Se + condizionale

Discussion in 'Solo Italiano' started by laurentius87, Jul 2, 2010.

  1. laurentius87

    laurentius87 Senior Member

    Turin, Italy
    Italian
    Mi pare che questo argomento non sia stato trattato prima.

    Ora, tutti sappiamo che se, in un periodo ipotetico, regge il congiuntivo imperfetto, mentre il condizionale è riservato all'azione 'condizionata' (Se avessi fame, mangerei uno yogurt).

    Tuttavia mi è venuto in mente che ci possono essere situazioni più ambigue, nelle quali a rigor di logica potrebbe venire da usare il cacofonico se + condizionale (a parte le ovvie interrogative indirette del tipo Gli chiesi se sarebbe andato al mercato).

    Mi spiego: voglio indicare una condizione nella quale c'è già un elemento di incertezza/programmazione. Ipotizziamo che la situazione sia la seguente: è prevista una certa cosa, dunque, per esempio, la scuola dovrebbe (non, pianamente, deve) chiudere il 10 giugno.

    1) Se la scuola dovrebbe chiudere il 10 giugno, non c'è molto tempo per le lezioni.​

    Che a mio parere altro non è che una forma 'rappresa' di

    2) Se [è vero che] la scuola dovrebbe chiudere il 10 giugno, non c'è molto tempo per le lezioni.​

    Chiaramente io per primo direi Se la scuola deve chiudere il 10 giugno, o Se è previsto che la scuola chiuda il 10 giugno, ma mi chiedevo se la apparentemente strampalata forma 1) possa essere corretta in questo caso.

    Vale a dire, nel caso in cui la condizione si riferisca a una situazione programmata/prevista che un semplice indicativo presente non esprimerebbe poi così compiutamente.
     
  2. o-nami

    o-nami Senior Member

    Torino, Italia
    Italian
    Secondo me è errata, in quanto il verbo "dovrebbe" esprime già il dubbio che il giorno di chiusura sia proprio il 10 giugno. Il "se" mi pare inutile (oltreché cacofonico :) )
    Invece nella seconda forma, il "se" si riferisce a "è vero che", e non interessa il verbo dopo.
    Ma anche in questo caso sarebbe superflua tutta la prima parte.
     
  3. evrix

    evrix Senior Member

    rome
    italian
    Non vorrei svarionare, ma secondo me qua ci va il classico congiuntivozzo: "se la scuola dovesse chiudere... non ci sarebbe..."
     
  4. facciadipietra Senior Member

    Firenze
    Italian (northern, southern and central background)
    Sì, nel veloce parlato quotidiano si può sentire il se usato come "visto che" o "se è vero che", e quindi le strutture grammaticali delle frasi si adattano di conseguenza.
    Ovviamente nel parlato controllato e nello scritto non potrà mai essere accettata questa valenza del se, perché fuori dal contesto e senza l'intonazione adatta le frasi rischierebbero di essere incomprensibili.
    Ma nel parlato tra amici le frasi ellittiche (non sgrammaticate, ma ellittiche) sono la norma. E ci sono congiunzioni che con l'intonazione giusta possono prendere la valenza di sintagmi molto più lunghi.
     
  5. housecameron

    housecameron Senior Member

    Italy
    Italian/ Italy
    A mio avviso è errato elucubrare su tale questione, basta avere un po' di orecchio ;)

    È corretto dire (quoto evrix):
    Se la scuola dovesse chiudere il 10 giugno, non ci sarebbe molto tempo per le lezioni.

    Informale:
    Se la scuola chiude il 10 giugno, non ci sarà molto tempo per le lezioni (non c'è mi suona molto meno bene).

    Se la scuola deve chiudere il 10 giugno non mi suona bene, sembra un obbligo.
     
