in aula e nell'aula

Discussion in 'Solo Italiano' started by nevevento, Dec 23, 2009.

  1. nevevento Senior Member

    chinese
    Sono entrato in aula / nell'aula. (dove si fanno lezioni)

    Sono uguali o c'e' qualche differenza ?

    Invece per l'aula parlamentare si dice in aula o nell'aula?
     
  2. ursu-lab

    ursu-lab Senior Member

    Lunezia
    italian, catalan & spanish
    Sono praticamente uguali. C'è solo una piccola sfumatura, probabilmente però soggettiva, per cui se dici "nell'aula...." pensi a "dentro all'aula" come spazio fisico, mentre se dici "in aula" il concetto di "dentro" non viene tanto sottolineato e ti soffermi di più su quanto vi sta succedendo.
     
  3. zipp404

    zipp404 Senior Member

    NYC
    Bilingual English|Español
    [1] in con l'articolo determinativo [nel, nell', nello, nella] si riferisce allo spazio di per sé:

    • Dov'è la sedia? La sedia è nell'ufficio. Ci sono quindici sedie nell'aula.
    • La città è stata colpita da un terremoto di 5,2 gradi della scala Richter. Il terremoto ha abbattuto / distrutto tutte gli edifici salve per una chiesa! Dove sono i bambini? Sono nella chiesa [i bambini sono stati sistemati provvisoriamente nella chiesa in qualità di uno spazio qualunque].
    [2] in senza l'articolo determinativo si riferisce alla funzione dello spazio di cui si parla, alla funzione che si svolge in quello spazio:
    • Dov'è il signor Ammaniti? È in ufficio [è implicito che sta lavorando in ufficio perché l'ufficio è lo spazio disegnato, destinato per l'attività di lavorare].
    • Dove sono i bambini? Sono in chiesa [stanno ascoltando la predica del prete, stanno pregando a Dio, stanno facendo ciò che si fa in quello spazio sacro]
    :cross: Dov'è la sedia? La sedia è in ufficio. Come se una sedia fosse una persona, seduta alla sua scrivania lavorando! Dire qualcosa del genere
    sarebbe buffo, anzi assurdo. È un'immagine che evoca l'arte surrealista di Salvador Dali o l'umorismo assurdo di Luis Buñuel, Federico Fellini o Pedro Almadóvar.

    Ciao.
     
    Last edited: Dec 24, 2009
  4. annapo

    annapo Senior Member

    Non sono uguali, anche se sono pronta a scommettere che il 90% degli italiani non percepisca la differenza.
     
  5. Paolo Yogurt

    Paolo Yogurt Senior Member

    Italiano
    A mio avviso, la differenza è la seguente:


    • in aula si usa quando l'«aula» in questione è usata in senso generico, come in frasi che denotano azioni abituali: tutte le mattine entro in aula alle nove; o quando non si fa riferimento a una specifica aula precedentemente citata: dopo aver salito le scale, entrò in aula.

    • nell'aula, invece, è usato in riferimento a un'aula particolare, di cui il lettore (o l'ascoltatore) è a conoscenza. Del resto, l'uso della preposizione articolata – formata dalla preposizione semplice in e l'articolo determinativo la – ha la funzione di individuare un oggetto, un'aula, particolare: nell'aula in cui entrò, l'insegnante trovò dieci alunni.

    Non c'è differenza d'uso per le preposizioni quando si parla di aula parlamentare. Spero di esserti stato d'aiuto.
     
  6. ursu-lab

    ursu-lab Senior Member

    Lunezia
    italian, catalan & spanish
    La spiegazione di Zipp mi sembra ottima, soprattutto l'esempio con "ufficio" fa capire la differenza.

    :tick:Il signor Rossi è in ufficio (sottinteso "il suo" ufficio)
    :cross:Il signor Rossi è nell'ufficio, ma
    :tick:Il signor Rossi è nell'ufficio 203, o
    :tick:Il signor Rossi è nell'ufficio in fondo al corridoio (per specificare, con l'articolo determinativo della prep. art.)
    :tick:La sedia è nell'ufficio (nel senso di in=dentro) ma
    :cross:La sedia è in ufficio (è vero, sembra che la sedia sia una persona)

    PS: Tutte le frasi precedenti sono grammaticalmente corrette, ma ho segnato con la crocetta rossa quelle che, personalmente, mi sembrano "strane".
     
    Last edited: Dec 23, 2009
  7. chlapec aMODiño...

    Galicia, Spain
    Galician & Spanish-Spain
    E questa, sarebbe sbagliata?:

    "Perché c'è una sedia in ogni ufficio? La sedia è in ufficio, così come la scrivania, per permettere il lavoratore di..."
     
  8. ursu-lab

    ursu-lab Senior Member

    Lunezia
    italian, catalan & spanish
    Non è che siano sbagliate grammaticalmente, anzi. Il problema è che non credo che, spontaneamente, nessuno direbbe una frase tipo: "le sedie sono in aula", a me sembra assurda.
    Mentre è assolutamente normale una frase come: le sedie sono nell'aula.
    Insomma, una differenza c'è ma non si tratta di grammatica in senso stretto bensí di sfumature che derivano dall'uso della lingua.
    "In aula", a dire il vero, confesso che mi fa pensare esclusivamente all'aula del tribunale e mai all'aula della scuola. Non so se anche gli altri italiani madrelingua hanno la stessa sensazione.
     
