and what better than a holiday to do that?

clairebear84

Senior Member
English, Ireland
The phrase I'm trying to translate is 'You need some cheering up, and what better than a holiday to do that?'
Hai bisogno di farti animo, e ????? un viaggio?' Help!

Thanks!
 
  • Giak

    Senior Member
    Italy / Italian
    "...e cosa meglio di un (bel) viaggio/una (bella) vacanza (per farlo)?"

    A trip/holiday would be really helpfulness :)
     

    fitter.happier

    Senior Member
    Italian
    "...e cosa meglio di un (bel) viaggio/una (bella) vacanza (per farlo)?"

    A trip/holiday would be really helpfulness :)
    I think "cosa è meglio." or "cosa c'è di meglio" sound better than "cosa meglio". Therefore I'd go for "[...] e cosa c'è di meglio di una (bella) vacanza (per farlo)?"
     

    Odysseus54

    Mod huc mod illuc
    Italian - Marche
    Matrap, old sport, I'll have to disagree with you here.

    ".. meglio di una vacanza" and "meglio che una vacanza" are both pukka, I'm afraid.

    You can use 'che' anywhere you would use 'di' , and where 'di' would not be used.

    I am copying and pasting from an old discussion :



    Forse ti può essere utile questa citazione del De Mauro sull'uso del "che" nelle comparazioni:


    Che:
    10 viene ampiamente usato nelle comparazioni; per introdurre proposizioni comparative esplicite, con il verbo al congiuntivo, al condizionale, o all’indicativo: è finita meglio c. non credessi, faccio più velocemente c. posso; per introdurre proposizioni implicite con il verbo all’infinito: preferisce leggere c. uscire con gli amici | introduce il secondo termine di paragone, in alternativa a di (che è obbligatorio quando il paragone si fa tra due aggettivi, tra due participi, tra due infiniti, tra due sostantivi o pronomi preceduti da preposizione): è un’occasione più unica c. rara, dicevo più per scherzare c. per offendere, è più gentile con te c. con me | fam., in correlazione con tanto, introduce il secondo termine del comparativo di uguaglianza: la cosa interessa tanto me c. voi | forma espressioni di valore superlativo: è più gentile c. mai, sono più c. sicura

     

    Matrap

    Senior Member
    Italiano
    Ciao Odysseus,

    Hai fatto bene a fare chiarezza. Da parte mia non volevo dare una regola ferrea. Ero andato a orecchio e mi sembrava che la preposizione "di" fosse di norma seguita da un sostantivo mentre "che" da un verbo. :)
     

    Odysseus54

    Mod huc mod illuc
    Italian - Marche
    As a general rule, Matrap is certainly right. "Nuoto meglio di Giovanni." "Nuoto meglio che scio."
    What he did is he overshot the boundaries of the rule. It happens to me too when I try to condense my knowledge of the language into a rule, especially when I shoot from the hip.

    And it has actually happened this time too , because my statement "You can use 'che' anywhere you would use 'di' , and where 'di' would not be used." is also incorrect.

    And the quote from De Mauro is very rich in information, but contains a statement that also sounds like a simplification :

    " introduce il secondo termine di paragone, in alternativa a di "

    in that on second thought I do not believe that you can use 'che' as an alternative to 'di' in all cases where 'di' is used correctly.

    Going to your examples above :

    "Nuoto meglio di Giovanni " is correct - I am not sure whether " Nuoto meglio che Giovanni " is wrong or it just sounds awkward to my ears.

    Su " Nuoto meglio che scio " ha gia' commentato Matrap.


    Vediamo altri esempi :

    " Meglio il vino della birra " - " Meglio il vino che la birra " - in questo caso le due espressioni sono corrette e naturali, e io userei piu' naturalmente la seconda.

    Con " Il vino e' meglio della birra " e " Il vino e' meglio che la birra " , ambedue corrette, userei piu' naturalmente la prima.

    E direi " La mia macchina e' piu' bella della tua " ma " E' piu' bella la tua macchina che la mia "

    Credo che negli esempi qui sopra la mia scelta derivi dalla posizione dei termini che vengono paragonati - se sono separati solo dalla preposizione, va meglio il 'di', se invece sono separati da altri elementi della frase, il 'che' funziona meglio.

    And it gets worse - in " lui e' meglio di me " , 'di' is the right preposition, you would not use 'che'. But then you have the very idiomatic " meglio lui che io "



    The cases where 'che' must be used and 'di' can't be used are relatively clear. The cases where either 'di' or 'che' can be used are a less clear area, and they don't always seem to be following a clear-cut pattern - another example :

    " E' piu' brava lei di lui " but " Mi piace di piu' lei che lui "

    or

    " Lavora molto piu' lei che lui " but " Lei lavora molto piu' di lui "


    Bottom line : I have the impression that this is a hornet's nest, there are a lot of factors that interact in determining the choice between 'di' and 'che'. I can't come up with an easy list of 'rules' right now.
     
    < Previous | Next >
    Top