1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

qua o qui

Discussion in 'Solo Italiano' started by adritabares, May 30, 2006.

  1. adritabares Senior Member

    spagnolo
    Carissimi foreri,

    Ieri ho detto: "che caldo fa qua" e subito mi hanno fatto la correzione:

    "che caldo fa qui"

    Qual è la differenza tra uno e l'altro?

    Grazie
    Adriana
     
  2. Saoul

    Saoul Senior Member

    Milan
    Italian
    Chi ti ha corretto? Per me "Che caldo fa qua!" va benissimo! Esattamente come "che caldo fa qui". Assolutamente intercambiabili.

    Vieni qui/qua.
    Sono qui/qua.
    Qui/Qua dentro si muore di caldo.

    Adriana, andava benissimo la tua frase, secondo me.
     
  3. adritabares Senior Member

    spagnolo
    Erano due professoresse al bar dell'università, io non ho saputo cosa dire, dopo hanno aggiunto: "sì, qui fa caldo perché in aula.......", ma io a questo punto tremavo come una foglia, e non ho potuto dire nulla.

    Ora sono molto più tranquilla, anzi penso di oggi domandare o chiedere una spiegazione...
    Grazie mille
    Adriana
     
  4. Cnaeius

    Cnaeius Senior Member

    Verona
    Italian, Italy
  5. Frenko

    Frenko Senior Member

    Italy, Italian
    Che caldo fa qui: fa caldo in questo punto del bar in cui mi trovo
    Che caldo fa qua: fa caldo in questo bar


    Coerentemente con il Devoto-Oli (sottolineatura mia):
    qua(2) avv. (radd. sint.) ~ ‘In questo luogo’: indica vicinanza a chi parla, ma è meno preciso di qui (vieni qua, vieni nei miei pressi; vieni qui, vieni in questo punto preciso)

    Per esempio... se in un locale il posto dove sei seduta è proprio sotto la bocchetta dell'aria condizionata e dici "Che freddo fa qua!", un tuo commensale seduto all'altro capo del tavolo potrebbe dirti "Ma non è vero: qui fa caldo"

    Il tuo commensale ha interpretato la tua frase come "in questo locale fa freddo!" e ti ha risposto che non fa freddo in tutto il locale... ;)
     
  6. jupa

    jupa Senior Member

    English-United States
    E' solo una differenza sottile? O e' abbastanza importante?
     
  7. Saoul

    Saoul Senior Member

    Milan
    Italian
    Personalmente non la sapevo neanche, quindi dal mio punto di vista mi verrebbe da dire che è una differenza minima, ma aspetta anche il parere degli altri... magari sono io che sono un po' "di legno".
     
  8. Cnaeius

    Cnaeius Senior Member

    Verona
    Italian, Italy
    Concordo con Frenko, ma non è questione d'essere di legno. :)
    Sono quelle sottili differenze di cui un madrelingua si serve magari senza nemmeno accorgersene, secondo me.
     
  9. Frenko

    Frenko Senior Member

    Italy, Italian
    Perfettamente d'accordo.

    Per continuare con l'esempio di prima, se la nostra amica avesse detto "Che caldo fa qui!" non avrebbe avuto la certezza che gli altri interpretassero la frase come "fa molto caldo dove sono seduta io"; lei stessa, anche fosse stata nativa, avrebbe potuto intendere "Che caldo fa qui" in questo locale o addirittura in questa nazione.

    Che ne pensate?


    Sul fatto che Saoul sia di legno o meno, però, aprirei un'altra discussione :p
    Ciao Saoul :D
     
  10. Link New Member

    Padova
    Italia - Italy
    La differenza esiste, ma è così sottile da essere ininfluente. Lo confermano espressioni quali "qui e là" o "qua e là", entrambe invalse nell'uso con un significato pressoché identico.
     