  6. facciadipietra Senior Member

    Firenze
    Italian (northern, southern and central background)
    Si discuteva con obbiettività di una forma sintattica che può capitare di sentire, e che di certo se esaminata a fondo lascerebbe perplesso qualcuno (soprattutto i già confusi stranieri...), ma che non nasce da un errore di consecutio ma appunto dall'uso di se in particolari contesti (ragionamenti veloci) come forma "rappresa" (come ha detto Laurentius) di "se è vero che" o simili. Ma sicuramente quest'uso non sarà familiare a tutti gli italiani.
    In ogni caso se si evita di contrarre troppo la sintassi non si scontenterà nessuno.;)
     
  7. laurentius87

    laurentius87 Senior Member

    Turin, Italy
    Italian
    Chiaramente sottoscrivo.

    Comunque il tono di Se la scuola dovesse chiudere il 10 giugno, non ci sarebbe molto tempo per le lezioni è diverso da Se (è vero che) la scuola dovrebbe chiudere il 10 giugno, non ci sarebbe molto tempo.

    Questo semplicemente perché il dovrebbe indica un'ulteriore incertezza e insieme una programmazione che il dovesse appiattisce. :)
     
  8. housecameron

    housecameron Senior Member

    Italy
    Italian/ Italy
    Se la scuola dovrebbe chiudere il 10 giugno non si può dire né scrivere, ed è letteralmente inascoltabile, per favore!! :)
     
  9. ALEX1981X Senior Member

    Italian

    Allora io penso questo:

    Il se + condizionale va benissimo per quanto riguarda le interrogative indirette senza ombra di dubbio....

    Es: Mi chiedo se sarei in grado ! :tick: .....non c'entrano niente le ipotesi in queste costruzioni ;)

    Ma secondo me in una discussione di questo tipo:

    A) Domani dovrei andare a trovare mia nonna !
    B) Allora se (SICCOME/VISTO CHE) domani dovresti andare da tua nonna, portale i miei saluti !

    Come la vedete ?....a me non sembra affatto sbagliata e penso funzioni.... questo perchè è diversa la funzione del "se" che non è e non deve essere ipotetica ovviamente!


    Forse sono fuori di testa ??
     
  10. facciadipietra Senior Member

    Firenze
    Italian (northern, southern and central background)
    Penso di no, ci sono altri che la pensano come te. Il "dovrebbe" come hai detto tu in questo caso non rientra nella costruzione del periodo ipotetico; è un "dovrebbe" ereditato dal discorso precedente e che esprime una certa sfumatura di significato che il presente indicativo da solo non esprime.
    Ma come ho detto prima, meglio evitarlo, anche nel parlato, altrimenti si corre il rischio che chi ti ascolta pensi che non sai costruire correttamente un periodo ipotetico!
     
  11. laurentius87

    laurentius87 Senior Member

    Turin, Italy
    Italian
    Già, anche se l'esempio di Alex è molto calzante: in questo caso l'indicativo appiattisce indubbiamente (e pure il congiuntivo).
     
  12. marco.cur Senior Member

    Io la vedo così:

    Primo caso: periodo ipotetico classico
    Se la scuola dovesse chiudere il 10 giugno non ci sarebbe molto tempo
    se chiude più tardi c'è più tempo

    Secondo caso: se è vero che - ci si aspetta che la scuola chiuda il 10 giugno
    Se la scuola chiude il 10 giugno, non ci sarà molto tempo (come dice hausecameron)

    Terzo caso: si sa che la scuola chiuderà intorno al 10 giugno, non c'è molto tempo comunque per le lezioni (se finisce il 12 o il 13 non cambia nulla)
    La scuola dovrebbe chiudere il 10 giugno e non c'è molto tempo per le lezioni.

    Per la nonna direi:
    Se domani vai da tua nonna, portale i miei saluti !
    Domani dovresti andare da tua nonna, se vai portale i miei saluti!

    Se dovresti non mi suona bene. "Se" esprime già incertezza.
     
