Dar la lata

Marlotta

Senior Member
italiano
"Dar la lata" dovrebbe significare "infastidire".
Qualcuno mi sa dire l'origine di questa espressione?
Scusate la quantitá di domande, ma so che bisogna farne una sola in ogni richiesta ;-) ed ogi mi sono svegliata molto "preguntona"...
Gracias
 
  • femmejolie

    Banned
    Spanish (Spain)
    "Dar la lata" dovrebbe significare "infastidire".
    Qualcuno mi sa dire l'origine di questa espressione?
    Scusate la quantitá di domande, ma so che bisogna farne una sola in ogni richiesta ;-) ed ogi mi sono svegliata molto "preguntona"...
    Gracias
    Ma dai! Tú nunca das la lata!:) (scocciare/gravare le spalle/rompere,far girare le scatole, palle/ sbrodolare /fare la manfrina /far venire il latte alle ginocchia /deliziare)


    Ci sono 2 espressioni simili più volgari :
    1)"Dar el coñazo":warn: (rompere/far girare le palle).
    2) "Tocar los huevos/cojones":warn: (rompere/far girare le palle ; rompere i coglioni/corbelli).
    Altre: "Dar el tostón" /"dar la tabarra"/ "dar la barrila"/ "dar la plasta"/


    Dicc. Espasa

    Dar la lata : Molestar, aburrir, cansar moralmente a alguien. Para explicar el origen de la locución, se han ofrecido diversas explicaciones que apuntan en una misma dirección: a la costumbre que existía y hoy existe en algunos pueblos de disfrazarse y golpear o arrastrar por las calles latas vacías por la noche, especialmente en Carnavales y Navidades.

    dar la lata a alguien : loc. Molestar. Importunar. Esta expresión, ya documentada en el Diccionario de argot común español de L. Besses (1905), ha dado lugar incluso a una canción infantil, a un estribillo cantado que se va repitiendo y causa el cansancio y malestar del auditorio: Yo sé, yo sé la manera, de dar, de dar la lata a cualquiera. "Deja de DAR LA LATA y estáte quieto un ratito".


    Quali di queste espressioni italiane si usano di più o per meglio dire quali non si usano spesso nel parlato?
     

    katia italia

    Senior Member
    italia italiano
    Si usa molto dire: rompere le palle/ le scatole / i coglioni, far girare le palle/i coglioni. Non ho mai sentito: rompere i corbelli !
     

    Neuromante

    Senior Member
    Español Islas Canarias
    Katia, le forme que proponi in italiano sonno troppo forte nel confronto di "dar la lata" Pensa che "dar la lata la possono usare anche i bambini senza rischi di scafiaggiamenti
     

    femmejolie

    Banned
    Spanish (Spain)
    Garzanti: Corbello:s. m. (pop.)
    1 testicolo | rompere i corbelli, infastidire, annoiare

    Zingarelli:
    Rompere i corbelli a qlcu., (fig.) infastidirlo, annoiarlo.
     

    Dankgerit

    Senior Member
    México - Español
    Esas expresiones en italiano creo que como bien dice Neuromante son muy fuertes, más bien están catalogadas como parolaccie o no?

    E dar "la lata"... io l'ho sentita semplicemente come: "dar lata".
     

    Gianma

    Senior Member
    Italiano
    Gianma, estoy de acuerdo contigo, pero yo nunca diría "non mi tediare".
    También se puede decir "non rompermi" (más coloquial, creo).

    Es verdad Irenita, pero a menudo me gusta utilizar palabras que otros no suelen usar... :) por que me gusta mi idioma y es una forma para (¿será correcto "para"?) distinguirse.;)

    Indudablemente "non rompermi-non mi rompere" es muy coloquial:)
     

    irene.acler

    Senior Member
    Italiano
    Es verdad Irenita, pero a menudo me gusta utilizar palabras que otros no suelen usar... :) porque me gusta mi idioma y es una forma para (¿será correcto "para"? yo creo que en este caso es correcto, pero mejor si esperamos a los nativos...el por y el para me plantean siempre problemas :eek: ) distinguirse.;)

    Indudablemente "non rompermi-non mi rompere" es muy coloquial:)
    :)
     

    vikgigio

    Senior Member
    Italian, Italy
    Si può dire "Non mi rompere"? al posto di "Non mi rompere le scatole/le palle/i cog...i? Non lo sapevo.
    Qualcuno me lo può confermare?
    Sì, si può dire, confermo, ma comunque non è un'espressione gentile, perché chiaramente sottintende "le palle".. Comunque se ho capito bene l'uso di "dar la lata", anch'io penso che "rompere o far girare le palle/i coglioni":warn: [o anche 'cacare il cazzo':warn:] siano traduzioni un po' forti. Non penso che 'dar la lata' sia altrettanto volgare, no?
    Io userei piuttosto "scocciare", "infastidire", "seccare":
    No me des la lata=Non mi scocciare!
    (come fosse: no me molestes)
     