  11. ceci '79 Senior Member

    Italian, Italy
    Io no me ne servo proprio... ne' consciamente ne' inconsciamente! :)
    Secondo me, l'unica differenza e' che "qui" suona piu' elegante, mentre "qua" e' meno fine a causa della somiglianza con il verso dell'oca, ed e' per questo visto meno di buon'occhio (oltre a essere piu' colloquiale).

    Ma forse e' una distinzione che non facciamo qui nel Modenese...
     
  12. Manuel_M Senior Member

    Malta
    Maltese
    Ma l'uso di qui e qua non e' anche una questione geografica, nel senso che qua si usa di più al sud? O mi sbaglio?
     
  13. Giannaclaudia

    Giannaclaudia Senior Member

    Brianza
    Italian
    Concordo con Ceci, se una persona dice "qua" (soprattuto se parecchie volte nel giro di poche frasi), viene da pensare al verso dell'oca .... e mentalmente viene un mente un espressione di Totò (forse?) che faceva "quaqquaraqua".:rolleyes:

    Non uccidetemi (a parole) se non ho azzeccato il riferimento.:eek:
     
  14. moodywop Banned

    Southern Italy
    Italian - Italy
    Manuel, probabilmente hai ragione. Io uso entrambe le forme. Tuttavia forse dalle mie parti c'è l'influenza del napoletano.

    Esempio: cà nisciun' è fesso:)
     
  15. jupa

    jupa Senior Member

    English-United States
    C'e' la stessa differenza tra li' e la'?

    scusatemi che non scrivo corretamente gli accenti...sto usando un computer di un amico e non riesco a scriverli.
     
  16. Cnaeius

    Cnaeius Senior Member

    Verona
    Italian, Italy
    La stessa che c'è tra qui e qua: cioè "lì" è un po' più vicino di "là", citando più o meno una frase già apparsa nel forum (vedi collegamenti sopra) e con cui sono d'accordo.
    Questo di regola, poi chiaramente l'uso che se ne fa apre a diversi pareri:
    - chi non ci trova nessuna differenza
    - chi vede la differenza e non la usa
    - chi la vede e la usa

    L'importante è sapere che c'è e che, se si vuole, si può usare. Personalmente ritengo che la differenza tra lì e là, nell'uso quotidiano, sia più marcata rispetto a qui e qua. Giusto per rendere grossolanamente l'idea, rappresentando con una distanza fittizia (reale o percepita) da una "persona":

    "Persona" -> qui --> qua ---------------------> lì --------------> là
     
  17. ceci '79 Senior Member

    Italian, Italy
    Si', sono pienamente d'accordo con te.

    Inoltre, direi che li' sia spesso usato per inidcare un luogo lontano dal parlante ma vicino al suo interlocutore (li' da te a Verona dove ti trovi tu - non qui a Modena dove sono io), mentre la' si usa soprattutto per indicare una posizione lontana sia dal parlante sia dal suo interlocutore (la' a Verona - e non qui a Modena dove ci troviamo entrambi).
     
  18. diddue Senior Member

    Firenze
    Italian/Italy
    Personalmente sento molto questa distinzione e non solo io, a Firenze usiamo molto anche costì (= precisamente lì dove sei) , che non è più molto usato altrove.
     
  19. stelllina

    stelllina New Member

    France
    Ciao a tutti.... Qual'è la differenza tra qui, qua , li , la ????
     
  20. lsp

    lsp Senior Member

    NY
    US, English
    Benvenuta, stelllina. Spiegazioni trovate qui, qua, e (un po' in inglese però) :D
     
  21. stelllina

    stelllina New Member

    France
    Grazie... anche se rimane ancora un po' difficile capire le sfumature d'uso....:eek:
     
  22. femmejolie Senior Member

    Madrid
    Spanish (Spain)
    Innanzitutto, devi segnare l'accento su là e lì per distinguerli dai suoi omonimi li (art. det. masc. pl.) e la (art. det. femm. sing.)