    Last edited: Jul 2, 2010
  13. facciadipietra Senior Member

    Firenze
    Italian (northern, southern and central background)
    Intendevo che è meglio evitare il se "contratto" al posto di "se è vero che". O comunque usare il tempo futuro, che se associato alla congiunzione se dà la giusta sfumatura di significato, e magari aggiungendo qualche altra cosa: "Se la scuola chiuderà poi effettivamente il 10...".
    Ovviamente ancora meglio è, per farsi capire, "Ammettiamo pure che la scuola chiuda/chiuderà il 10, in ogni caso non ci sarà tempo per...". O altro se si vogliono esprimere altre sfumature.
    Insomma bisogna farsi bastare le possibilità sintattiche di base.
     
  14. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Housecameron,
    ti invito a una maggiore prudenza: certe cose ci risultano inascoltabili solo perché sono state udite raramente—e magari mai pronunciate. Per "farci l'orecchio" possiamo dire venti volte "Se verrebbe è difficile da prevedere", riformulazione di "E' difficile prevedere se verrebbe".
    Cari saluti.
    GS
     
  15. housecameron

    housecameron Senior Member

    Italy
    Italian/ Italy
    Spero che la tua sia solo una "simpatica" battuta, anche se fuori luogo.
    Inoltre spero che pochi leggano questo thread, visto che sta deragliando.
    Invito IO a usare maggior prudenza, al fine di non avallare coniugazioni verbali senza senso.
     
  16. dewill Senior Member

    italia (torino), switzerland
    italiano, français, s.duetsch
    Inascoltabile, un incredibile attentato contro la lingua italiana.
     
  17. abbott

    abbott Senior Member

    USA-California
    Spanish (Mex)/ English (US)- Bilingual
    Prudenza chiedo io. Oltre che ci suona troppo confuso (per noi stranieri), mi domando si come nell'altre lingue dovremmo con obiettività costruire Sulla grammatica e non ipotesi. Comunque, la lingua italiana è molto ricca con tante sfumature.
    A proposito, le correzioni sono sempre gradite
     
  18. facciadipietra Senior Member

    Firenze
    Italian (northern, southern and central background)
    Quelle scritte da Giorgio Spizzi sono normalissime interrogative indirette.
     
  19. ALEX1981X Senior Member

    Italian
    Si ragazzi è proprio cosi...possono essere inascoltabili ma se parliamo di "interrogative indirette" allora Se + condizionale presente è corretto e accettabilissimo....oltre a quelle volte dove,come abbiamo visto dagli esempi sopra, il se non ha funzione ipotetica e tende a "riportare" un qualcosa (al condizionale) detto precedentemente in una discussione tra 2 persone ad esempio !.....poi se a volte l'orecchio sembra non darci ragione questo è un altro conto :D....ma anche a me l'esempio di Giorgio non mi sembra un errore ma un tipo di interrogativa...
    Mi sembra però corretto e prudente quindi saper valutare caso per caso e quindi anche House ha ragione col suo discorso...
    Per farla breve: in alcuni casi la grammatica ce lo permette ma occhio a non generalizzare e a non vedere neanchè minimamente possibili delle pure ipotesi costruite da Se + Cond.Presente :)

    Questo ovviamente è il mio pensiero cari colleghi :)
     
  20. marco.cur Senior Member

    Per me è sempre un periodo ipotetico.
    È difficile da prevedere se verrebbe, qualora glielo chiedessi.

    Se glielo chiedessi verrebbe?
    Se verrebbe è difficile da prevedere.

    Oppure, interrogativa indiretta senza ipotesi:
    Se verrà è difficile da prevedere.

    Almeno, io la vedo così, magari sbaglio.
     
