1. The WordReference Forums have moved to new forum software. (Details)

Vado a/in Italia

Discussion in 'Solo Italiano' started by NaveVeloce, May 20, 2008.

  1. NaveVeloce Junior Member

    Serbia, Serbian
    Come si dice: "Vado in Italia" o "vado all'Italia"? Per favore, è urgente!
     
  2. MünchnerFax

    MünchnerFax Senior Member

    Germany
    Italian, Italy
    Si dice in. ;)
     
  3. NaveVeloce Junior Member

    Serbia, Serbian
    Grazie moltissimo :)
     
  4. bieq

    bieq Senior Member

    Spanish
    Ciao,

    Ho un dubbio riguardo all'uso di due preposizioni in particolare; "in" ed "a". Vorrei sapere se c'è una regola specifica per sapere quando si deve usare ognuna. Ad esempio:


    Usate come preposizioni semplici:

    - Ti va di andare in discoteca questo venerdì?
    - Ci vediamo dopo, perché adesso devo andare a lezione

    Usate come preposizioni composte:

    - Devo andare al bagno, aspettami!
    - Perché sei andato all'ospedale l'altro giorno?

    Ho notato una cosa, comunque. Di solito, quando si tratta di nomi maschili, allora viene usata la preposizione "a" (al bagno, all'albergo, all'ospedale, al ristorante) e quando si tratta di nomi femminili, allora viene usata la preposizione "in" (in discoteca, in banca, in metropolitana, in piscina) e così via.

    Non so se questa sarà una regola che vale sempre. Spero che qualcuno mi sappia aiutare.

    Grazie in anticipo

    B.
     
  5. marsello Junior Member

    Italy
    Italian

    Ciao! Purtroppo non so dirti se esiste una regola sulla scelta di queste preposizioni. Però, se può esserti d'aiuto, devi sapere che nei due casi da te citati (quelli a proposito delle preposizioni composte) si possono sostituire benissimo delle preposizioni semplici:

    - Devo andare IN bagno, aspettami!
    - Perché sei andato IN ospedale l'altro giorno?

    Spero di averti aiutato e di non aver creato confusione! :eek:

    Marsello
     
  6. franz rod Senior Member

    Italiano
    L'uso di "a" o di "in" non dipende dal genere del nome che segue

    L'uso dell'in o della a fa significare due cose diverse alla frase.
    Quando sento la frase "vado al bagno" perso che chi l'ha pronunciata debba "usare la tazza", diversamente se sento "vado in bagno" indica che questo solamente entra nella stanza.
    Così se uno va all'ospedale vorrà dire che ci è andato per farsi curare, invece se va in ospedale vorrà dire che è entrato nell'edificio magari per trovare qualche suo amico o parente ricoverato. Almeno è questo il significato che do al diverso uso delle preposizioni.
     
    Last edited: May 28, 2008
  7. giusyna Senior Member

    South Italy
    italian
    Ciao
    Cito dalla Crusca
    "Sul piano sintattico e semantico, l’impiego di una preposizione e la sua specificità logica sono determinati anche dalla ‘reggenza’ o ‘valenza’ del verbo, ossia dalla sua ‘struttura argomentale’ o ‘attanziale’. Tale proprietà è in sostanza costituita dai complementi obbligatori, definiti anche ‘attanti’, che un verbo deve necessariamente reggere per esprimere una frase di senso compiuto"
    Ad esempio con i verbi di movimento solitamente il complemento di moto da luogo si forma con la preposizione "da" mentre per il complemento di moto a luogo si utilizza "a" ( ad eccezione fatta se il movimento è verso una persona...ovviamente si usa "da" es: andare dal fruttivendolo). Con la preposizione "in" solitamente si introduce un complemento di moto a luogo.

    Nell'esempio di "franz rod" (vado in bagno vs. vado al bagno) bisogna analizzare il verbo "andare".
    Il verbo in questione quindi dovrebbe essere corretto i tutti e due i casi.
    L'unica regola che mi sovviene è che se "
    andare" è seguito da un infinito la preposizione da utilizzare è "a" (es: vado a giocare/vado a dormire)



    Personalmente non distinguo le due espressioni come
    "franz rod" , o comunque non ci avevo mai pensato :eek:.

    Per la Preposizione "in" posso dire che i testi di grammatica indicano il suo utilizzo con:

    1. nomi propri di stato,di grandi isolee di regione,
    2. con nomi comuni,come:montagna,campagna,città, ecc
    E con la preposizione "a"( +il/la/lo)

    1. Con i nomi propri di città,di piccole isole,
    2. con nomi comuni, come:teatro,casa,scuola,letto,cena,cinema,etc
    3. con i verbi, come:fare,dormire,mangiare etc

    Sul bagno....:cool: non ho trovato esempi o riscontri sostanziali nemmeno sul web quindi... io di solito uso l'espressio "vado in bagno"....
    ...Anche se domani sera...dopo questa confusione immane che mi sono creata con queste benedette proposizioni..... trovandomi con gli amici..... penso proprio che dirò "ragazzi scusate, vado a fare la pipì!!!!!!":p
     
  8. bieq

    bieq Senior Member

    Spanish
    Ho mezzo capito l'uso di queste due preposizioni. La scelta, forse, non dipende da nulla ed è una situazione che gli italiani e i madrelingua sanno e fanno automaticamente. Tuttavia, devo ringraziare a voi, Franz_rod e Giusyna, perché le vostre spiegazioni sono state chiare e mi hanno veramente aiutato a chiarire un po' i miei dubbi su questo argomento... questo è un po' come nell'inglese con le preposizioni "at" e "in", credo.

    Eh sì, io da questo momento dirò VADO A FARE LA PIPÌ hahahaha :p
     
  9. Montesacro Senior Member

    Roma
    Italiano
    Attenzione...
     
  10. Gocario

    Gocario New Member

    Brasil, Curitiba
    portuguese
    :warn:Nuova domanda:warn:

    Ciao amici.

    Vorrei sapere la differenza fra le preposizioni A casa e IN casa, cioè, quando uso una e l'altra. Per esempio:

    Vado A casa tua o A casa loro... però non so se posso dire
    Sto IN casa... o quando posso usare "IN casa".

    Grazie tante / Gocario.

    Grazie tante per i suoi contributi, però continuo senza risposta sulla differenza tra A casa e IN casa, cioè quando posso usare "IN casa".

    Gocario.
     
    Last edited: Oct 15, 2008
  11. belfagor71 Senior Member

    Roma
    Italy, Italian


    No, non sono affatto d`accordo.
    Per me il significato e` esattamente lo stesso!

    Belfagor
     

Share This Page