Ne

Discussion in 'Solo Italiano' started by effeundici, Feb 23, 2009.

  1. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Hai delle ciliegie ottime; me NE dai un po'?
    Hai del gelato ottimo; me NE dai un po?

    NE, secondo voi, è pronome personale o dimostrativo?
     
  2. infinite sadness

    infinite sadness Senior Member

    sicilia
    bilingue siciliano-italiano
    Boh!? forse pronome relativo.
     
  3. brian

    brian Senior Member

    Montréal
    AmE (New Orleans)
    Non è una particella?

    I pronomi dimostrativi sono quello, questi, ecc. I pronomi relativi sono che, il quale, le quali, ecc. FORSE potrebbe essere considerato un pronome personale visto che in effetti sta per di lui, di esso, ecc.--e lui, esso, ecc. sono pronomi personali.
     
  4. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Il libro di testo di mio figlio impone di scegliere tra personale e dimostrativo.
     
  5. brian

    brian Senior Member

    Montréal
    AmE (New Orleans)
    Personale allora.....
     
  6. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Ma potrebbe essere anche di questo, di queste o di ciò, che sono dimostrativi.
     
  7. brian

    brian Senior Member

    Montréal
    AmE (New Orleans)
    Hmm.. vedi qui.

    Boh.. aspettiamo che qualcuno ci dica cosa c'è scritto di preciso nella grammatica di Serianni. O forse c'è qualcosa in merito sul sito dell'Accademia della Crusca (ma io non riesco mai a trovare ciò che cerco lì).
     
  8. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Be', in realtà la particella ne, oltre ad avere valore di avverbio di luogo, equivalente a 'di qui, di qua, di lì, di là' (ne vengo adesso), viene usata come pronome atono, e può avere la funzione sia di pronome personale (di terza persona singolare o plurale) che dimostrativo preceduti dalle preposizioni di o da. Quindi, a seconda dei casi, può valere di/da lui/lei/loro (non lo conosco, ma ne ho sentito parlare; l'ho conosciuto e ne sono rimasto affascinato) o di/da questo/questa/questi/queste (non abbiamo chiarito la questione, ne riparleremo; ha preso un blocco e ne ha strappato un foglio). :);)
     
  9. effeundici Senior Member

    Italy
    Italian - Tuscany
    Bene, però non hai risposto alla mia domanda!!:)

     
  10. gabrigabri

    gabrigabri Senior Member

    奥地利
    Italian, Italy (Torino)
    In questo caso dovrebbe essere dimostrativo.
     
  11. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Ma perché secondo me dipende dal contesto. I dimostrativi determinano persone o cose secondo il rapporto di vicinanza nello spazio, nel tempo o nel discorso, la loro funzione (detta deittica) è di 'mostrare' come se si facesse il gesto di indicare. Quindi direi: se l'oggetto della richiesta è presente, si può pensare al dimostrativo, altrimenti è più naturale che il ne abbia valore di pronome personale.
    Ma ovviamente è solo un'opinione. :);)
     
  12. anemos Junior Member

    Ciao a tutti

    Anche secondo il mio libro di grammatica "ne" è una particella avverbiale atona. Sostituisce un complemento o una intera proposizione retta dalle preposizioni "di" o "da".
     
  13. Orsolya Junior Member

    Budapest
    hungarian
    'Ne' é principalmente pronome avverbiale che 1. puó funzionare come
    articolo in dativo - Ne ho letti due (Quanto libri hai letto?) oppure 2. nel caso di un verbo con reggenza puó funzionare nel modo sequente: Si, parliamone! (Vogliamo parlare del ns problema?) e 3. si puó usare in certi termini (modo di dire) ps. Non ne posso piú!
    Spero che mi spiego bene.
     
  14. Sicanius

    Sicanius Senior Member

    UK/Sicily
    Italian
    In questi esempi, ne è un pronome partitivo, che sostituisce un' espressione nominale accompagnata da un numero o da un termine che indica quantità (= un quantificatore) (in questi caso "un po'"). Si chiama partitivo proprio perché indica una parte, una certa quantità e non il tutto.
    Altri esempi:
    Hai delle ciliegie? Non ne ho nessuna. Ne ho tante. Ne ho tre. Etc.
    In tutti questi casi ne sostituisce il nome quantificato.

    Se il parlante vuole fare riferimento al tutto, invece che ad una sua parte, allora dove usare un altro pronome:
    Hai delle ciliegie ottime; me LE dai.

    Non tutte le grammatiche parlano di ne come pronome partitivo, ma è possibile trovare qualcosa online...

    Ciao,
    Sic.
     
  15. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Ciao, Sic. È giusto dire che qui ne ha funzione partitiva, ma lo davo per scontato, visto che nelle frasi d'esempio viene chiesta solo una parte delle cose in questione. Però detta funzione è semplicemente un aspetto del valore pronominale della particella ne, di cui sopra.
    Ecco quanto viene detto in proposito nella grammatica di Serianni (VII,52-53):
    «Ne, conformemente al significato primario del latino INDE da cui deriva ('di lì'), ha prima di tutto valore di avverbio di luogo: [...].
    In molti casi ha però valore pronominale e può rappresentare:
    I. Un pronome personale di 3a o 6a o un pronome dimostrativo preceduti dalle preposizioni di o da, senza distinzioni di genere o numero: [...]. Rientra in questo gruppo l'uso di ne come partitivo, in relazione a una certa quantità.» :)
     
  16. Sicanius

    Sicanius Senior Member

    UK/Sicily
    Italian
    Ciao Necsus,
    Grazie per il chiarimento e scusami per non aver capito il punto della domanda... Non capisco però la necessità o l'utilità di distinguere tra valore pronominale e valore dimostrativo quando ne funziona da partitivo... Ma questa è solo un'opinione personale... :rolleyes:
     
  17. tastieranera

    tastieranera Senior Member

    Italy
    Italian
    Come ti capisco! Ecco il mio modesto contributo:
    La grammatica del Sensini, cui mi rivolgo per i quesiti che mi pone mia figlia (ora alle scuole medie), recita:
    Come particella pronominale ne può essere:
    pronome personale riferito a persona: corrisponde a di lui, di lei, di loro, da lui, da lei, da loro.
    pronome dimostrativo: corrisponde a di questo, di questa, di questi, di queste, da quello da quella, da quelli, da quelle.

    Non so se questa spiegazione possa essere esauriente per il tuo caso, credo ci siano vari livelli di approfondimento in base alla classe frequentata.
     

Share This Page