    Qui /qua - lì/là sono la stessa cosa (noi spagnoli usiamo i termini spagnoli corrispondenti a "qui /lì ed i sudamericani dicono "qua/ là")

    Là /lì in francese sarebbe là in basso / laggiù
     
  23. Cnaeius

    Cnaeius Senior Member

    Verona
    Italian, Italy
    Se il significato di qui e qua è praticamente identico, anche se a voler fare i pignoli ci sono delle differenze (vedere gli ultimi collegamenti), quello di lì e là è proprio differente: se siamo in due a distanza di 10 metri e tu hai davanti a te una cosa io ti dirò "cosa c'è lì?" se invece siamo entrambi in un posto e guardiamo ad un posto distante da entrambi diremo "cosa c'è là?"
     
  24. femmejolie Senior Member

    Madrid
    Spanish (Spain)
    Sì, hai ragione, ma senza voler essere pignoli, io direi che, in pratica, lì e là si confondono nel parlato (io non vivo in Italia)
    In inglese esistono soltanto 2 forme ed, in Spagna, nonostante ci sia la stessa espiegazione che tu hai fornito sull'uso di lì/là (lì->più vicino; là->più lontano), noi spagnoli in pratica non diferenziamo lì/là.

    Il DRAE. dice che là indica un luogo meno circoscritto o determinato di lì.
    (ad esempio, là in America, là in Russia), ma noi in pratica diciamo di più lì in America, lì in Russia (non so cosa dicono gli italiani)
    Il RDAE. dice anche che là ammette certi gradi di comparazione che rifiutta "lì" (ad esempio, più in là, così in là. Queste forme comparative sì si usano in Spagna)

    Io dicevo che lì/là in pratica si usano indistintamente per questo, e perché pensavo che se un italiano mostrasse a dito un oggetto a 40 m. potesse dire guarda lì al posto del convenzionale guarda là.

    Un tempo si diceva guarda questo ragazzo qui /guarda quel ragazzo là.
    Oggigiorno si dice soltanto guarda quel ragazzo, indipendentemente dalla distanza.
     
  25. Cnaeius

    Cnaeius Senior Member

    Verona
    Italian, Italy
    La differenza tra lì e là va oltre la mera distanza.
    Se io chiamo mia mamma al telefono posso dirle "chi c'è lì?", anche se sono a 1000 km di distanza da lei. E facendo così le chiedo che persone si trovano più o meno vicino a lei. Se le dicessi "mamma chi c'è là?" suppongo che le persone di cui parlo siano lontane anche da mia mamma.
    Se mi venisse incontro una persona con un serpente in mano gli direi "Ah! Cos'hai lì!" Se gli dicessi "cos'hai là?" potrebbe guardarsi intorno. Questo in italiano ovviamente
     
  26. sabrinita85

    sabrinita85 Senior Member

    Rome, Italy
    Italian
    Di norma dovrebbe essere così, ma nel parlato, si usa lì/là intercambiandoli indistintamente nelle varie frasi.
    Io, per rifarmi al tuo esempio, dico a mia madre sia "chi c'è lì?" sia "chi c'è là?" e, nel caso di quest'ultima, mia madre non si guarderebbe attorno, ma capirebbe che io voglio sapere chi c'è in quella, che so, stanza.
     
  27. Verboso Junior Member

    Italiano Italia
    "qui" e "qua" sono così simili che qualsiasi parlante italiano stenta a indicarne la differenziazione. Ciò non significa che la differenza non ci sia, ma è minuscola e non ragionata.
    La differenza sta nel fatto che "qui" implica un indicazione più precisa o un'estensione minore, mentre "qua" è più generico ed indica un'estensione maggiore.
    Ma ripeto che è una sfumatura minuscola, un vezzo linguistico, nessuno potrebbe contestare la scelta dell'una o dell'altra forma.
     
