passare di / da / per / a Roma

Discussion in 'Solo Italiano' started by luannante, Apr 26, 2011.

  1. luannante New Member

    italiano
    Nella mia ridente cittadina passerà il giro d'Italia. L'evento è ovviamente molto pubblicizzato, ma sui manifesti troneggia a caratteri cubitali la scritta : " IL GIRO D'ITALIA PASSA DA QUA"... non si dovrebbe dire ..PASSA DI QUA ..oppure PASSA DA QUI?
     
  2. piccolacoco

    piccolacoco Senior Member

    Italy - Puglia
    Italian
    Sull'uso di qui o qua, ti consiglio di leggere un altro post di WR:
    http://forum.wordreference.com/showthread.php?t=160370&langid=14

    Per quanto riguarda l'uso della preposizione semplice, di o da, "di qua" mi da il senso di moto per luogo. Quindi direi che "passa di qua" funzioni bene, anche se non credo che "da qua" sia sbagliato.
    Ma nn hoaltre idee:eek:
     
  3. piccolacoco

    piccolacoco Senior Member

    Italy - Puglia
    Italian
    Autocorrezione: Ma non ho altre idee.
     
  4. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Non credo che se "passa da qua" non è accettabile, esso lo diventi sostituendo "qui" a "qua".
    Io direi "passa di qua/qui".
    Saluti.
    GS
     
  5. Mefite New Member

    Anch'io userei "passa da qui". Di qua lo useri se accompagnato dal per: "passa per di qua".
     
  6. Yulan

    Yulan Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao Luannante :)

    Concordo con Giorgio: forse l'amico Sabatini Coletti può essere d'aiuto ...

    di [di] prep.

    LOCUZIONI: avverbiali:
    - in combinazione con avverbi di luogo, di qui, di sotto, di dietro, espressioni di moto a luogo, stato in luogo, moto per luogo, per indicare una posizione rispetto a un termine anche non specificato: andiamo di là; passa (per) di qua; vado di sopra;

    Ciao :)
     
  7. chlapec aMODiño...

    Galicia, Spain
    Galician & Spanish-Spain
    Buongiorno,
    Secondo il Garzanti :

    da
    7 in dipendenza da verbi che esprimono transito, passaggio, stabilisce un moto per luogo, talvolta sottintendendo un attraversamento con sosta: passare dalla finestra, dal cortile; al ritorno passeremo da Torino; se resti in casa, passerò da te nel pomeriggio.

    Allora, "passa da qui/qua" non sarebbe neanche scorretto, no?
     
  8. italo_da_b

    italo_da_b Member

    Italian
    Ciao luanannte,
    secondo me l'errore di fondo è da parte del committente del manifesto che se avesse voluto seguire una logica propagandistica avrebbe dovuto scrivere:

    ''Il giro d'Italia passa per ... (nome della tua ridente cittadina)''

    e come si potrebbe fare se uno volesse dire:

    ''La processione di Pasqua passa da qua''

    qualcuno potrebbe interpretarlo come

    ''La processione di Pasqua passalacqua'' che è una marca di caffè

    Diamo anche più valore all'anniversario dell'Unità d'Italia!
     
  9. Lituano Senior Member

    Lithuanian
    Salve amici! Secondo la dottoressa Vittoria De Rienzo ("Corriere della sera") sono correte tutte e quattro espressioni: DI QUA/ DI QUI/ DA QUA/ DA QUI ("... dipende dal suono che preferisce chi le usa"). Saluti!
     
    Last edited: Nov 23, 2011
  10. adicharlas Member

    italian
    Volendo essere precisetti comunque "passa da qua" suona male anche per tutta l'abbondanza di A...
     
  11. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Chiedo scusa a tutti, e soprattutto alla Dott.ssa De Rienzo, che non conosco.

    Io non riesco proprio a dire: "(*) Il Giro passa di Milano", ma solo "...da Milano" o "... per Milano".

    Cogli avverbi, invece, trovo naturale l'uso di "di": "Passa di qui/là/qua/lì e vedrai che arrivi prima".

    La grammatica di Serianni ce l'ho a casa: magari qualcuno potrebbe controllare lì.

    GS
     
  12. Lituano Senior Member

    Lithuanian
    Sono d`accordo con te, Adicharlas, "passa da qua" non suona bene...
    Hai ragione anche tu, Giorgio, perche` il verbo "passare" in questo caso richiede le preposizioni DA o PER. Anch`io direi: "Passare DA/PER Milano"... A proposito della grammatica dell`egregio Serianni: c`e` anche l`espressione DA LA` (in senso "da quel luogo"). Comunque anche a me pare che suoni meglio DI LA` e non DA LA`!
    E la dott.ssa Vittoria De Rienzo e` la condutrice della rubrica linguistica "Scioglilingua" del quotidiano "Corriere della sera".
    Cordiali saluti!
     
    Last edited: Nov 24, 2011
  13. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Grazie, Lit.

    GS
     
  14. adicharlas Member

    italian
    Ciao Lituano :)
    Credo anch'io che i manifesti non corrispondano alle intenzioni degli autori (a meno che non fossero: che ne parlino, purché ne parlino! :p).
    Non rendono nemmeno tutta l'enfasi dell'attraversamento, forse...
     
  15. Milkinis New Member

    Serbo
    Che differenza c'è tra:

    Quando passi per Roma fatti sentire.
    Quando passi a Roma fatti sentire.
     
  16. whyofcourse New Member

    Italian
    Passare a non suona molto bene quando si parla di un luogo, non credo che in questo contesto sia una forma corretta.

    L'unica altra alternativa ampiamente accettata che mi viene in mente è passare da, che è perfettamente equivalente a passare per.

    Ciò non toglie che frasi come "quando passi a prendermi?" siano corrette.
     
  17. dôghen Senior Member

    italiano
    Ciao Mikinis
    come ha detto whyofcourse il verbo "passare" inteso come andare attraverso o transitare viene di solito accompagnato dalle preposizioni "da e "per".

    In italiano però sia lo stato in luogo che il moto a luogo prevedono anche l'uso di "a" come in
    "il mese prossimo sarò a Roma" e "vado a casa mia prima di andare a scuola".

    Il verbo "passare" può anche significare, in certi contesti "andare" "dirigersi" "fare un salto". In questi contesti dunque se richiede un moto a luogo non c'è motivo per cui non possa essere accompagnato dalla preposizione "a". Se sostituisci "passare" ai verbi dei miei esempi sopra, avrai frasi di senso compiuto e grammaticalmente corrette in cui "passare" è usato con "a".

    Infine, la differenza tra i due esempi da te proposti è solo a livello di implicatura, essendo entrambe corrette e accettabili, la seconda forse implicando una sosta maggiore a Roma ("per" implica attraversamento "a" moto o stato in luogo) ma qui siamo nel campo delle ipotesi personali....
     
  18. Milkinis New Member

    Serbo
    Grazie a tutti e due delle vostre risposte.
    Specialmente la tua ultima frase dôghen spiega proprio quello che volevo sapere. ;)
     

Share This Page