    Last edited: Jul 3, 2010
  21. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Cara House,
    mi dispiace che tu abbia considerato "fuori luogo" il mio intervento. Come vedi, qualcun altro non si è scandalizzato affatto. Comunque ti invito a riflettere su questo mini-scambio:
    A- Perché non gli proponiamo di farlo insieme?
    B- Mah, visto il caratteraccio che ha, è difficile dire se accetterebbe.
    Riflettuto? Bene, a questo punto ti chiedo se consideri ancora la battuta di B una coniugazione verbale senza senso e a dewill se la considera davvero un incredibile attentato alla la lingua italiana.
    Con simpatia a tutti.
    GG
     
  22. facciadipietra Senior Member

    Firenze
    Italian (northern, southern and central background)
    O meglio proposizioni dubitative indirette, visto che il verbo reggente è prevedere.
     
  23. marco.cur Senior Member

    Concordo. Direi anche che in quegli esempi (risposta a una domanda), secondo me il condizionale fa parte di una proposizione ipotetica inserita in una interrogativa.

    A- rappresenta la condizione
    è difficile dire se - interrogativa (o dubitativa) indiretta
    accetterebbe - ipotesi

    Quindi, A + B equivale a:
    Interrogativa indiretta + condizione (non espressa perché già contenuta nella A) + ipotesi (condizionale presente).

    Invece dopo una semplice interrogativa diretta ci vedrei il congiuntivo: "mi chiedo se Mario debba venire"

    PS: a volte capita anche a me di sentire in questo forum frasi che, avulse da un contesto, suonano terribili alle mie orecchie; inserite invece in un contesto sufficientemente ampio mi suonano familiari. Questo perché, immagino, sentendo una frase isolata si è portati a immaginarla inserita nel primo contesto che viene in mente.
     
    Last edited: Jul 4, 2010
  24. dewill Senior Member

    italia (torino), switzerland
    italiano, français, s.duetsch
    'Se la scuola chiudesse il 10 giugno, non ci sarebbe/sarà molto tempo per le lezioni'.
    Questa discussione mi dà la sensazione di un qualcosa che sta percorrendo un strada senza uscita.
     
    Last edited: Jul 6, 2010
  25. Jacksunny Junior Member

    near Torino, Italy
    Italy, Italian
    Mi permetto di "riesumare" questa discussione perché, oltre ad essermi spesso posto la stessa domanda di laurentius87, proprio stamattina mi è capitato di trovare una simile costruzione leggendo un articolo di un quotidiano nazionale.

    Tra l'altro, penso che la frase portata inizialmente come esempio, su cui si è poi svolta tutta la discussione, non renda molto giustizia, per così dire, al dubbio originale che ritengo del tutto lecito.

    Riporto un brevissimo stralcio dell'articolo letto stamane:
    "Dopodiché via all'atto secondo: le perquisizioni corporali. Azione che, se avrebbe fatto sicuramente la felicità di molti poliziotti uomini per motivi facilmente intuibili, è stata attuata esclusivamente e giustamente solo da personale femminile."

    Le mie considerazioni:
    - come direbbe un romano: nun se po' legge 'na roba così!
    - esplicitare "è vero che" avrebbe reso la frase un po' più digeribile
    - non mi sembra fosse possibile usare un congiuntivo, a differenza della frase originariamente citata da laurentius87
    - condivido che questa costruzione generi confusione negli stranieri
    - non me ne vogliano i giornalisti, ma il loro uso dell'italiano mi lascia spesso perplesso
     
  26. laurentius87

    laurentius87 Senior Member

    Turin, Italy
    Italian
    In effetti secondo me il problema di questa costruzione è che sottintende un è vero che:

    Se è vero che avrebbe fatto la felicità...

    Quanto alla mia prima frase di esempio, non hai tutti i torti ma non era semplice trovarne una che esprimesse appieno il mio dubbio.
     
  27. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Salute a tutti.
    "Azione che, se avrebbe fatto sicuramente la felicità di molti poliziotti uomini per motivi facilmente intuibili, è stata attuata esclusivamente e giustamente solo da personale femminile."

    Azione che, se da un lato avrebbe fatto sicuramente la felicità di molti poliziotti uomini per motivi facilmente intuibili, è stata (invece) attuata esclusivamente e giustamente solo da personale femminile."