  28. arirossa

    arirossa Senior Member

    Latina
    Italy italian
    Già, io l'ho sentito dire solo a Bigazzi in TV.
    E tutto questo discorso mi ricorda mio padre, che si era fissato a voler insegnare a mia madre anche l'uso di "codesto". Un tempo non esistevano solo "questo"e "quello", ma "questo, codesto e quello". Se dici "codesto" ora (ma anche trent'anni fa), oltre che non capirti, ti ridono anche dietro. (Io non l'ho mai detto, specifico! :D )
     
  29. Cnaeius

    Cnaeius Senior Member

    Verona
    Italian, Italy
    Beh, io no, e nemmeno mia mamma si guarderebbe attorno se è una cosa ovvia però le suonerebbe strano all'orecchio. E se sei a due metri davanti a tua mamma, lei ti guarda e ha qualcosa tra le mani, le dici "cos'hai là?". E se vedi un bel tipo passare ad una considerevole distanza, non dici all'amica che hai di fianco facendole un cenno "Ehi guarda là che figo!"? Se ti passa quasi davanti al naso non dirai invece senza che ti senta "guarda lì che figo!"? E se ti si presenta davanti lo conosci e vuoi scherzare con lui rivolgendogli la parola dirai invece " guarda qui/qua che bel figo!" .
    Dire che lì/là si intercambiano indistintamente mi pare una semplificazione che non rispecchia la realtà.
    Se non ti ritrovi in nessuno degli esempi sopra e nel precendente post allora vuol dire che parliamo (e sentiamo parlare) proprio due lingue diverse.. C'è di peggio nella vita
    Su qui e qua invece siamo tutti d'accordo.
     
  30. femmejolie Senior Member

    Madrid
    Spanish (Spain)
    Che antico! Neanche la mia profesoressa, che è di Prato, lo dice (sì dice, invece, he hosa... e le scappa spesso l'acca aspirata)
    Costì l'ho visto nei libri di grammatica antichi.
    Ricordo aver letto in un libro di grammatica costui/costei/costoro :D :D
    Nemmeno la mia profesoressa dice codesto/a (che è tipicamente toscano, non so se sparito nel parlato)
     
  31. Nicholas the Italian Senior Member

    Belluno
    Italian
    Dopo aver letto tutti i vari esempi trovo personalmente che qui/qua e lì/là siano nella mia esperienza perfettamente intercambiabili, semmai è una questione di sonorità/vicinanza con le altre parole...
    Quindi la domanda che mi pongo è: che ling stoj parland? :D
     
  32. femmejolie Senior Member

    Madrid
    Spanish (Spain)
    Concordo, io non vivo in Italia, ma per quanto ho visto e sentito nei film, libri di grammatica, parlando con gli italiani, mi sembra che siano intercambiabili(mi pare anche che al Sud si usi di più "qua"e "là")
     
  33. vikgigio Senior Member

    Italia
    Italian, Italy
    Vorrei sfatare questa convinzione (basata non so su cosa) riproposta anche da qualcun altro nel thread contiguo a questo che al sud si usino di più "qua" e "là". Io da buon meridionale vi dico che 'sta cosa mi pare assolutamente falsa. D'altronde i 2 termini delle coppie qui/qua e lì/là non sono identici e quindi non intercambiabili in ogni situazione.
    Vi citerò una fonte autorevole in merito, ovvero Luca Serianni nella sua Grammatica della Lingua Italiana, che scrive:
    "Pur essendo per gran parte equivalenti, e e qui e qua non sono sempre intercambiabili. e qui sono usati di preferenza per un luogo puntuale, definito con precisione, mentre e qua indicano un luogo come area, senza determinazione precisa. L'opposizione 'puntualità/arealità', pur non emergendo sempre con nettezza, appare evidente nelle costruzioni con preposizione. Diremo infatti di là dal fiume (riferimento a un'area indefinita oltre il fiume), ma passare di lì (riferimento a un luogo preciso; nel caso di passare di là si avverte invece una maggiore indeterminatezza)"
    Fine citazione. Beh, questo è quanto. Traete voi le vostre conclusioni.
     
