butt

Discussion in 'Italian-English' started by danalto, Dec 23, 2005.

  1. danalto

    danalto Senior Member

    Roma, Italia, Europa
    Italy - Italian
    FATHER PAT - Well, around here if you didn’t get the story on some kid after the Mass, you believe your butt you would at the bar.
    I don't know if I'll translate it with "chiappe", as father pat is a priest...:rolleyes:
     
  2. ElaineG

    ElaineG Senior Member

    Brooklyn NY
    USA/English
    Ma è un prete che dice "butt" e frequenta i bar dopo la messa! :) Non mi sembra un prete molto severo.
     
  3. danalto

    danalto Senior Member

    Roma, Italia, Europa
    Italy - Italian
    Right! LOL
     
  4. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    "Puoi scommetterci la tonaca che..."
    Non sarei così sicuro che "chiappe" sia così poco volgare quanto butt, che traduce piuttosto sedere...
    Mah...

    Uinni
     
  5. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    Severo conveys the attitude of imposing a strict behaviour.

    Uinni
     
  6. danalto

    danalto Senior Member

    Roma, Italia, Europa
    Italy - Italian
    Giusta osservazione, uinni. Infatti secondo me la trad. più corretta per butt è "didietro, posteriore".
     
  7. ElaineG

    ElaineG Senior Member

    Brooklyn NY
    USA/English
    Grazie, Uinni.

    Dani, dopo il tuo post, ho googlato Enrique Iglesias e ho imparato una piccola cosa interessante. :eek:
     
  8. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    Thank you.
    So I can have strict parents but not a strict behaviour?
    Uinni
     
  9. radiation woman

    radiation woman Senior Member

    Wales English
    That's right.
     
  10. Tommaso Gastaldi

    Tommaso Gastaldi Senior Member

    Rome
    Italian, ITALY
    Veramente io non concordo molto su questa correzione e non trovo strana l'espressione di Elaine.

    Mi pare che si possa dire tranquillamente. Ad esempio, se la vita di un frate è caratterizzata da severità e rigore, non si intende che questo sia severo con gli altri. O, almeno, non più di quanto lo sia, in primo luogo, con se stesso...

     
  11. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    Il Garzanti è d'accordo con me (comunque ognuno può avere i proprii idioletti :) )
    1 che impone con rigore e fermezza il rispetto di norme morali o di comportamento: un padre, un ispettore severo; giudice, esaminatore severo
    2 (estens.) detto di cosa, grave, duro, rigoroso: aspetto, sguardo severo; un regolamento severo, una condanna severa; severa disciplina | studi severi, seguiti con serietà e rigore scientifico

    Uinni
     
  12. Tommaso Gastaldi

    Tommaso Gastaldi Senior Member

    Rome
    Italian, ITALY
    Credo che Elaine lo abbia usato appunto nel significato di "rigoroso", "serio", "austero". D'altra parte, deriva dal latino "severus" :"austero, rigido nel contegno"

    cfr:
    OXFORD-PARAVIA
    Severo
    aggettivo
    1. (duro) [persona, educazione, giudizio, regolamento ] strict; [punizione ] harsh, severe; [morale, genitore ] strict, stern; [controlli ] rigid, rigorous; [misure ] harsh, stern, tight; essere ~ con qcn. to be severe o strict with sb.
    2. (austero) [espressione, volto ] stern; [tono, sguardo ] stern, severe; [abbigliamento ] austere
    3. (ingente) [sconfitta, perdite ] heavy

    or:

    http://www.demauroparavia.it/106849

    Mi pare che sia d'uso abbastanza comune nel senso di serio e rigoroso.

    Fatemi sapere se erro (non si è mai troppo vecchi per correggersi! :) ).

     
  13. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    Il bello è che avevo anche sottolineato la dicitura "detto di cosa"... :)

    Uinni
     
  14. Alfry

    Alfry Senior Member

    Italy
    Italian
    sono anche io d'accordo sul fatto che prete severo non è affatto strano nel contesto in cui lo ha usato Elaine...
    non mi sembra un prete severo

    proprio garzanti afferma nella prima definizione che fornisce:

    1 che impone con rigore e fermezza il rispetto di norme morali o di comportamento

    o sto interpretando male la definizione?
     
  15. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    No, non stai affatto mal interpretando la definizione, ma direi piuttosto che hai seguito malamente il thread :p
    Vedi infatti il mio post #5, che hai appena ribadito :)

    Uinni
     
  16. Tommaso Gastaldi

    Tommaso Gastaldi Senior Member

    Rome
    Italian, ITALY
    Eheh! Uinni sei troppo simpatico! ricaschi sempre nella solita posizione di negare usi che sono a tutti ben noti :) Ti faccio una serie di osservazioni, senza però velleita' di riuscire a convincerti.

    Uno potrebbe notare che la severita' possa essere intesa in primo luogo verso se stessi e dunque non necessariamente (o comunque non primariamente) rivolta agli altri. Gia' di per se' questo giustificherebbe l'uso di Elaine (anche secondo la tua visione).

    In secondo luogo, tanto per giocare:

    Il Garzanti e' l'unico dizionario a porre la restrizione "detto di cosa".

    Ok. Se uno si vuole attaccare con intransigente rigore alle obsolescenti definizioni di un dizionario (che, tra l'altro, non brilla per coerenza interna), allora per capire se "detto di cosa" restringa veramente il campo di applicazione bisogna capire che cosa il Garzanti stesso intenda per "cosa":

    "termine generico usato per indicare qualsiasi entità, concreta o astratta,
    che sia oggetto dell'attenzione di chi parla o di chi scrive e che riceve..."

    in questa definizione, secondo il Garzanti stesso, rientrano anche le persone, andiamo infatti a vedere come definisce entita':

    "l'essenza dell'ente, ciò per cui un certo ente è quello che è | un qualsiasi ente conosciuto o immaginato, senza alcuna determinazione o riferimento particolare: un'entità astratta "

    Infine andiamo allora a vedere come definisce "Ente":

    "ciò che è qualcosa di esistente o di possibile (in opposizione a ciò che non è) | ente di ragione, esistente solo nella..."

    Beh direi che le persone sono qualcosa che esiste!

    Chiaramente sto scherzando, e tu mi dirai che una cosa e' una cosa e una persona è una persona, tuttavia per il Garzanti stesso una "persona" rientra nella definizione di "cosa". In altre parole "detto di cosa" - secondo il Garzanti stesso - non restringe per nulla il campo di applicazione dell'aggettivo! (questo tanto per dare un'idea della coerenza interna dei nostri dizionari...)
     
  17. uinni

    uinni Senior Member

    Italy, Italian
    Però! Si direbbe proprio ch'io sia un bastian contrario che vive in un eremo!
    Quantomeno raramente mi cimento in sport sugli specchi :)

    Comunque neanch'io faccio poi tanto affidamento sulle definizioni dei dizionari che, quand'anche non siano in errore, possono pur essere un po' ammuffiti. In questo caso m'ero limitato a citare una fonte che corroborava il mio intendimento (col quale dani si trovava d'accordo, peraltro -e non mi pare che neppure Alfri dissenta...).

    Uinni
     

Share This Page

Loading...