aurea mediocrità

hirskontra

New Member
Hungarian
Ciao!

Conosco le versioni seguenti del proverbio 'aurea mediocrità': 'ottimale moderazione', 'giusto mezzo'

Quale si usa in italiano di solito? O c'é una versione altra che si usa nella vita quotidiana?

Grazie mille!
 
  • EdenMartin

    Senior Member
    Italian - Italy
    Aurea mediocritas è un'espressione latina (da Orazio), che è nata ed è ancora oggi citata per elogiare le virtù dell'equilibrio, dello stare nel giusto mezzo, nel pensare e nei comportamenti.

    È sbagliato usare o intendere o allo stesso modo l'espressione italiana aurea mediocrità, perché "mediocrità" ai nostri giorni indica ciò che (o chi) è mediocre, cioè - con le diverse sfumature legate al contesto - di scarsa qualità.

    EDIT: dimenticavo di dire, per completezza, che aurea mediocrità, nell'italiano di oggi, è un'espressione ironica/sarcastica che si applica alle persone soddisfatte, magari anche vanitosamente, della propria mediocrità.
     
    Last edited:

    francisgranada

    Senior Member
    Hungarian
    Ho trovato questo (in italiano):

    Via di mezzo - soluzione intermedia tra due estreme che costituisce una scelta compromissoria: scegliere, preferire la via di mezzo....

    Il corrispondente modo di dire ungherese, tradotto in italiano, sarebbe circa "via aurea di mezzo". E' del tutto positivo, non ha un senso né ironico né sarcastico. Forse sia questo che hirskontra sta cercando.
     
    Last edited:

    EdenMartin

    Senior Member
    Italian - Italy
    modo di dire ungherese, tradotto in italiano, sarebbe circa "via aurea di mezzo". E' del tutto positivo,

    In italiano, il giusto mezzo è probabilmente l'espressione più vicina al significato positivo dell'oraziana aurea mediocritas.

    Ma se vuoi far sfoggio della tua cultura, potrai parlare di aurea mediocrità oraziana, o semplicemente di aurea mediocritas, per poi spiegarti meglio quando ti chiederanno: ma di che parli?
     
    Last edited:

    ohbice

    Senior Member
    Non vi è nessuno sfoggio di alcunché in "aurea mediocritas", a mio parere l'abbiamo orecchiato un po' tutti senza necessariamente sapere che si tratta di una citazione da Orazio.
    La difficoltà della traduzione, come forse è già stato detto, deriva dal significato del termine "mediocrità", che oggi viene usato per lo più nell'accezione di mediocre, tutt'altro che brillante. Se il Tasso poteva ancora permettersi di dire "La virtù è nella mediocrità" (cit. Treccani), oggi la vedo più difficile.
     
    Last edited:
    Top