  34. diddue Senior Member

    Firenze
    Italian/Italy
    Io invece lo uso anche nel linguaggio parlato, può dare un tocco di colore, lo ammetto , ma non mi suona così risibile.
    Non sono nemmeno una mummia polverosa.
     
  35. rocamadour

    rocamadour Senior Member

    Milano
    Italian
    Beh, io vado a Firenze abbastanza spesso e in effetti mi sembra che si usi piuttosto diffusamente. E devo dire che mi piace, arricchisce il linguaggio. Mio figlio (che ha undici anni) da quando qualche anno fa ne ha imparato l'uso a scuola ogni tanto si diverte a usarlo, ma qui "al nord" suona un po' strano...
     
  36. arirossa

    arirossa Senior Member

    Latina
    Italy italian
    Non credo che si tratti di mummie polverose o simili :) ma che sia una questione strettamente locale. Suona un po' strano al nord, come dici tu, ma suona molto strano anche a Roma e sicuramente più a sud. Dato che l'unico fiorentino DOC che sento parlare è Bigazzi, io l'ho sentita solo da lui (poi, leggerla è un'altra cosa, su vecchi testi senz'altro).
     
  37. stelllina

    stelllina New Member

    France
    Grazie a tutti per tutte queste risposte....
     
  38. claudine2006

    claudine2006 Senior Member

    Andalucía Spain
    Italy Italian
    Non saprei, io uso di più la forma qui.
     
  39. boblibero New Member

    FIRENZE
    ITALIANO
    cari amici mettiamo gli accenti la dove devono andare:

    se la parola è sicura nella sua pronuncia l'accento non deve essere messo quindi "li o la" e non "lì o là", mentre va bene "quì o quà" poiché uno straniero che conosce poco la nostra lingua potrebbe farsi sfuggire un "qùi o qùa".

    Detto questo credo che "la" e "quà" siano da intendersi gli equivalenti di laggiù e quaggiù (un po' più bruttini nell'uso comune) ed effettivamente si usano per dare una indicazione del luogo più ampia come qualcuno ha indicato, mentre quì e li indicano l'area ristretta intorno al posto in cui uno si trova e non già l'intero ambiente in cui si può muovere.
    esempio "la casa è calda ma quì fa un po freddino" (potrebbe essere "mi fa un po' freddino").

    Ciao e buone feste a tutti
     
  40. MOMO2 Senior Member

    Milan
    Italian
    Ciao Adritabares.
    Ti ribadisco ciò che ti hanno detto già altri: qui e qua sono intercambiabili.
    E ti correggo la tua ultima frase:

    ... anzi, oggi ho intenzione di chiedere una spiegazione /
    ... anzi: oggi intendo chiedere una spiegazione /
    ... anzi: oggi chiederò una spiegazione.

    "Pensar" in questo senso va tradotto come "avere intenzione di / intendere".

    In italiano si chiede una spiegazione:tick:, non si domanda una spiegazione

    La posizione dell'"oggi" è assolutamente non italiana.

    Spesso in italiano si usa la virgola (,) al posto dei due punti :)). Ti ho messo gli esempi in entrambi i modi.

    Spero ti sia utile.
    Momodos
     
  41. stella_maris_74

    stella_maris_74 Mod About Chocolate

    Rome
    Italian - Italy
    Mi spiace, ma queste indicazioni sono errate e rischiano di trarre in errore gli studenti della nostra lingua.

