Being required to do

Popussi

Member
Italian
Aiuto, frase contorta di un testo legale sui diritti dell'uomo:

When A's being required to do his duty is in either sense left in B's discretion, B may properly be said to have a right against A, a right that A act or abstain in the manner contemplated in the rule.

Il mio tentativo:

Quando l’essere tenuto di A a fare il proprio dovere è in entrambi i sensi lasciato alla discrezione di B, è corretto dire che B ha un diritto contro di A, un diritto che A mette in atto o astiene secondo le modalità previste dalla regola.

Qualche suggerimento? E' soprattutto l'inizio a non piacermi, quel 'l'essere tenuto di A'...
 
  • beccamutt

    Senior Member
    English - US
    A's being required to do his duty is a noun clause, meaning that the entire thing functions as a noun.

    Perhaps something like: L'esigenza di A di fare il suo dovere.... I'm sure you could think of something better, but that's the idea. ;)
     

    Popussi

    Member
    Italian
    Yes I know, in fact 'L'essere tenuto' functions as a noun, but it's terrible to hear....

    Cosa ne pensate di questa:

    Quando A è tenuto a fare il proprio dovere solo secondo la discrezione di B, si può allora dire che B ha un diritto contro di A, un diritto che A mette in atto o a cui rinuncia secondo le modalità previste dalla regola
     
    Last edited by a moderator:

    Angelix

    Senior Member
    Italian
    Quando l'esigenza che A faccia il proprio dovere è in entrambi i sensi lasciata a discrezione di B, si può sostenere che B vanti un diritto nei confronti di A, un diritto a cui A può aderire o rifiutarsi di ottemperare nei modi previsti dalla legge.

    A non può rinunciare ad un diritto di B, ne tantomeno metterlo in atto.

    Just my opinion
     

    CPA

    Senior Member
    British English/Italian - bilingual
    Quando il fatto che A è tenuto a fare il proprio dovere viene in entrambi i sensi lasciato alla discrezione di B, si può propriamente dire che B vanti un diritto nei confronti di A, il diritto cioè che A esegua o si astenga secondo quanto previsto dalla norma.
     

    Popussi

    Member
    Italian
    Non so, ancora non mi convincono...

    Quando l'esigenza che A faccia il proprio dovere è in entrambi i sensi lasciata a discrezione di B, si può sostenere che B vanti un diritto nei confronti di A, un diritto a cui A può aderire o rifiutarsi di ottemperare nei modi previsti dalla legge.

    A non può rinunciare ad un diritto di B, ne tantomeno metterlo in atto.

    Just my opinion
    Il problema però è che anche nella tua versione rimane qualche ambiguità. Effettivamente A non potrebbe nemmeno "aderire" a un diritto di B. Forse ci deve essere un'altra chiave di lettura
     
    Last edited by a moderator:

    CPA

    Senior Member
    British English/Italian - bilingual
    Se il fatto che A debba o no fare il proprio dovere è lasciato alla discrezione di B, B ha il diritto di pretendere che A compia il proprio dovere o si astenga dal farlo secondo quanto previsto dalla norma. Non è questo il senso?
     

    effeundici

    Senior Member
    Italian - Tuscany
    Perchè A act and abstain e non acts and abstains.

    Forse perché significa: ..un diritto che A agisca o si astenga in accordo alla legge
     

    Ruminante

    Senior Member
    Italian
    Mi associo alla traduzione di CPA, eccetto per "debba o no fare il proprio dovere".

    Io lo capisco invece cosi' "Se il fatto che A debba fare il proprio dovere, in un senso o nell'altro, è lasciato alla discrezione di B ..."

    almeno a me questo testo fa pensare che il dovere di A è fare cio' che gli viene chiesto di fare, di qualunque cosa si tratti, e lo decide B cosa A deve fare o non fare, a seconda della regola del momento.

    Cosa ne pensate? Forse con piu' contesto si potrebbe andare piu' sul sicuro.

    Grazie e buona serata a tutti.
     
    < Previous | Next >
    Top