    GS
     
  28. Jacksunny Junior Member

    near Torino, Italy
    Italy, Italian
    Non era una critica :)


    Mi hai preceduto, stavo per modificare il mio messaggio per introdurre anche questa possibilità :)
     
  29. maceleneo New Member

    Deutschland
    Italian
    Posso riesumare anch'io? Ho sentito il testo di una canzone recitare: "Se solo avessi le parole, te lo direi, anche se mi farebbe male". Inizialmente mi suonava male, ma l'alternativa: "anche se mi facesse male" suona pure peggio. Qualcuno mi può spiegare se la frase della canzone è corretta e perché in questo caso è possibile usare il se + condizionale?
     
  30. Joshua P. Senior Member

    Austria
    German
    Ciao maceleneo,

    attenzione, in questa frase la congiunzione non è un se, ma un anche se con valore concessivo che regge l'indivatico.

    Saluti
    Joshua
     
  31. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Ciao a tutti.

    Quando SE è seguita* dal verbo al congiuntivo può esprimere augurio, auspicio, desiderio: Se potessi parlargli! Se no avesse quel caratteraccio!

    Quando SE è seguita dal verbo al congiuntivo, condizionale, o indicativo può introdurre proposizioni dubitative e interrogative indirette: Non so se verrà, Non so se tu lo sai, Mi chiese se avrei accettato il suo invito, Ti ho chiesto se vieni o no.


    @Josh.
    Nonostante il "se" sia preceduto da "anche", la reggenza del modo e del tempo è sempre affidata a "se". Dunque la frase corretta è quella della canzone. Per di più non esiste alcuna norma grammaticale che prescriva l'uso dell'indicativo dopo "anche se".

    Cordialmente.

    GS

    * Ho usato il femminile perché qui mi sono riferito a "se" come congiunzione.
     
  32. marco.cur Senior Member

    "Se solo avessi le parole, te lo direi, anche se mi farebbe male".

    ... anche se mi facesse male = nonostante mi possa far male. Io non so se mi farebbe male o no, comunque te lo direi in ogni caso.

    ...anche se mi farebbe male. La conseguenza in questo caso è certa. So che mi farebbe male ma te lo direi lo stesso.
    Anche se (se te lo dicessi) mi farebbe male. Nonostante il fatto che se te lo dicessi mi farebbe male.

    Ciao,
    Marco
     
    Last edited: Sep 4, 2011
  33. maceleneo New Member

    Deutschland
    Italian
    Grazie a tutti. :)
     
  34. laurentius87

    laurentius87 Senior Member

    Turin, Italy
    Italian
    8v9fq.jpg

    Dal sito di una manifestazione musicale, un caso che rientra nell'argomento della discussione:
    "Se vi piacerebbe suonare, ma non sapete dove, contattateci".
     
  35. violadaprile

    violadaprile Senior Member

    italian
    "Se non sapete dove, ma vi piacerebbe suonare, contattateci"
    :p
     
  36. dewill Senior Member

    italia (torino), switzerland
    italiano, français, s.duetsch
    'Vi piacerebbe suonare ma non sapete dove? Contattateci'
     
  37. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Buongiorno a tutti.

    Avete notato che con l'inserimento d'un "interruttore", la frase diventa d'un tratto digeribile? "Se, come dite, vi piacerebbe suonare ma non sapete dove, contattateci".
    Il che dovrebbe farci riflettere sulla intrinseca grammaticalità della frase che ha colpito lauren, la quale richiede questa lettura:
    "Se [il fatto che vi piacerebbe suonare ma non sapete dove] corrisponde al vero, contattateci"

    Cari saluti.

