Lei chi è vs. Chi è Lei

Discussion in 'Solo Italiano' started by Slawi, Oct 30, 2013.

  1. Slawi New Member

    Poland
    polski
    Ciao a tutti! Sono nuovo qui e ho bisogno del vostro aiuto. Hanno le domande Lei chi è (Signore, Signora)/Chi è Lei lo stesso senso? Se tutte e due sono le stesse, si possono usate sempre in modo alterno? Usate la terminologia lingustica, per piacere, se la domanda la esigere. Grazie infinite!
     
  2. dôghen Senior Member

    italiano
    Ciao slawi

    io tenderei, così di primo acchito, a considerarle equivalenti, sia dal punto di vista semantico (si tratta di una semplice inversione, non particolarmente significativa nemmeno come marcatura del discorso) sia soprattutto dal punto di vista pragmatico, cioè delle intenzioni comunicative.
    Si tratta però di due clausole che a parte la loro "innocenza" semantica hanno un uso pragmaticamente definito. In una cultura linguistica di "cortesia passiva" come credo sia quella italiana entrambe queste frasi, se rivolte ad uno sconosciuto/a appaiono decisamente aggressive.
     
  3. Slawi New Member

    Poland
    polski
    Non sono sicuro che abbia saputo correttamente che hai scritto. Voul dire che entrambe queste frasi sono decisamente aggresive? Le ho trovato in un modulo italiano per stranieri, livello elementare.
     
  4. Paulfromitaly

    Paulfromitaly MODerator

    Brescia (Italy)
    Italian
    Non preoccuparti: capita quando chi scrive il messaggio non lo fa per farsi capire da uno straniero come te che sta imparando l'italiano (ovvero il motivo per cui il messaggio avrebbe dovuto essere scritto), ma per darsi delle arie :)
    Le due espressioni sono simili ed entrambe un po' scortesi.
     
  5. Slawi New Member

    Poland
    polski
    Allora, che cosa più neutrale proponi per domandare una persona sconosiuta la prima volta?
     
  6. francisgranada Senior Member

    Slovakia
    Hungarian
    Secondo me dipende dal contesto e, ovviamente, dal tono come la domanda viene posta. Rivolgersi a una persona sconosciuta p.e. per strada e chiedere "Lei chi è?" sarebbe un po' scortese anche in altre lingue.
     
  7. Thime

    Thime Senior Member

    Italy (Venice)
    Italian
    Per usare un tono più neutrale io direi: "Lei come si chiama?" oppure ancora meglio "Qual è il Vostro nome?".
     
  8. Slawi New Member

    Poland
    polski
    Vostro o Suo? Io direi: Qual è il Suo nome? La scelta dipende dalla parte e dal Paese, vero?
     
  9. Thime

    Thime Senior Member

    Italy (Venice)
    Italian
    "Qual è il Suo nome?" va bene. L'uso dipende soprattutto dalla regione in cui ci si trova. Al sud sembra che sia più frequente dare del Voi ("qual è il vostro nome?"), al nord invece sembra che sia più frequente dare del Lei ("qual è il Suo nome?").
    Spero sia tutto chiaro :)
     
  10. Confermo, al Sud dare del Lei suona decisamente spocchioso, a meno che non si sia inequivocabilmente del Nord:).
    Io sono spesso costretto, per lavoro, a chiedere il nome alle persone, e di solito chiedo "Mi può dire il suo nome, per favore?"
     