    Gianma

    Senior Member
    Italiano
    Sì, si può dire, confermo, ma comunque non è un'espressione gentile, perché chiaramente sottintende "le palle".. Comunque se ho capito bene l'uso di "dar la lata", anch'io penso che "rompere o far girare le palle/i coglioni":warn: [o anche 'cacare il cazzo':warn:] siano traduzioni un po' forti. Non penso che 'dar la lata' sia altrettanto volgare, no?
    Io userei piuttosto "scocciare", "infastidire", "seccare":
    No me des la lata=Non mi scocciare!
    (come fosse: no me molestes)
    Estoy completamente de acuerdo con Vikgigio.

    Además, "cacare il cazzo" (o "cagare il cazzo" en el norte Italia) es bastante forte.
     

    femmejolie

    Banned
    Spanish (Spain)
    Sì, si può dire, confermo, ma comunque non è un'espressione gentile, perché chiaramente sottintende "le palle".. :tick:
    In spagnolo si può anche dire (ma non è molto frequente) "no me toques los..!" (non rompermi!) . "No me des el...!" non si dice mai.
    Comunque se ho capito bene l'uso di "dar la lata", anch'io penso che "rompere o far girare le palle/i coglioni" [o anche 'cacare il cazzo'] siano traduzioni un po' forti. Non penso che 'dar la lata' sia altrettanto volgare, no?:tick:
    Io userei piuttosto "scocciare", "infastidire", "seccare"::tick:
    No me des la lata=Non mi scocciare!:tick:
    (come fosse: no me molestes):tick:

    Voialtri italiani avete solo il maschile (cazzo:warn:/coglioni:warn:)
    Noialtri spagnoli abbiamo sia il maschile ("No me toques los coj../huevos/polla :warn: ") che il femminile (!No me des el coñ..!")

    Penso sia molto più usato il femminile.

    Tra l'altro, è più forte a mio avviso "no me toques los coj..!" che "no me des el coñ..!" (quest'ultima lo può dire un amico a un'altro e non avviene nulla, senza alcun problema, ma como gli dica "no me toques los coj..." può prendersela).
     

    reys

    Senior Member
    México - Español
    Pero por ejemplo, en México existen expresiones muy comunes como:

    - Ah, que lata (que das)!
    - Por favor, disculpa tanta lata de mi parte.


    Como se podría decir esto en Italia? Y también sería interesante saber como se dicen en España. Saludos.
     

    Gianma

    Senior Member
    Italiano
    Pero por ejemplo, en México existen expresiones muy comunes como:

    - Ah, que lata (que das)!
    - Por favor, disculpa tanta lata de mi parte.


    Como se podría decir esto en Italia? Y también sería interesante saber como se dicen en España. Saludos.

    Según las áreas hay varios modismos, pero yo creo que:

    - Ah, que lata (que das)! che palle! che due coglioni! :)

    - Por favor, disculpa tanta lata de mi parte. Scusa se ti rompo le scatole.
    (es un contexto menos fuerte, una situación más relajada).¿Qué opinan otros italianos?
     

    reys

    Senior Member
    México - Español
    Yo creo que quizás traducir "qué lata" con "che due coglioni" es demasiado fuerte, ya que los nativos dicen que "dar la lata" no es una expresión tan fuerte.
    Ah, de verdad, tienes razón....;)

    Gracias Gianma e Irene! Efectivamente, esa expresión suena demasiado fuerte para lo que significa aquí. Es más, "Ah, qué lata!" se trata de la forma más "suave" que hay para expresar que uno le genera molestias a otro.

    Sin embargo, sus opiniones me sirvieron para conocer una expresión nueva... aunque algo fuerte... :D

    Saludos!
     

    Gianma

    Senior Member
    Italiano
    Gracias Gianma e Irene! Efectivamente, esa expresión suena demasiado fuerte para lo que significa aquí. Es más, "Ah, qué lata!" se trata de la forma más "suave" que hay para expresar que uno le genera molestias a otro.