    GS
     
  38. stella_maris_74

    stella_maris_74 Mod About Chocolate

    Rome
    Italian - Italy
    Ancora più digeribile se si rigira così:
    "Se (è vero che) vi piacerebbe suonare ma non sapete dove , contattateci"


    Burp! :D
     
    Last edited: Mar 30, 2012
  39. White Goat

    White Goat Junior Member

    Italian
    il se + condizionale è 'grammaticalmente corretto' (senza dover scomodare l'orecchio) proprio nel caso di uso concessivo della frase (che quindi Joshua non sempre regge l'indicativo ma è correttissimo come ha scritto macelaneo), oppure come è stato detto più volte nei casi di interrogativa indiretta. In nessun caso ovviamente nel periodo ipotetico.

    la frase usata come esempio da Jacksunny

    "Riporto un brevissimo stralcio dell'articolo letto stamane:
    "Dopodiché via all'atto secondo: le perquisizioni corporali. Azione che, se avrebbe fatto sicuramente la felicità di molti poliziotti uomini per motivi facilmente intuibili, è stata attuata esclusivamente e giustamente solo da personale femminile."

    Le mie considerazioni:
    - come direbbe un romano: nun se po' legge 'na roba così!"

    è perfettamente corretta e leggibilissima anche da un romano (come me :D )
    è questo chiaramente il caso di una concessiva e basta aggiungere un 'anche' al se per capirne il senso

    "Azione che, (anche) se [ = nonostante] avrebbe fatto sicuramente la felicità di molti poliziotti uomini per motivi facilmente intuibili, è stata attuata esclusivamente e giustamente solo da personale femminile."

    Poi è sicuramente condivisibile riconoscere la difficoltà di questa sintassi, proprio perchè come italiani siamo stati abituati da sempre nella scuola (per semplicità e semplificazione) a considerare monolitica la struttura se+congiuntivo.. senza dare troppo peso alle possibili varianti corrette della lingua italiana.. ma anche qui è semplicemente grammatica standard.
     
  40. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Ciao laurentius87:). Per quello che può essere utile ormai, io avrei scritto "Vi piacerebbe suonare ma non sapete dove(farlo)? Contattateci!"

    Saluti
     
    Last edited: Aug 25, 2012
  41. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Credo che a questo mondo ci sia ancora posto per tutti.

    1. "Se vi piacerebbe suonare, ma non sapete dove, contattateci".
    2. "Vi piacerebbe suonare ma non sapete dove? Contattateci!"

    E in francese, che ha una struttura molto più assertiva di quella dell'italiano, avremmo:

    3. "Vi piacerebbe suonare ma non sapete dove. Contattateci!"

    Saluti.

    GS
     
  42. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Ciao Giorgio:)! Nei miei limitati e modesti usi della mia lingua mi riesce difficile di non collocare la costruzione "se vi piacerebbe..." in un contesto di una frase asseverativa resa come interrogativa indiretta da persone terze. E visto in questa prospettiva abbiamo ragione in parecchi. Chi per un verso e chi per un altro.

    Poniamo che A,B,C formulino tale frase asseverativa "Se ci piacerebbe suonare!" L'astante vuole,ripetendo la frase proferita da A,B,C , convenevolmente ribadirla scambiando opportunamente i vari costituenti(pronomi,coniugazioni verbali,ecc) e formula: " Se vi piacerebbe suonare la musica?" Aggiungendo poi di suo : " Ma non sapete dove? Contattateci!"

    Che te ne pare? Ho forzato troppo il ragionamento? :D

    Saluti
     
  43. Youngfun

    Youngfun Senior Member

    Pekino, Ĉinujo
    Chinese/Italian - bilingual
    Quest'ultima versione fa molto pubblicità da televendita :D

    Vi piacerebbe suonare? Ma non sapete dove? Allora contattateci!
     
  44. Giorgio Spizzi Senior Member

    Italian
    Ciao, Semper.