    Per comodità e stringatezza riporto quanto spiegato su Wikipedia alla voce
    Accento grafico.
    Indicazioni confermate da qualsiasi grammatica della lingua italiana :rolleyes:
     
  42. shinu

    shinu Junior Member

    Northern Italy
    Italian
    Aggiungo my own two cents, anche se il thread è vecchio, perchè mi sembra che nessuno l'abbia detto. A quanto mi hanno insegnato a scuola:

    Qui e qua: luogo vicino a chi parla
    Lì e là: luogo lontano da chi parla

    Qui e lì: luogo vicino a chi ascolta
    Qua e là: luogo lontano da chi ascolta.

    Perciò
    Qui: vicino sia a chi parla che a chi ascolta
    Qua: vicino a chi parla, lontano da chi ascolta (esempio: "portami di qua il telecomando" se l'altra persona è in un'altra stanza)
    Lì: lontano da chi parla ma vicino a chi ascolta (es. Lì da te)
    Là: lontano sia da chi parla che da chi ascolta

    Poi sono sottigliezze spesso ignote ai più, specie per quanto riguarda qui e qua (usati praticamente indifferentemente), però è bene saperlo.
     
  43. azaly87 New Member

    Italiano
    Buongiorno a tutti,
    vorrei dare il mio contributo in merito a questa discussione. E' esattamente come ha detto Frenko. A suo tempo anch'io mi ero posta la domanda:"ma esattamente che differenza c'è tra lì e là" con un amico e mi ero convinta fosse un problema di distanza. La mia idea era che "là" fosse un punto più lontano dal parlante mentre "lì" sempre lontano ma relativamente più vicino. Fortunatamente le grammatiche vengono in soccorso della lingua laddove l'uso parlato non chiarifichi la differenza. Dunque, cominciamo con la prima differenza: qua/là e qui/lì. In questo caso si tratta effettivamente di distanza. Qui e qua definiscono l'indicazione di qualcosa o che si trova vicina al parlante mentre lì e la qualcosa che si trova lontano. Detto questo qui e lì identificano l'indicazione di un punto preciso. Se ci si pensa in effetti il gesto di indicare qualcosa è solitamente accompagnato da "qui o lì". "Dove hai messo il cappotto?" "Lì sulla sedia" (lontano dal parlante ma luogo ben definito) / "Dove sono le mie scarpe?" "Qui vicino al tappeto" (vicino al parlante e sempre luogo ben definito). Qua e là identificano l'indicazione di un punto non ben definito. "E le chiavi?" "Sono là da qualche parte" / "Mario non era con te?" "Sì è qua attorno". Questa è la spiegazione che le grammatiche forniscono in materia e che, personalmente, trovo semplice e chiarificante. A tutti coloro che possano nutrire dei dubbi in merito ricordo che un conto è la regola e un conto è poi l'uso nell'italiano. Mi spiego. Nonostante questa sia la regola prima di pormi questo dubbio sono sicura di aver usato innumerevoli volte questi avverbi in maniera scorretta grammaticalmente perchè semplicemente non ci si pensa. Nell'uso parlato soprattutto credo siano diventati quasi intercambiabili. Io sfido chiunque a chiedere ad un italiano medio quale sia la differenza tra questi avverbi ed ottenere la risposta delle grammatiche. In Italia poi dove per un parlante è difficile distinguere una regola da un regionalismo le cose sono anche più complesse. E'normale pensare:"dalle mie parti si dice così, in altre zone forse no". Mi sono sentita di dare il mio contributo visto che, Frenko a parte che è stato preciso, ho notato una gran confusione di pareri in merito ed essendo questo un forum linguistico sarebbe il caso di fornire alle persone straniere una risposta chiara e basata su una fonte grammaticale piuttosto che un "mah, secondo me potrebbe essere così". Se si vuole aiutare e contribuire in questa materia la cosa migliore è fare come Frenko, citare la regola. Dire "secondo me" o "dalle mie parti" non è accettabile. So che è un commento un po'rigido ma sono una di quelle persone che a domanda vuole una risposta concreta e certa, la sicurezza della regola non un parere insomma.
     
    Last edited: Mar 22, 2014

Share This Page