.

    Un caro saluto.
    GS
     
  29. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao, Giorgio :)

    Sono sicura che Nichil sarebbe d'accordo ... l'ultima osservazione è sua (fa parte del passaggio che ho riportato tra le virgolette) ;)
    Un carissimo saluto a te. :)
     
  30. Rob625

    Rob625 Senior Member

    Murlo (SI)
    English - England
    Si dice "il fine settimana",. A me, inglese, sembrerebbe più logico se fosse "la fine settimana"; in quanto "weekend" è la parte finale, la fine, della settimana, è non lo scopo, il fine della settimana.

    Poi per il plurale si dice "i fine settimana". Perché? Non sarebbe più logico "i fini ..."?

    Lo so che la lingua non è sempre logica, ma forse qualcuno qui sarà in grado di rispondere un po' a questi dubbi. Grazie.
     
    Last edited by a moderator: Apr 7, 2014
  31. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    "fine settimana" è singolare, quindi perchè mai dovrebbe avere un articolo plurale?
     
  32. vallery Senior Member

    Italy
    Russian
    Allora è sbagliato dire: Tutti i fine settimana Pietro passa in montagna?
     
  33. Nino83 Senior Member

    Italian
    Ciao rob.
    La parola fine, con il significato di termine, cessazione di qualcosa, è femminile.
    Il fatto è che fine-settimana è una locuzione importata dall'inglese, ed è maschile.
    Come tutte le parole straniere è indeclinabile/invariabile, quindi resta sempre al singolare.

    Il fine settimana/i fine settimana
    (come il film/i film).

    http://www.treccani.it/vocabolario/fine-settimana/

    Qui si dice che, raramente, è usato anche al femminile ma mai al plurale (è invariabile).
    Comunque la versione al maschile è preponderante.

    Invece, il fine/i fini (maschile) è un sostantivo differente, e significa scopo, obiettivo ultimo.

    Fine settimana può essere singolare o plurale.
     
    Last edited: Apr 7, 2014
  34. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao, Vallery :)

    Spero che questa risposta possa aiutare (ricordo che l'argomento è già stato affrontato in questo Forum):
    Da Il Linguista - Rocco Luigi Nichil: "... Deve considerare “fine settimana” un’unica parola, come “ferro da stiro” o “stanza da bagno”. Tecnicamente siamo di fronte a “polirematiche” o “unità lessicali superiori”: ‘gruppi di parole aventi un significato unitario, non desumibile da quello delle parole che lo compongono’. Per declinare o definire il genere di tali espressioni, che si comportano in modo affatto simile ai composti, sarà opportuno individuarne la “testa”, ovvero l’elemento che costituisce la parte fondamentale di un composto o di un sintagma (ad es. “pesce” nel composto “pescecane”, “tenore” in “celebre tenore dell’Opera”). Nel nostro caso, la testa della locuzione “fine settimana” non è “settimana”, come si potrebbe pensare, ma “fine”. Ora, sebbene oggi la parola fine con il significato di ‘momento in cui qualcosa. finisce, conclusione’ sia sicuramente di genere femminile, si dà il caso che in questa accezione, nell’italiano antico e nel linguaggio poetico tradizionale, “il fine” e “la fine” potevano alternarsi molto più frequentemente di quanto accada nell’uso corrente (pensi ai versi leopardiani “e quando sarà giunto il fine / della sventura mia”, “Le Ricordanze”, 95-97), in cui il genere maschile si è cristallizzato nella locuzione “il lieto fine”; per questa via allora il termine può essersi lessicalizzato nella forma maschile invariabile (del resto si può anche dire “il fine Ottocento”, “il fine Millennio”, ecc.).
    Si aggiunga che “fine settimana” è un calco dell’inglese “week-end” (la sua prima attestazione in italiano è del 1932), e non sarà pertanto da escludere un’influenza di quest’ultimo, che in italiano è accompagnato dall’articolo maschile (ad es.: “ho trascorso il week-end al mare”)."
     
  35. francisgranada Senior Member

    Slovakia
    Hungarian
    Forse no perché in teoria si potrebbe interpretare anche come più fini della stessa settimana. Comunque, vale quello che ti hanno spiegato prima :).
     
  36. Nino83 Senior Member

    Italian
    Si, ma se dicesse i fini (maschile) la frase non avrebbe alcun senso.
     
