1. aefrizzo

    aefrizzo Senior Member

    Palermo, Italia
    italiano
    Buon giorno.
    Apprendo da un thread di questo forum che "sac à poche" è un falso francesismo, poiché lo stesso strumento (tasca da pasticceria) è chiamato dai pasticceri francesi "douille". Anche il Larousse riporta nella sezione cuisine: "poche à douille", ma ignora "sac à poche".
    Mi chiedo quando e dove è comparso questo falso (?) francesismo e cosa intendesse dire il primo pasticcere che l'ha usato. (Non ditemi che risale ai tempi di Caterina dei Medici).
    Se provo a tradurre col mio rudimentale francese, viene fuori qualcosa di veramente ignobile: borsa da tasca, sacco a tasca:confused:.
    Grazie.
     
    Last edited: Nov 24, 2012
  2. Fooler Senior Member

    Padova
    Italian (Italy)
    Ciao efreizzo,

    Ho seguito anche io i posts per questa parola se maschile o femminile etc.

    Per il mio rudimentale francese e facendo un giro in rete penso che questa parola sia stata italianizzata alla francese dalla parola sacoche (da saccoccia: per me un misto tra sac et poche) che dovrebbe essere anche la borsa a forma di piccolo sacco, tipo borraccia triangolare in cuoio, nella quale veniva trasportata l'acqua.

    Attendiamo lumi dai cugini

    http://fr.wiktionary.org/wiki/sacoche
     
  3. aefrizzo

    aefrizzo Senior Member

    Palermo, Italia
    italiano
    Si ce n'est pas vrai, c'est bien trouvé.:D
    Correggete il mio francese, SVP.
     
  4. matoupaschat

    matoupaschat Senior Member

    Liège, Belgium
    Français (Belgique)
    Ciao Aefrizzo,

    Leggo soltanto ora il thread italiano sull'argomento e mi viene un'altra spiegazione, altamente ipotetica. L'espressione "sac à poche", foneticamente potrebbe essere la giustaposizione delle parole italiana e francese che hanno lo stesso significato: la sacca = la poche ==> la "sacca-poche" che per corruzione grafica diventa "la sac à poche" (niente sorpresa che il francese si usi in gastronomia;)), e così si spiegherebbe anche il genere femminile incongruo.

    PS Le parole francesi che conosco per quello strumento sono "la poche à douille, la poche de pâtissier/pâtisserie" o le semplici "poche" e "douille".

    ;):)
     
  5. aefrizzo

    aefrizzo Senior Member

    Palermo, Italia
    italiano
    Ciao, Matou.
    Ipotesi brillante la tua:thumbsup:. Se confermata, quelli che inorridiscono di fronte all'uso del femminile, in italiano, dovrebbero rivedere la loro posizione, magari previa modifica ortografica.
    D'altra parte nei teatri fuori di Italia, nessuno si fa scrupolo di gridare "Bravò" anche quando in scena c'è da sola Montserrat Caballè oppure un'orchestra da 150 elementi.;)
     
    Last edited: Nov 27, 2012
  6. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao, Aef :)

    Personalmente non inorridisco davanti all'articolo femminile usato in italiano per "sac à poche" ;)

    Tuttavia, permettimi una piccola precisazione: la domanda dell'OP nella discussione "sac à poche" non riguardava il genere (femminile o maschile) più diffuso in italiano per il termine francese, bensì (almeno mi era parso di capire) quale articolo (maschile/femminile) fosse il più appropriato e ... davanti ad una parola straniera il cui genere è maschile, per quanto ne so, anche in italiano si usa il maschile.

    Tutto qui. :)


    P.S.: Bizz, bizz, bizz, Matou! :)
     
    Last edited: Nov 27, 2012
  7. matoupaschat

    matoupaschat Senior Member

    Liège, Belgium
    Français (Belgique)
    Sei fortunato, caro Aefrizzo, io devo inoltre sopportare quelli che per sfoggiare le proprie competenze linguistiche gridano "Bravissìììmo".

    PS: Anch'io, bizz³, Anja :)!
     
    Last edited: Nov 28, 2012

Share This Page