  11. dôghen Senior Member

    italiano
    ciao slawi

    hai detto "usare la terminologia linguistica per piacere", e forse ho capito male io... nel caso ti chiedo scusa. Dalle tue risposte capisco invece che stai imparando l'italiano ora, di nuovo scusa se le mie espressioni ti sono sembrate "astruse".
    Chiedere "chi è lei" o anche "lei chi è" senza formule di cortesia o senza un tono ( una prosodia) che lasci capire che la domanda non è inquisitoria o aggressiva è considerato scortese e può dare adito a incomprensioni. Entrambe le formule sono uguali anche da questo punto di vista.
    Ti faccio degli esempi:
    entri in un negozio o in un ufficio e l'impiegato si rivolge a te dicendoti "lei chi é?" molto scortese
    incontri un conoscente, lui sta parlando con un altra persona. Lo saluti ma l'altra persona chiede "chi è lei?" molto scortese
    eccetera
    per chiedere a qualcuno, che non conosci, come si chiama hai bisogno di usare formule di cortesia del tipo "mi scusi posso chiederle come si chiama?" o che ne so "non credo di sapere il suo nome" etc o comunque di usare intonazioni che "addolciscano" una domanda diretta come "lei chi è"
    Spero di essere stato più chiaro
     
  12. francisgranada Senior Member

    Slovakia
    Hungarian
    Ho la sensazione che ormai stiamo parlando di due cose distinte:

    1. Formulazioni alternative per rendere la domanda più cortese, non agressiva ecc...
    Se è questa la sostanza della domanda originale, allora senza un contesto cocreto non è possibile dare una risposta “giusta”, visto che ci sono decine di possibilità (sia in italiano che in altre lingue).

    2. La correttezza e la eventuale differenza tra "Lei chi è" e "Chi è Lei"
    Queste due frasi sono corrette e in generale equivalenti (come è stato già detto prima), ma la scelta può dipendere dalla situazione concreta (vedi per esempio gli esempi nel post #11 di dôghen). Si tratta di sfumature, ma penso che grosso modo si possa dire che nel primo caso l'enfasi è su "Lei" e nel secondo caso su "Chi è".

    (sono convinto che quello che ho scritto nel post #6 vale anche per la lingua madre di Slawi)
     
    Last edited: Oct 30, 2013
  13. dôghen Senior Member

    italiano
    Ne sono convinto anch'io e in effetti in genere, come hai detto, ci sono molte formulazioni possibili proprio per affrontare il problema. Il mio riferimento alla cultura linguistica di tipo passivo vs quelle di tipo attivo faceva riferimento a queste strategie (oltre naturalmente al mio desiderio di fare bella figura....).
    Ma probabilmente non è particolarmente interessante o pertinente, va bene.

    Anche qui sono sostanzialmente d'accordo. Se slawi voleva solo conoscere un'eventuale differenza, è stato chiaramente detto che una vera differenza non c'è. Anche nei miei esempi direi che si potrebbero tranquillamente sostituire una con l'altra e a me non vengono in mente usi contrastivi. Ciao
     
  14. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao, Slawi :)

    Se vuoi conoscere il nome di una persona che incontri per la prima volta (usando il "lei" di cortesia) puoi chiedere: "Come si chiama?" oppure "Posso chiederle come si chiama?" :)
     
  15. elitaliano

    elitaliano Senior Member

    Italy
    Italia - italiano
    Mi viene però in mente un esempio pratico di conversazione in cui entrambe le forme vengono contemporaneamente usate.


    Due sconosciuti si incontrano in un luogo e ciascuno è stupito/contrariato di trovare lì l'altro:
    X: "Lei chi è?"
    Y: "Chi è Lei!"
     
  16. dôghen Senior Member

    italiano
    hai ragione elitaliano

    in effetti nel caso da te proposto si potrebbe parlare di un vero e proprio uso contrastivo. Per poter mantenere invariata la struttura della frase anche nella risposta, cosa possibile in realtà, si dovrebbe accentuare molto (troppo...) prosodicamente il "lei":
    X: "Lei chi è?" Y: "Lei chi è?"
    Invece la semplice inversione funziona già da espediente enfatico (nello stesso senso che credo intendesse anche Francis nel suo post) e quindi le due clausole diventano diverse almeno nell'uso. Un contributo interessante, grazie.
     

Share This Page