quand on s'y attend le moins

Discussion in 'Italiano-Français' started by Oikeiosis, Nov 10, 2013.

  1. Oikeiosis Junior Member

    Italiano
    Cari amici francofoni,

    Ogni tanto trovo, leggendo testi francesi, questa espressione. ON S'Y.
    Naturalmente serve il contesto, nel caso specifico: l'amour arrive quand on s'y attends le moins. Che dovrebbe significare l'amore arriva quando ce lo si aspetta di meno. E' quindi traducibile, con valore molto generale e decontestualizzato, "on s'y" come "ce lo si"?

    Ed in alternativa, una traduzione come "l'amour arrive quand nous nous l'attendons le moins" (tanto per semplificare) risulterebbe sbagliata? Si può semplificare la forma "on s'y" o ha esattamente quella forma d'utilizzo?

    Grazie per le eventuali risposte!
     
  2. matoupaschat

    matoupaschat Senior Member

    Liège, Belgium
    Français (Belgique)
    Ciao Oikeiosis,
    "L'amour arrive quand on s'y attend le moins":
    on = pronome indefinito, soggetto
    s' (se) = pronome pers. riflessivo III pers. sing., oggetto diretto
    y = pronome oggetto indiretto (vale "à cela")​
    In francese, s'attendre è un verbo pronominale riflessivo che si costruisce con un complemento indiretto. On s'y attend = on s'attend à quelque chose. Ha lo stesso significato di "nous l'attendons" in cui l' è oggetto diretto (non "nous nous l'attendons").
    Vale a dire alla fine che "on s'y" non è esattamente la stessa cosa di "ce lo si" e inoltre è una costruzione del tutto normale e augurabile, per niente pesante.
    Spero di essermi fatto capire.
    :):)
     
  3. Oikeiosis Junior Member

    Italiano
    Sì, ed anche molto bene. Ti ringrazio!

    PS. Comunque in italiano, almeno nella frase in questione nel thread, è facilmente/letteralmente traducibile con "ce lo si" o, al più, "ce lo" / "lo si". Hai in qualche modo confermato la traduzione intuitiva che avevo impiegato... alla prossima ;)
     
    Last edited by a moderator: Nov 11, 2013
  4. janpol

    janpol Senior Member

    France
    France - français
    "L'amour arrive (toujours) quand on s'y attend le moins" (quand on s'attend le moins à ce qu'il arrive) (y = à ce qu'il arrive)
    "L'amour arrive (toujours) quand on l'attend le moins".
     
  5. albyz

    albyz Junior Member

    difficile à dire :-)
    si può anche evitare il "ce lo si" con un:
    ... quando uno meno se lo aspetta. :)
     
  6. matoupaschat

    matoupaschat Senior Member

    Liège, Belgium
    Français (Belgique)
    Già, ma Oikeiosis era interessato anzitutto a chiarire la frase francese ;).
    Io avrei detto ancora più semplicemente "... quando meno si aspetta", mi sa che non ci vuole una parola di più, o sbaglio?
    Ciao!
     
  7. albyz

    albyz Junior Member

    difficile à dire :-)
    Verissimo.

    Se ho capito bene si avrebbe:
    L'amore arriva sempre quando meno si aspetta.
    In effetti, tanto vale togliere il superfluo. Però, così facendo, alla solita mente contorta ;-) verrebbe da pensare che aspettando di più cali la probabilità che arrivi l'amore!!! :) (l'amour arrive toujours lorsqu'on attend le moins).
    Je te cède volontier le bébé, à garder impérativement au chaud (il commence à faire frisquet) :)
     
  8. Oikeiosis Junior Member

    Italiano

    Sono tutti dei buoni consigli sulle possibili traduzioni, vi ringrazio.
    Per deformazione professionale sono costretto a complicarmi un po' la vita, una sorta di formalità della già formale (a mio parere) lingua francese. Ma va bene lo stesso, alla prossima! ;-)
     
  9. matoupaschat

    matoupaschat Senior Member

    Liège, Belgium
    Français (Belgique)
    Il francese non è né più né meno formale dell'italiano, ma sembra di esserlo per un italiano che lo impara, come del resto l'italiano per un francese, perché ci vuole sempre parecchio tempo in qualunque lingua per raggiungere una certa naturalezza di uso.
    Scusate la pedanteria :D.
    Matou
     
  10. albyz

    albyz Junior Member

    difficile à dire :-)
    Quando ci vuole, ci vuole.
    Non a caso, una delle prime cose che si perdono quando sbiadisce una lingua che si conosceva (o si pensava di conoscere) è proprio la naturalezza d'uso, che viene sostituita da grandi contorsionismi. :)
     

Share This Page