And dared anybody else to match it

Mauro86

Senior Member
Italian
Buongiorno a tutti. Questo è l'ultimo dubbio derivante da un articolo del Rolling Stone dedicato a Michael Jackson che sto traducendo. Ecco lo spezzone "incriminato":

He didn’t invent the moonwalk – that famous and impossible backward gliding movement from his Motown 25 performance of “Billie Jean” – but it didn’t matter. He had defined himself in that moment and dared anybody else to match it, and nobody ever did.

Il dubbio che ho dello spezzone in nero è simile ad altri dello stesso articolo, e riguarda non il significato dei termini, ma il modo in cui sono stati posizionati all'interno della frase, che rischia letteralmente di scombinare il senso della frase.

La mia traduzione è la seguente:

.., sfidando chiunque altro a raggiungere il suo livello/e nessun altro osò raggiungerlo,.

Come vedete, abbiamo due traduzioni completamente diverse...
 
  • Starless74

    Senior Member
    Italiano
    sfidando chiunque altro a raggiungere il suo livello :tick:
    Per tutti: to dare significa sia: "osare" che: "sfidare".
    In questo caso ovviamente è la seconda poiché è riferito a Jackson.

    A me il senso pare chiarissimo e inequivocabile. Letteralmente:
    «Aveva definito se stesso in quel momento e [aveva] sfidato chiunque altro a eguagliarlo*; e nessuno lo fece mai».

    Ovviamente anche la mia traduzione è migliorabile. :oops:

    *Eguagliare quel momento, non Michael Jackson stesso.
     
    Last edited:

    Mauro86

    Senior Member
    Italian
    Per tutti: to dare significa sia: "osare" che: "sfidare".
    In questo caso ovviamente è la seconda poiché è riferito a Jackson.

    A me il senso pare chiarissimo e inequivocabile. Letteralmente:
    «Aveva definito se stesso in quel momento e [aveva] sfidato chiunque altro a eguagliarlo*; e nessuno lo fece mai».

    Ovviamente anche la mia traduzione è migliorabile. :oops:

    *Eguagliare quel momento, non Michael Jackson stesso.
    Perdonami, ma io ritenevo avesse sfidato a eguagliare il suo successo...
     

    Starless74

    Senior Member
    Italiano
    Perdonami, ma io ritenevo avesse sfidato a eguagliare il suo successo...
    Non saprei... La parola: "success" nella frase non la vedo, mentre vedo: moment.
    Credo che intenda proprio: riuscire a fare il moonwalk come lo faceva lui sul video di Billie Jean.
    Riuscire a eguagliare quel momento mediatico nel quale tutti ora lo identificavano, anche perché eseguito in modo impeccabile.
    Secondo l'autore, quel momento lo aveva "definito" come artista ed egli sfidava chiunque a ripeterlo con altrettanta "perfezione".
    E, ovviamente "non lo fece mai nessuno" (riuscire a eguagliarlo o anche solo osare provarci? Questo non so, sinceramente: in tal senso "nobody ever did" potrebbe essere ambiguo, benché ci sia soltanto "to match it" cui effettivamente riferirlo. Lascio a te la scelta ;) ).
     
    Last edited:

    theartichoke

    Senior Member
    English - Canada
    Wouldn't it come down to the same thing in translation, whether "it" refers to "that moment" or to his success, i.e, the brilliant way he had "defined himself in that moment"? I read the "it" as referring to "that moment," but "that moment" involves far more than executing a perfect moonwalk: it's more that that particular moment in the performance encapsulated the pinnacle of Jackson's brilliance, the pinnacle of public excitement about a particular artist, the moment when he eclipsed everyone else on the music scene. I was in my mid-teens in 1984, and MJ was the biggest thing in existence whether you liked his music or not: we were all doing the moonwalk down our school hallways for months. :D
     

    Mauro86

    Senior Member
    Italian
    Wouldn't it come down to the same thing in translation, whether "it" refers to "that moment" or to his success, i.e, the brilliant way he had "defined himself in that moment"? I read the "it" as referring to "that moment," but "that moment" involves far more than executing a perfect moonwalk: it's more that that particular moment in the performance encapsulated the pinnacle of Jackson's brilliance, the pinnacle of public excitement about a particular artist, the moment when he eclipsed everyone else on the music scene. I was in my mid-teens in 1984, and MJ was the biggest thing in existence whether you liked his music or not: we were all doing the moonwalk down our school hallways for months. :D
    The greatest ever!!! :)
     
    Top