1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

una tromba "sgarata" alla messicana

Discussion in 'Solo Italiano' started by elemika, Nov 9, 2013.

  1. elemika Senior Member

    Moscow
    Russian
    Ciao a tutti,

    si tratta della collaborazione di Sergio Leone con Enio Morricone:
    ..."Qui (disse Leone) mi piacerebbe una musica di tipo religioso, però suonata con una tromba "sgarata" alla messicana...". Morricone prese nota tutto serio...Parte con le note della Toccata e fuga di Bach e poi esplode in una sgaratissima tomba da Duguejo..." ("Per qualche dollaro in più")

    Che cosa vuol dire "sgarato" qui?

    Grazie
     
  2. dôghen Senior Member

    italiano
    Ciao.
    E' un termine di area romana, però credo usato anche altrove in Italia. Comunque decisamente dialettale, direi, e significa "strappato" "rotto" "incrinato". Il riferimento è evidentemente al suono della tromba che deve risultare come "incrinato" appunto, cioè stonato e "sporco". Non quindi un suono limpido e chiaro.
     
  3. elemika Senior Member

    Moscow
    Russian
    Grazie Dôghen,
    ora il senso è più chiaro

    (anche se al sentirla, quella tromba non mi sembra stonata e sporca;
    mah... sono cose da musicisti di cui non intendo granché :eek:)

    Grazie ancora
     
  4. Mos_l Junior Member

    Trieste - Italia
    Italiano
    Ciao
    Il suono ha quattro "qualità": durata, intensità, altezza e timbro.

    La durata può essere descritta dagli aggettivi come lungo e breve. L’intensità consiste nella potenza del suono e può essere descritta come forte o debole.
    L’altezza permette di distinguere tra suoni “alti” e “bassi” e può essere descritta dagli aggettivi acuto e grave. Sono tutte caratteristiche oggettive del suono.

    Sergio Leone con Enio Morricone con "sgarata" si riferiscono al timbro, che è una caratteristica del suono intrinseca allo strumento che l'ha generato. E' la caratteristica che rende un suono di una tromba diverso da quello di... un' altra tromba. Può essere descritto da una notevole quantità di aggettivi, il più delle volte non univoci e molto soggettivi (grasso, sgranato, gonfio, slabbrato, graffiante, acido, freddo, caldo...).
    In questo caso il timbro, il "suono", di quella tromba "alla messicana" può essere definito "strappato" o "rotto"... forse "sporco"... assolutamente non stonato.

    scusate l'OT
     
    Last edited: Nov 14, 2013
  5. elemika Senior Member

    Moscow
    Russian
    Grazie, Mos,
    per la tua spiegazione esauriente!

    E' la tromba di Michele Laceranza, molto apprezzato da Ennio Morricone dai tempi del conservatorio.

    Come hai detto il timbro "è la caratteristica che rende un suono di una tromba diverso da quello di... un' altra tromba",
    e questo spiega perfettamente la differenza tra "la tromba del Signore che chiama al giudizio le anime e quella di Lacerenza che chiama alla resa dei conti"...

    Grazie ancora ad entrambi,
    Dôghen e Mos !
     

Share This Page