avere gli occhi in fico

Status
Not open for further replies.
Cerco una soluzione per tradurre l'espressione italiana: "avere gli occhi in fico"

Esempi:

"Quella persona sarebbe bellissima, peccato abbia un po' gli occhi in fico".
meaning:
"They have the eyes kinda squint, but not excactly, so it's rather a way their eyes seem to "collimate" short of your distance from them.
It can also be a kind of "appeal" in some situations; again not like the so called "strabismus of Venus" but rather an "attitude" or shall we say even a "pose" ...
-
does it sound a sound question? ... at all? ...

P.
 
  • Benzene

    Senior Member
    Italian from Italy
    The expression 'avere gli occhi in fico' is typical of Liguria and means 'to be cross-eyed'.

    EXTRA: In Genoese dialect, 'sbrincio' = 'cross-eyed.'

    Bye,
    Benzene
     
    Last edited:

    Starless74

    Senior Member
    Italiano
    Neanch'io avevo mai sentito quest'espressione prima d'ora;
    prendo atto dei riscontri su Google.

    "Quella persona sarebbe bellissima, peccato abbia un po' gli occhi in fico".
    "Sarebbe bellissima... peccato..." implica comunque un disappunto di fronte a un difetto, seppur lieve.

    Da quel che scrivi, si tratta di una lieve esotropia (= strabismo di un occhio verso il centro)
    che in inglese colloquiale mi risulta si possa rendere:

    cross eye / boss eye (s, il difetto)​
    cross-eyed / boss-eyed (agg, la persona).​

    Attendi i madrelingua.

    [ cross-posted ]
     
    Grazie Starless74.
    Credevo che l'italiano fosse la lingua comune degli italiani, ma mi devo essere sbagliato.
    Comunque il tutto è interessante almeno quanto è sconcertante.
    Avere gli "occhi in fico" era il modo in cui ai miei tempi (poco dopo la prima crociata) definivamo (in modo un po' rozzo, tra maschietti) per esempio una tipa come la starlette Sabrina Salerno:
    "Bellissima, peccato che abbiai gli occhi in fico"; NON esattamente strabica, solo un po' "sbrincia", ma proprio qui sta il punto ... Sapevo che "sbrincia" fosse dialettale a Genova, ma non sapevo che lo fosse anche "occhi in fico", almeno è quello che devo presumere da questa conversazione.

    In effetti, al di là di tutto si tratta di una caratteristica facciale molto tenera, un po' come la miopia, che può suscitare tenerezza in alcuni e deliri di grandezza maschilista in altri ... del resto i tempi cambiano e non ha senso recriminare sul passato, almeno quanto non ne abbia pretendere che tutti si conformino agli standard "moderni" a passo di carica.

    Evidentemente non esiste corrispondenza effettiva fra le due lingue in questo caso. Per concludere dirò che feci fatica a suio tempo anche quando cercai su Google e altrove di trovare un'altra simile espressione in inglese, ovvero: "Strabismo di Venere" ... e ancora non sono certo quanto essa sia comune nella lingua di Shakespeare.

    Comunque la cosa mi ha divertito e perciò ringrazio tutti.
    P.

    P.S. Ma esiste invece la forma: Pop eyed, da cui deriverebbe "Popeye the Sailor Man"?
     

    Starless74

    Senior Member
    Italiano
    Ma esiste invece la forma: Pop eyed ... ?
    Parrebbe di sì, ma non nel senso che presumo avesse per Popeye (il personaggio, che aveva un occhio sempre chiuso):

    WR dictionary EN-IT popeyed/pop-eyed
    popeyed,
    also UK: pop-eyed
    adj
    (with prominent eyes)con gli occhi sporgenti loc agg
    popeyed,
    also UK: pop-eyed
    adj
    (astonished, terrified) (per paura, stupore, ecc.)con gli occhi sbarrati, con gli occhi spalancati loc agg
     