    Sin embargo, sus opiniones me sirvieron para conocer una expresión nueva... aunque algo fuerte... :D

    Saludos!
    ¡Gracias a ti Reys! Entonces, creo que "Ah, qué lata" se puede expresar como "che noia!/ che seccatura!"

    Saluditos
    .
     

    femmejolie

    Banned
    Spanish (Spain)
    Yo creo que quizás traducir "qué lata" con "che due coglioni" es demasiado fuerte, ya que los nativos dicen que "dar la lata" no es una expresión tan fuerte.
    Te lo confirmo, en el post #17 Vikgigio lo ha explicado perfecto.
    "!No me des la lata" equivarrebbe a "No me molestes"/ "!Déjame en paz!"

    Sì, si può dire, confermo, ma comunque non è un'espressione gentile, perché chiaramente sottintende "le palle".. Comunque se ho capito bene l'uso di "dar la lata", anch'io penso che "rompere o far girare le palle/i coglioni":warn: [o anche 'cacare il cazzo':warn:] siano traduzioni un po' forti. Non penso che 'dar la lata' sia altrettanto volgare, no?
    Io userei piuttosto "scocciare", "infastidire", "seccare":
    No me des la lata=Non mi scocciare!
    (come fosse: no me molestes)
    D'altronde, due anni fa ho chiesto a una ragazza italiana di Milano come si diceva "!Qué coñazo!":warn: e mi ha detto "Che palle!" e in seguito ha aggiunto !Qué cojones!:warn: (detto in spagnolo, anche se lei sapeva che io lo sapevo, ma l'ha detto per enfatizzare il contrasto tra lo spagnolo e l'italiano)
    Una volta una mia insegnante di Milano che era seduta mi ha detto scherzando che noi le rompevamo le scatole e in seguito si è guardato
    l'inforcatura, quindi ho dedotto ciò che voleva dire: "le tocábamos los coj..", ma aveva usato 'scatole' che è più corretto.

    Gianma: "Ah, qué lata" se puede expresar como "che noia!/ che seccatura!" :tick:


    Credo che 'Non mi seccare!' venga più usata di 'Non mi scocciare!'. Che ne dite?
     

    Gianma

    Senior Member
    Italiano
    Te lo confirmo, en el post #17 Vikgigio lo ha explicado perfecto.
    "!No me des la lata" equivarrebbe a "No me molestes"/ "!Déjame en paz!"



    D'altronde, due anni fa ho chiesto a una ragazza italiana di Milano come si diceva "!Qué coñazo!":warn: e mi ha detto "Che palle!" e in seguito ha aggiunto !Qué cojones!:warn: (detto in spagnolo, anche se lei sapeva che io lo sapevo, ma l'ha detto per enfatizzare il contrasto tra lo spagnolo e l'italiano)
    Una volta una mia insegnante di Milano che era seduta mi ha detto scherzando che noi le rompevamo le scatole e in seguito si è guardato
    l'inforcatura, quindi ho dedotto ciò che voleva dire: "le tocábamos los coj..", ma aveva usato 'scatole' che è più corretto.

    Gianma: "Ah, qué lata" se puede expresar como "che noia!/ che seccatura!" :tick:


    Credo che 'Non mi seccare!' venga più usata di 'Non mi scocciare!'. Che ne dite?
    Femmejolie: Credo che 'Non mi seccare!' venga più usata di 'Non mi scocciare!'. Che ne dite?
    Por general creo es verdad. "Scocciare" es más tipico de algunas regiones (sureñas, sobre todo).

     

    feiras

    Member
    Buenos Aires-spanish
    Voialtri italiani avete solo il maschile (cazzo:warn:/coglioni:warn:)
    Noialtri spagnoli abbiamo sia il maschile ("No me toques los coj../huevos/polla :warn: ") che il femminile (!No me des el coñ..!")

    Penso sia molto più usato il femminile.

    Tra l'altro, è più forte a mio avviso "no me toques los coj..!" che "no me des el coñ..!" (quest'ultima lo può dire un amico a un'altro e non avviene nulla, senza alcun problema, ma como gli dica "no me toques los coj..." può prendersela).
    Questa frase è un po' contorta, sarebbe meglio scriverla così:
    quest'ultima (qui riferito quindi alla frase, femminile) la può dire un amico ad un altro senza nessun problema; oppure: e non succede nulla - se vogliamo mantenere il testo originale - (avviene è troppo ricercato)
    ed ora la parte più difficile:
    "..ma come gli dica.." non esiste in italiano una frase del genere, si potrebbe dire: " ma, nel momento in cui gli dice:".."...allora può prendersela.
     

