Se arriviamo di notte...oppure... Se arriveremo di notte...

Discussion in 'Solo Italiano' started by Magixo, Nov 29, 2012.

  1. Magixo Senior Member

    Croatian
    Ciao a tutti!

    Io ancora mi combatto con le frasi che iniziano con SE. Secondo voi, è megli dire:

    1) Se (domani) arriviamo di notte, andremo direttamente in albergo. oppure
    2) Se (domani) arriveremo di notte, andremo direttamente in albergo.


    Un altro esempio:

    1) Se viaggi in aereo, risparmierai molto tempo.
    2) Se viaggerai in aereo, risparmierai moto tempo.

    Grazie mille,
    Magixo
     
  2. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao, Magixo :)

    Si tratta di periodi ipotetici della realtà (la partenza, il viaggio sono fatti reali): non mi farei problemi ad usare l'uno o l'altro tempo indistintamente (indicativo presente o indicativo futuro). :)
     
  3. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Ma se non li mischi è sicuramente meglio... ;):)
     
  4. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Ciao, Necsus :)

    Piacere di incrociarti!
    Mi sa che hai ragione. O, forse, dipende dalla situazione: "Se parti nel pomeriggio, arriverai a notte fonda", in questo caso non mi dispiace mischiare i tempi. :)
     
  5. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Il piacere è sempre mio, Annnja. :)
    Certo, se la prima azione è molto vicina nel tempo, presente+futuro aiuta anche a distanziare la seconda, ma gli esempi di Magixo mi sembrano descrivere tutte azioni proiettate nel futuro, o senza una connotazione temporale precisa, e quindi non ci sarebbe motivo di usare due tempi diversi. Non credi?
     
  6. Anja.Ann

    Anja.Ann Senior Member

    Lombardia
    Italian
    Grazie, Prof! :p
    Scusa, Necsus, vero: non avevo capito che ti riferivi agli esempi specifici (per questo parlavo di "situazioni" :)
     
  7. Necsus

    Necsus Senior Member

    Formello (Rome)
    Italian (Italy)
    Come si dice a Roma: "Ma dde che!" :D
     
  8. Magixo Senior Member

    Croatian
    Ciao ancora una volta!

    Le ringrazio per l'aiuto. Allora, se capisco bene, esistono le combinazioni diverse per le frasi del tipo:

    "Se parti nel pomeriggio, arriverai a notte fonda" PRESENTE + FUTURO
    "Se parti nel pomeriggio, arrivi a notte fona." PRESENTE + PRESENTE
    "Se partirai nel pomeriggio, arriverai a note fonda." FUTURO + FUTURO
    "Se partira nel pomeriggio, arrivi a notte fonda." forse ci sono i casi quando si può usare anche la combinazione PRESENTE + FUTURO

    La mia domanda è seguente: Come può uno come me che non è nato in Italia scegliere la combinazione giusta, o megli dire che suonano bene, per una frase simile? Ci sono delle regole? La prego di dirmele.

    Grazie Magixo.
     
  9. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Ciao, Mag.

    Il tuo desiderio d'imparare è davvero ammirevole.
    Guarda, nei post precedenti il problema è stato affrontato in modo molto sereno e corretto.
    Io ti dò un consiglio molto semplice: tutte le alternative presenti nel tuo ultimo post sono — forse con l'unica eccezione della quarta — perfettamente accettabili e (di fatto) usate dagli italiani nel parlare corrente. Aggiungo che le due versioni "centrali"

    "Se parti nel pomeriggio, arrivi a notte fonda."
    "Se partirai nel pomeriggio, arriverai a notte fonda."

    sono probabilmente le più comuni — la prima è più sciolta e leggera e quindi adatta al parlato; la seconda è più "grammaticale" e quindi più appropriata allo scritto e al parlato "sostenuto" (e quando vuoi mostrare quanto sei bravo in italiano). :)

    GS
     
  10. olaszinho Senior Member

    Italy
    Central Italian

    Tento di rispondere a questa domanda, visto che l'altro thread veniva chiuso proprio mentre tentavo d'inviare questo mio modesto contributo.
    La seguente frase era stata scritta da Giorgio Spizzi.

    "Tra dieci anni, se non ho sfondato come scrittore, accetto il lavoro in banca...".

    Scusami Giorgio,ma una frase come questa io la relegherei all'italiano colloquiale, in un registro più formale o sorvegliato, l'unica scelta possibile mi pare sia ancora:
    "tra dieci anni, se non avrò sfondato come scrittore, accetterò il lavoro in banca". Che poi nell'italiano parlato si senta di tutto è un altro discorso.
    Vorrei soltanto aggiungere, rifacendomi agli esempi di Magixo, che il doppio futuro, sia nella protasi introdotta da se, che nell'apodosi, si trova in molti testi di grammatica contrastiva italiano - altre lingue straniere. Ciò proprio per evidenziare il diverso compartamento dell'italiano, in questo specifico contesto, rispetto ad altre lingue come l'inglese, il francese o lo spagnolo, che utilizzano soltanto il presente dell'indicativo dopo il se.
     
  11. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Ciao, ola.
    Hai perfettamente ragione, naturalmente.
    Giustamente i libri di testo di Italiano LS fanno benissimo a segnalare forme come "tra dieci anni, se non avrò sfondato come scrittore, accetterò il lavoro in banca".
    Quello che dovrebbero fare, però, è di fare presente — in una nota, magari, o in una sezione dedicata alla lingua colloquiale — che esiste anche l'altra opzione.
    Come italiano, io stesso, udendo la tua frase sarei portato a dire/pensare "Corbezzoli, come parla bene/difficile questo!".

    Con simpatia. :)

    GS
     

Share This Page