  37. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Rob :)

    "Fine settimana" è invariabile, ragion per cui si mantiene la forma del singolare anche al plurale: "il fine settimana" e "i fine settimana".
     
  38. Rob625

    Rob625 Senior Member

    Murlo (SI)
    English - England
    Questo non mi sembra che aiuti, in quanto i plurali sarebbero "ferri da stiro", "stanze da bagno"; o sbaglio?

    Quando si importa proprio la parola - per esempio "weekend" - in italiano è invariabile; e normalmente maschile, ma non sempre - per esempio "la password".

    Questo mi sembra più vicino alla verità. Però, anche un calco può essere feminile, direi - per esempio "autofattura", "autofiducia".

    Anche questo mi sembra valido.

    Scusatemi. Avevo fatto "search", senza risultato; ora invece trovo questo thread molto lungo:
    http://forum.wordreference.com/showthread.php?t=885886
     
  39. francisgranada Senior Member

    Slovakia
    Hungarian
    Dal punto di vista (quasi) logico:
    i fini settimana - sarebbe al minimo ambiguo
    i fine-settimane - sarebbe grammaticalmente scorretto
    i fini settimane - non esprimerebbe la sostanza (e suonerebbe strano)
    Quindi rimane i fine settimana, invariabile ...
     
  40. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Rob, :)

    Deve considerare “fine settimana” un’unica parola, come “ferro da stiro” o “stanza da bagno”.

    Di fatto, questo passaggio spiegava la caratteristica delle espressioni polirematiche: cioè, gruppi di parole che hanno un significato unitario. Per il tuo dubbio, sottolineo: "Per declinare o definire il genere di tali espressioni, che si comportano in modo affatto simile ai composti, sarà opportuno individuarne la “testa”, ovvero l’elemento che costituisce la parte fondamentale di un composto o di un sintagma.": quindi "ferri da stiro", "stanze da bagno", eccetera.

    "Fine settimana"
    è invariabile, così come lo sono altri vocaboli (boia, gorilla, etc.) e nomi composti (leccalecca, toccasana, etc.).
     
  41. vallery Senior Member

    Italy
    Russian
    Ciao Anja.Ann :).

    Grazie!
     
    Last edited: Apr 7, 2014
  42. rocco luigi nichil New Member

    italiano - Italia
    Chiedo scusa per l'intromissione, ma dal momento che vengo citato intendo precisare (in particolare a Rob625) il contesto relativo alle mie argomentazioni. Il testo citato da Anja.Ann in realtà è la risposta ad un quesito formulato da un utente del blog "Il linguista vi risponde" (http://linguista.blogautore.repubbl...aliano-risponde-il-linguista/comment-page-17/), che chiedeva: "Perchè si dice il fine settimana se la parola fine è di genere femminile? Non si dovrebbe parlare de la fine settimana"? Non si trattava, insomma, di stabilire il plurale della locuzione fine settimana, ma di capire le motivazioni che hanno portato alla scelta del genere maschile per il composto in italiano. D'altra parte, la scelta del genere grammaticale per le parole importate da altre lingue non è mai pacifica: spesso infatti esistono ragioni ignote al parlante che determinano una soluzione invece di un'altra (password, ad esempio, può essere stata assimilata come femminile perché in inglese è effettivamente femminile, ma anche per via della sovrapposizione logica con la voce italiana parola). Sulla scelta del plurale, non ci sono dubbi, invece: tutti i repertori lessicografici italiani, infatti, registrano la parola come "sostantivo maschile invariabile" (i fine settimana, dunque). Così il GRADIT, lo Zingarelli, il Devoto-Oli, il Garzanti e il Sabatini-Coletti, per limitarsi ai più noti. Nessuno ha mai detto il contrario, del resto. Nessuno ha mai detto che una polirematica non possa essere declinata (al contrario, di norma si comporta proprio come un composto, in cui cambia la desinenza della base).
    Un cordiale saluto a tutti voi,
    rln
     
  43. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Buongiorno, RLN, :) benvenuto al forum e mille grazie per il contributo!


    Giusta precisazione. Ho sbadatamente :oops: indirizzato la mia risposta a Vallery anziché a Rob senza, peraltro, puntualizzare che il rimando alla spiegazione pubblicata nella sezione "Il linguista" mirava a ribadire il concetto poco sopra espresso da Nino (singolare/plurale dell'espressione "fine settimana". :)

    Nuovamente mille grazie e un cordialissimo saluto da tutti noi! :)
     

Share This Page