1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

non [verbo] qualcosa, non [verbo] niente

Discussion in 'Solo Italiano' started by Pineta, Apr 29, 2013.

  1. Pineta Junior Member

    German - Germany
    Ciao a tutti!
    Mi chiedo quando ( o se) è possibile dire "non... qualcosa" invece di " non ... niente".
    P.e.:
    Non ho trovato niente/qualcosa qui a Berlino.
    Non ho trovato niente/ qualcosa di meglio.

    Grazie del vostro aiuto,

    Pineta
     
  2. fedeeffe Junior Member

    Torino
    Italiano
    niènte (ant. neènte, neiènte, e altre var.) pron. indef., s. m. e avv. [etimo incerto; tra le varie etimologie proposte, cioè lat. ne inde, nec entem, *nec gentem, è ritenuta più accettabile l’ultima, accolta anche per spiegare il corrispondente fr. néant (ant. nient, neient)], invar. – Come pron. e sost., nessuna cosa; come avv., in nessuna quantità, in nessun modo, ecc.; ha lo stesso sign. di nulla, con cui ha anche comune gran parte della fraseologia, ma rispetto al quale è più popolare. Se posposto al verbo, questo è di solito preceduto da un altro elemento negativo (non, nessuno, senza, ecc.), tranne quando abbia senso positivo di qualcosa o valore di sostantivo.

    Se nella seconda frase non ci fosse stata la negazione (non), allora l'utilizzo di "qualcosa" sarebbe andato bene:
    Ho trovato qualcosa di meglio (da fare, da vedere, etc.)
     
    Last edited: Apr 29, 2013
  3. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Ciao.:)
    Anche la prima frase di Pineta sarebbe andata bene con "qualcosa" se non ci fosse stata la negazione "non"; es. Ho trovato qualcosa qui a Berlino (che mi ha affascinato e che non avevo trovato in altre città).

    Se la frase è affermativa (es. Ho trovato) va seguita da "qualcosa" in caso di cosa indefinita (concreta o astratta) e "qualcuno" in caso di persona indefinita;
    se la frase è negativa (es. Non ho trovato) va seguita invece da "niente" in caso di cosa indefinita e "nessuno" in caso di persona indefinita.
    Quindi non si può dire "Non ho trovato qualcosa/qualcuno":cross:, ma solo "Non ho trovato niente/nessuno":tick:.

    Questa prima frase sarebbe possibile solo in contesti particolari, in cui si mantiene la parola "qualcosa" nella risposta (in forma negativa) solo per riprendere pari pari il termine usato dall'interlocutore nella domanda; es. "Ti vedo bene. C'è qualcosa che ti rende particolarmente felice?" "Non c'è "qualcosa", ma "qualcuno" che mi rende felice!". Siccome è un uso anomalo, per iscritto va virgolettato o scritto in corsivo e nel parlato va rimarcato con l'intonazione, in modo da sottolinerne l'uso particolare. A parte questo specifico caso (che può capitare comunque molto raramente), bisogna usare sempre "niente" e "nessuno".

    Ci sono però possibili sostituzioni del pronome indefinito che vanno bene sia con la forma affermativa che negativa, ma introducono una subordinata (non possono chiudere la frase, come invece possono fare qualcosa/qualcuno/niente/nessuno). Esempio:
    [Ho trovato/Non ho trovato] [ciò che/quello che]* [quello che/quella che/colui che/colei che]** [cercavo/volevo/desideravo/sognavo/mi aspettavo/ecc.]


    * in caso di cose
    ** in caso di persone (quello e colui al maschile; quella e colei al femminile); quello e quella sono più colloquiali che colui e colei
     
    Last edited: Apr 29, 2013
  4. EdenMartin Senior Member

    Italian - Italy
    Non è facile, ma provo a spiegare con la massima brevità.

    Nel primo esempio si esprime una negazione assoluta attraverso la forma della doppia negazione. Infatti, in italiano, la doppia negazione costituita da non + verbo seguito da niente, nulla, nessuno, mai; neppure, nemmeno, neanche; ... né… - quando è posta all’interno di una medesima proposizione - ha valore di negazione, non di affermazione come in latino e in altre lingue vive.
    Perciò, se da Berlino torni a mani vuote, dirai a Berlino non ho trovato niente (meno usato: non ho trovato alcunche); se non hai trovato gli amici adaspettarti, dirai a Berlino non ho trovato nessuno (pochissimo usato: non ho trovato alcuno). In definitiva, non dirai "a Berlino non ho trovato qualcosa", o “a Berlino non ho trovato qualcuno”.

    Nel secondo esempio, la specificazione finale indica che non si vuole esprimere una negazione assoluta. Chi pronuncia questa frase vuol dire che ha effettivamente trovato qualcosa, anche se non proprio quella desiderata. Perciò potrai dire, sia non ho trovato (niente - poco usato: alcunche) di meglio, sia non ho trovato (qualcosa- poco usato: alcunche) di meglio.
     
    Last edited: Apr 29, 2013
  5. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Ciao, Ethan.:)

    Davvero diresti:
    ?

    A me non suona molto bene; anche se si tratta di negazione parziale (perché dicendo "niente di meglio" significa che qualcosa comunque ho trovato trovato), direi solo Non ho trovato niente di meglio.

    Se penso a degli esempi possibili, mi suona sempre preferibile la variante con "niente"; solo in forma interrogativa mi suonano accettabili entrambi gli indefiniti qualcosa/niente (con sfumature di senso leggermente diverse). Esempi:

    Non ho qualcosa di meglio da fare:(/ Non ho niente di meglio da fare/ Non ho di meglio da fare/ Non hai [qualcosa/niente] di meglio da fare?
    Oggi non c'è qualcosa di buono da mangiare:(/ Oggi non c'è niente di buono da mangiare/ Non c'è [qualcosa/niente] di buono da mangiare oggi?
    Non c'è qualcuno della famiglia in casa:(/ Non c'è nessuno della famiglia in casa/ Non c'è [qualcuno/nessuno] della famiglia in casa?
     
  6. EdenMartin Senior Member

    Italian - Italy
    Non l'ho scritto per non complicare, come da programma, un messaggio semplificato per una persona non madrelingua: non suona bene ma è nell'uso comune e non lo considero scorretto, perché è questo uno dei casi in cui "meglio" vale "migliore".
     
  7. Connie Eyeland

    Connie Eyeland Senior Member

    Brescia (Italia)
    Italiano
    Mi è chiaro che in quel caso "meglio" vale "migliore", ma è il "qualcosa" abbinato al "non" che continua a non suonarmi bene (a meno che non si tratti di un'interrogativa) e appunto per non confondere le idee ad uno straniero non avrei elencato tale variante come equivalente della standard "non + (verbo) + niente di meglio".
     

Share This Page