    Last edited:

    furs

    Senior Member
    Italian
    Grazie Starless74.
    Credevo che l'italiano fosse la lingua comune degli italiani, ma mi devo essere sbagliato.
    Comunque il tutto è interessante almeno quanto è sconcertante.
    Avere gli "occhi in fico" era il modo in cui ai miei tempi (poco dopo la prima crociata) definivamo (in modo un po' rozzo, tra maschietti) per esempio una tipa come la starlette Sabrina Salerno:
    "Bellissima, peccato che abbiai gli occhi in fico"; NON esattamente strabica, solo un po' "sbrincia", ma proprio qui sta il punto ... Sapevo che "sbrincia" fosse dialettale a Genova, ma non sapevo che lo fosse anche "occhi in fico", almeno è quello che devo presumere da questa conversazione.
    L'italiano standard è certamente la lingua comune di tutti gli italiani, ma come è noto esiste anche il cosiddetto 'italiano regionale', che italianizza parole e modi di dire dialettali.
    In questo senso, 'sbrincio' è puro dialetto genovese per 'strabico' (cross-eyed).
    'Avere gli occhi in fico' è invece italiano regionale ligure.

    (MOD: perdona l'off-topic, mi sembrava una puntualizzazione necessaria).
     

    Benzene

    Senior Member
    Italian from Italy
    In questo senso, :tick:'sbrincio' è puro dialetto genovese:tick: per 'strabico' (cross-eyed).
    :tick:'Avere gli occhi in fico' è invece italiano regionale ligure:tick:.
    Distinzione perfetta, furs!

    FYI: Si scrive "sbrincio" ma si pronuncia ''sbrinciu."

    Bye,
    Benzene
     

    Benzene

    Senior Member
    Italian from Italy
    come si pronuncerebbe secondo te "Avere gli occhi in fico' in ... ZENÉIZE? ....
    Sei il benvenuto, Pino!

    "Avere gli occhi in fico" = "avéi i éuggi in fîgo" = "êse sbrìncio, êse straléuggio" dove la "o" finale si pronuncia "u" chiusa.

    La fonetica genovese e i suoi suoni concreti sono molto difficili da imparare e articolare, ci sono vocali aperte e chiuse raramente ereditate dal fiorentino, molti fonemi arabi, occitani guasconi e linguadociani, sardi, catalani e corsi. Il genovese annovera un certo numero di pseudo-dittonghi, come "éu" in "éuggi" e in "estraléuggio; "éu" ha il suono, per dare un'idea, della "o" come quello di "-eaux" in francese.
    Ricordo che il genovese non è un dialetto ma è una lingua.

    Bye,
    Benzene
     
    Last edited:
    Grazie degli spunti Benzene.
    So che il genoves è una lingua e che la bandiera crociata di Genova è stata data solo in affitto all'Inghilterra, che la deve ancora finir di pagare ...
    Ma i genovesi -dal canto loro, per quel che so- non hanno mai pagato ai francesi i lavori per la cattedrale di San Lorenzo ... ecco perché uno dei torrioni è a tutt'oggi incompleto ... E poi, rubare le reliquie di San Giovanni ai pisani!! .... e tentare di spacciarle per proprie ... Lo credo che il Papa si infuriò e pretese che i genovesi andassero in Terra Santa a procurarsele più degnamente ... Ragion per cui non é potuto essere San Giovanni il patrono di Genova (come avrebbero a suo tempo voluto i genovesi, ma San Lorenzo le cui le reliquie i genovesi conquistarono correttamente) ...
    Non so scrivelo in genovese, ma mi viene in mente la metafora ...

    "Gigia (Genova), hai una faccia, ma una faccia, che se picchi contro il marciapiede ... u lastrego ... u fa sangue ..."

    Grazie di nuovo, saluti.
    Pino
     
    Last edited:
    Status
    Not open for further replies.
    Top