  9. zipp404

    zipp404 Senior Member

    NYC
    Bilingual English|Español
    1. "ogni" è un aggettivo. C'è una sedie in ogni ufficio. "in ogni ufficio" però non è la stessa cosa che "in ufficio". In qualità di aggettivo "ogni" qualifica "ufficio".

    2. Direi che nessuna regola è totalizzante, nessuna spiegazione può abbracciare in modo universale tutti i casi perché il linguaggio è troppo complesso, c'è molta variazione. Questo non significa però che non ci siano regole che vengono formulate per induzione, cioè leggendo e osservando nella letteratura, nei giornali, "la condotta", per così dire, della lingua.

    Perciò riguardo alla preposizione "in" quando "in" indica il luogo o la destinazione, l'uso o l'omissione dell'articolo dipende spesso dal sostantivo in questione.

    Vi faccio un esempio:

    Mia madre mi ha chiamato in cucina per mostrarmi la pollenta che aveva preparato. Deliziosissima, anzi più deliziosa di quella che si mangia nel quartiere o di quella preparata nella cucina del ristorante sotto casa. Quando sono tornato in salotto però i miei fratelli non c'erano più ma li sentivo parlare con mio padre nello studio. Siccome avevo voglia di stare un po' al sole sono andato in giardino. Lodé mi ha telefonato e mi ha chiesto se potevo passare in biblioteca. Gli ho detto di no perché dovevo andare in palestra e allenarmi per la corsa che ha luogo la domenica nel velodromo. Dopo la corsa tutti noi ciclisti della squadra vincitore siamo andati nel giardino pubblico. Avevo sete e ho bevuto tutta l'acqua nella borraccia che portavo in tasca. Sicomme tutti i miei amici avevano fame ho deciso di invitarli da me, così siamo andati a casa mia a mangiare quella deliziosa pollenta.



    Perché in cucina, in salotto, ecc., ma "nello studio"? Semplicemente perché il sostantivo è spesso l'elemento a determinare la morfologia della preposizione, ma se il sostantivo viene qualificato da un aggetivo, la preposizione viene articolata.
    .
     
    Last edited: Dec 25, 2009
  10. annapo

    annapo Senior Member

    Originally Posted by zipp404
    1. "ogni" è un aggettivo. C'è una sedia in ogni ufficio. "In ogni ufficio" però non è la stessa cosa che "in ufficio". In qualità di aggettivo "ogni" qualifica "ufficio".

    2. Direi che nessuna regola è totalizzante, nessuna spiegazione può abbracciare in modo universale tutti i casi perché il linguaggio è troppo complesso, c'è molta variazione. Questo non significa però che non ci siano regole che vengono formulate per induzione, cioè leggendo e osservando nella letteratura, nei giornali, "la condotta", per così dire, della lingua.

    Perciò riguardo alla preposizione "in" quando "in" indica il luogo o la destinazione, l'uso o l'omissione dell'articolo dipende spesso dal sostantivo in questione.

    Vi faccio un esempio:

    Mia madre mi ha chiamato in cucina per mostrarmi la polenta che aveva preparato. Deliziosissima, anzi più deliziosa di quella che si mangia nel quartiere o di quella preparata nella cucina del ristorante sotto casa. Quando sono tornato in salotto però i miei fratelli non c'erano più ma li sentivo parlare con mio padre nello studio. Siccome avevo voglia di stare un po' al sole sono andato in giardino. Lodé mi ha telefonato e mi ha chiesto se potevo passare in biblioteca. Gli ho detto di no perché dovevo andare in palestra e allenarmi per la corsa che ha luogo la domenica nel velodromo. Dopo la corsa tutti noi ciclisti della squadra vincitrice siamo andati al giardino pubblico. Avevo sete e ho bevuto tutta l'acqua della borraccia che portavo in tasca. Sicomme tutti i miei amici avevano fame ho deciso di invitarli da me, così siamo andati a casa mia a mangiare quella deliziosa polenta.


    Perché in cucina, in salotto, ecc., ma "nello studio"? Semplicemente perché il sostantivo è spesso l'elemento a determinare la morfologia della preposizione, ma se il sostantivo viene qualificato da un aggetivo, la preposizione viene articolata.
     
  11. Paolo Yogurt

    Paolo Yogurt Senior Member

    Italiano
    *Il signor Rossi è nell'ufficio, senza ulteriori specificazioni, è secondo me scorretta; ma al mio (modestissimo) orecchio di madrelingua, la sedia è in ufficio non suona affatto strana, né mi dà l'idea che la sedia sia una persona. Ufficio senza articolo determinativo sottintende che la sedia è nell'unico ufficio possibile, nell'unico che c'è.

    Personalmente, non sono a conoscenza di una regola che distingua fra preposizioni semplici riferibili solo a persone e preposizioni articolate che si possono usare anche in riferimento a cose; ma posso sbagliarmi, ovviamente.
     
  12. zipp404

    zipp404 Senior Member

    NYC
    Bilingual English|Español
    Grazie tante per le spiegazioni e per le correzioni!
     

Share This Page