e ti pareva!

< Previous | Next >

ferran

Member
Croatia
Ciao,
potete spiegarmi quando si usa "e ti pareva"? Penso di averlo capito, ma mi servono degli esempi. E' un' espressione colloquiale se ho capito bene.
 
  • Stiannu

    Senior Member
    Italy, Italian
    Quando si verifica un evento che avevamo in qualche modo previsto in precedenza, e vogliamo esprimerlo con ironia o sarcasmo.

    - Ho passato l'esame con il massimo dei voti.
    - E ti pareva! (sottinteso: ne ero sicuro, lo immaginavo... in questo caso può essere un'ironia bonaria verso l'amico, come per dire: vai sempre bene agli esami, non c'era da dubitarne).

    - Marco mi ha telefonato dicendo che ha avuto un imprevisto e arriverà in ritardo.
    - E ti pareva... (sottinteso: me lo aspettavo, conferma quello che temevo... in questo caso sarà più negativo, come per dire: lo sapevo che non potevamo fidarci)
     

    alecarfi

    Member
    italian
    Io sottolineerei la sfumatura negativa comunque.
    Di solito è usato in casi del genere del secondo esempio
    (Nel primo c'è da supporre perche la frase abbia pienamente senso che l'amico si lamentasse di non essere in grado di passare l'esame)
     

    Necsus

    Senior Member
    Italian (Italy)
    Dal DeMauro:
    3b risultare in base a conoscenze, opinioni, impressioni, congetture, ecc.: [...] | anche in loc.pragm. mi pareva!, volevo ben dire, lo sapevo, per evidenziare che ciò che si pensava era corretto | mi pareva!, ti pareva!, per indicare con disappunto che si è verificato proprio ciò che si temeva | ti pare?, non ti pare?, vi pare?, non vi pare?, per chiedere consenso e approvazione all’interlocutore
     

    la italianilla

    Senior Member
    Italian
    Oltre alle perfette spiegazioni precedenti, aggiungo che "E ti pareva!" spesso assume la connotazione simile a quella di "figuriamoci!" in diversi contesti.
    Per esempio:

    A:"Elisa è riuscita a convincerli tutti quanti!"
    B: "E ti pareva!" -> "Figuriamoci!"


    Come se si volesse sottolineare il fatto che la cosa non stupisce, ovvero sembra quasi come se l'interlocutore B non sia affatto stupito che si sia verificato quello che racconta A.
     
    < Previous | Next >
    Top