A cockroach does not tell a greyhound what to do.

Necsus

Senior Member
Italian (Italy)
Rieccomi con 'The Soloist"...! Un'altra simpatica espressione di Nathaniel:

NATHANIEL - Oh, no, no, no, no, no, no, no! No, no, Mister Lopez, I-I-I'm not gonna be able to make it up there... uh, Fantasia, Walt Disney Hall... uh, Donald Duck. I have to deal... with things here, because I, I... I wouldn't leave a dog with these people here. A cockroach does not tell a greyhound what to do.

Può essere un curioso modo di dire che ha un qualche senso, o è solo un parto della sua schizofrenia?
Contesto non ce n'è molto, solo quello che succede nella scena in questione:
Steve sta cercando di portare Nathaniel ad assistere alle prove di un concerto alla Disney Hall, ma lui fa resistenza adducendo la scusa che non può lasciare la sua roba (un carrello pieno, secondo Steve, di spazzatura) nella comunità dove dorme, perché gli ruberebbero tutto. In realtà non si fida delle sue reazioni e del fatto di essere 'esposto' in pubblico.

Grazie!
 
Last edited:
  • TimLA

    Member Emeritus
    English - US
    Ciao,

    NATHANIEL - Oh, no, no, no, no, no, no, no! No, no, Mister Lopez, I-I-I'm not gonna be able to make it up there... uh, Fantasia, Walt Disney Hall... uh, Donald Duck. I have to deal... with things here, because I, I... I wouldn't leave a dog with these people here. A cockroach does not tell a greyhound what to do.
    Secondo me, ha un doppio senso.
    Nathaniel conosce molto bene gli scarafaggi della "strada", ma anche ha appena menzionato "dog".
    Si riferisce a lui stesso come uno scarafaggio e la gente di Walt Disney Hall come levrieri (veloce, grande, importante).

    È importante trasmettere il sentimento delle frasi...parole rapide, con tanti concetti ("flight of ideas" in inglese) - comune nella schizofrenia.
     

    Necsus

    Senior Member
    Italian (Italy)
    Grazie, Tim. Quindi, secondo te, Nathaniel manifesta con questa frase il timore di rapportarsi con la sala concerti e quello che rappresenta, cioè in pratica il mondo reale, quello esterno al suo...
     

    TimLA

    Member Emeritus
    English - US
    Grazie, Tim. Quindi, secondo te, Nathaniel manifesta con questa frase il timore di rapportarsi con la sala concerti e quello che rappresenta, cioè in pratica il mondo reale, quello esterno al suo...
    Sì, probabilmente.
    No so se è la schizofrenia da sola, insicurezza in un mondo strano da sola, o la combinazione di tutte e due (direi la combinazione).


    Edit: Ho trovato "flight of ideas" come "fuga delle idee".
     
    Last edited:

    wonderment

    Senior Member
    English
    Può essere un curioso modo di dire che ha un qualche senso, o è solo un parto della sua schizofrenia?
    Contesto non ce n'è molto, solo quello che succede nella scena in questione:
    Steve sta cercando di portare Nathaniel ad assistere alle prove di un concerto alla Disney Hall, ma lui fa resistenza adducendo la scusa che non può lasciare la sua roba (un carrello pieno, secondo Steve, di spazzatura) nella comunità dove dorme, perché gli ruberebbero tutto. In realtà non si fida delle sue reazioni e del fatto di essere 'esposto' in pubblico.
    The context behind the context.:) It’s interesting how screenwriters adapt things to shape dialogues... I agree with Tim that these lines are meant to convey Nathaniel’s abject self-perception as a “homeless man in the company of well-heeled Angelenos,” and not without irony, a “cockroach among thoroughbreds.” Also revealing, he calls the shopping cart which carries his instruments the "Little Walt Disney Concert Hall.”
     

    Necsus

    Senior Member
    Italian (Italy)
    The context behind the context.:) It’s interesting how screenwriters adapt things to shape dialogues... I agree with Tim that these lines are meant to convey Nathaniel’s abject self-perception as a “homeless man in the company of well-heeled Angelenos,” and not without irony, a “cockroach among thoroughbreds.” Also revealing, he calls the shopping cart which carries his instruments the "Little Walt Disney Concert Hall.”
    Grazie, wonder. Avevo visto a suo tempo quel sito, ma non ricordavo che andasse così nel dettaglio. Quindi neanche Lopez ha trovato un vero significato alla frase, senza considerare il fatto che in origine erano cavalli e non cani... Ovviamente nel film è un po' diverso. :)
     

    wonderment

    Senior Member
    English
    You're welcome, Necsus. Ah, 'thoroughbreds' can also refer to other animals, including humans. ;) From dictionary.com:

    1. of pure or unmixed breed, stock, or race, as a horse or other animal; bred from the purest and best blood.
    2. (sometimes initial capital letter) of or pertaining to the Thoroughbred breed of horses.
    3. (of a person) having good breeding or education.
     
    < Previous | Next >
    Top