    vikgigio

    Senior Member
    Italian, Italy
    Questa frase è un po' contorta, sarebbe meglio scriverla così:
    quest'ultima (qui riferito quindi alla frase, femminile) la può dire un amico ad un altro senza nessun problema; oppure: e non succede nulla - se vogliamo mantenere il testo originale - (avviene è troppo ricercato)
    ed ora la parte più difficile:
    "..ma come gli dica.." non esiste in italiano una frase del genere, si potrebbe dire: " ma, nel momento in cui gli dice:".."...allora può prendersela.
    In verità Femmejolie ha sbagliato solo la costruzione finale, quella con il "como gli dica", sia perché 'como' in italiano non esiste, sia perché 'come' non ha il significato temporale (per lo meno non in italiano standard, anche se dalle mie parti sì) di "non appena, quando". In quel caso avrebbe dovuto dire: "non appena gli dici" o, come segnalato da altri, "se gli dici".
    Le altre tue segnalazioni invece sono un po' ingenerose.
    - 'Avvenire' è perfetto, e niente affatto ricercato.
    - 'Nessun' e 'alcun' in quella frase (senza alcun/nessun problema) sono perfettamente intercambiabili, è solo una questione stilistica. Anzi, io preferisco "senza alcun problema" perché è diventata una sorta di frase idiomatica.
    - Sono d'accordo su "quest'ultima LA", ma sarà stato un errore di distrazione dovuto alla fretta.
    - Al massimo segnalo l'apostrofo che le è scappato in "un'altro:cross:" ma è una piccolezza.
    Se molti italiani sapessero scrivere in italiano come FJ, sarebbe una cosa stupenda:)
     

    feiras

    Member
    Buenos Aires-spanish
    In verità Femmejolie ha sbagliato solo la costruzione finale, quella con il "como gli dica", sia perché 'como' in italiano non esiste, sia perché 'come' non ha il significato temporale (per lo meno non in italiano standard, anche se dalle mie parti sì) di "non appena, quando". In quel caso avrebbe dovuto dire: "non appena gli dici" o, come segnalato da altri, "se gli dici".
    Le altre tue segnalazioni invece sono un po' ingenerose.
    - 'Avvenire' è perfetto, e niente affatto ricercato.
    - 'Nessun' e 'alcun' in quella frase (senza alcun/nessun problema) sono perfettamente intercambiabili, è solo una questione stilistica. Anzi, io preferisco "senza alcun problema" perché è diventata una sorta di frase idiomatica.
    - Sono d'accordo su "quest'ultima LA", ma sarà stato un errore di distrazione dovuto alla fretta.
    - Al massimo segnalo l'apostrofo che le è scappato in "un'altro:cross:" ma è una piccolezza.
    Se molti italiani sapessero scrivere in italiano come FJ, sarebbe una cosa stupenda:)

    Ciao!
    forse non ci siamo capiti, ho meglio, forse sono io a non capire il meccanismo del forum..le mie osservazione volevano essere semplicemente dei suggerimenti, per aiutare a migliorare la lingua, proprio come mi è stato segnalato da altri membri. Di certo non è mia intenzione sminuire FJ nè nessun altro menbro del forum. Magari tu potresti illuminarmi indicandomi la migliore forma per interagire. Le osservazioni fatte non hanno nulla di scorretto o sgradevole, mi sono permessa di segnalare il "non avviene nulla" non perchè sia sbagliato ma semplicemente poco utilizzato, in genere diciamo "non succede nulla", così come le altre "piccolezze" come hai ben detto tu..mi dispiace siano state mal interpretate; credo che tutti qui ci troviamo per imparare qualcosa di nuovo..
     

    vikgigio

    Senior Member
    Italian, Italy
    Ciao feiras.
    Ti ho solo detto che mi pareva ingeneroso chiamare "contorta" la frase di FJ. Sono ben altre le cose contorte, secondo me.. no? :) Poi mi sono limitato a correggere alcune tue osservazioni. Mi dispiace che tu non sia d'accordo, ma continuo a ritenere "avvenire" un verbo normalissimo, e niente affatto 'ricercato'. Forse meno usato, ma di certo non 'ricercato'.
    Baci
    VIK
     

    feiras

    Member
    Buenos Aires-spanish
    Mi dispiace che le mie parole siano state fraintese, forse non mi sono spiegata bene, con "contorta" non intendevo sminuire la riposta data. Chiedo scusa se questo è risultato spiacevole o aggressivo, intendevo solo dare il mio punto di vista.
    Feiras
     
    < Previous | Next >
    Top