    Du dici:

    Poniamo che A,B,C formulino tale frase asseverativa "Se ci piacerebbe suonare!" L'astante vuole,ripetendo la frase proferita da A,B,C , convenevolmente ribadirla scambiando opportunamente i vari costituenti(pronomi,coniugazioni verbali,ecc) e formula: " Se vi piacerebbe suonare la musica?" Aggiungendo poi di suo : " Ma non sapete dove? Contattateci!"

    Se ho capito bene, l'enunciato che fai pronunciare ad A, B e C è "Se ci piacerebbe suonare!". Tu hai messo un punto esclamativo. Dalle mie parti una frase del genere esiste e vuol dire "Come/Quanto ci piacerebbe suonare!"—si tratta evidentemente del rammarico per qualcosa che non si riesce o non si può fare. Sono convinto che questa frase sia tuttavia sub-standard in italiano (un regionalismo o un municipalismo, insomma).
    Altra cosa sarebbe se i tre enunciatori terminassero con un punto interrogativo e magari uno esclamativo, il che darebbe quindi "Se ci piacerebbe suonare?!".
    Ora, questo enunciato, a differenza di quello sopra, non è un enunciato "libero", ma può solo essere prodotto dopo che l'interlocutore ha già detto qualcosa. Esiste dunque una "genesi" dell'enunciato, che potremmo rappresentare così:

    X - "Vi piacerebbe suonare?"
    A,B,C - "Se ci piacerebbe suonare?! Eccome se ci piacerebbe!"

    Come vedi lo scenario comunicativo — e le implicazioni — sono del tutto diverse.
    Mi sembra che questa volta la battuta dei tre appassionati di musica voglia dire " Tu ci chiedi se ci piacerebbe suonare?"

    Non credi?

    GS :)
     
  45. Sempervirens Senior Member

    italiano
    Molto probabilmente questo malinteso fa capo a convenzioni non ampiamente generalizzate,o è conseguenza di modelli che differiscono da zona a zona. C'è chi vi vede una cosa e c'è chi ve ne vede un'altra.

    Dalle tue parti "Se ci piacerebbe suonare!" fa consonanza con "Come/Quanto ci piacerebbe suonare! ( E direi che siamo nel volitivo,quasi sulle orme di un ottativo). Dalle mie parti,invece, ripercorre poco più che " Eccome se ci piacerebbe suonare!" Che afferma,assevera quanto si è detto.

    L'astante ---secondo il mio punto di vista--- ripete a A,B,C la frase asseverativa che essi hanno pronunciato , trasformandola in interrogativa indiretta, "Se vi piacerebbe suonare?" Come parafrasi di " Voi avete detto Se ci piacerebbe suonare! Vero?

    O sarà che mi sto perdendo per la strada
    :)

    Saluti
     
    Last edited: Sep 11, 2012
  46. public enemy New Member

    Italian
    "era per sapere se avrei dovuto deriderti"

    è corretta questa frase?mi hanno detto che si perchè si tratta di interrogativa indiretta quindi "se avrei" è giusto
     
  47. stella_maris_74

    stella_maris_74 Mod About Chocolate

    Rome
    Italian - Italy
    Ciao :)
    nell'altra discussione che avevi aperto in proposito ti erano già state date parecchie risposte, un utente in particolare ti aveva anche fornito un link:
    Nel link in questione è scritto:

    Ti prego di leggere sia gli interventi precedenti al tuo, sia i link che ti vengono indicati prima di aggiungere una domanda a un thread: qui se ne è parlato per più di due pagine e non ha senso ricominciare da capo ;)
    Grazie
     
  48. Kotis Junior Member

    Russo
    Concordo con stella_maris. Infatti, molto spesso la gente si fa condizionare dal "se" e non si rende conto che si non tratta di un periodo ipotetico e che l'uso del condizionale è più che legittimo.
    Se volete suonare, ma non sapete dove, contattateci. Idem Se vorreste (o se vi piacerebbe) suonare, ma non sapete dove, contattataci. L'unica cosa che cambia è il grado di determinazione di chi vuole, o vorrebbe, suonare.
     

Share This Page