giargiana - giargianese

Salve

In una discussione nel forum En-It si è parlato del termine "giargiana"

Giargiana, così i milanesi chiamano gli stranieri: ma l’origine della parola è napoletana
La parola in questione è “giargiana”, variante abbreviata del meno usato “giargianese”: questo termine è entrato nella cultura lombarda e milanese per indicare tutti coloro che non sono originari della città di Milano e, per questa ragione, estranei agli usi, alle abitudini e alla parlata più genuinamente autoctona. Il milanese doc utilizza ancora oggi questo aggettivo sia per rivolgersi a chi viene semplicemente dalla periferia sia a chi proviene da altre parti d’Italia: non c’è differenza, se non si è di Milano si è un “giargiana”.

Secondo la mia esperienza personale (a BS e BG, giargia o giargianès) il termine ha un significato diverso adesso, non più "non milanese", ma straniero/immigrato, spesso Africano o Asiatico.
E' lo stesso anche in altre zone del nord italia?
Il termine è ancora usato anche al sud? (il sito sostiene che il termine sia nato al sud)

Grazie
 
  • Che strano, la fonte mi sembra autorevole..

    L'origine napoletano del “non milanese”

    Molte fonti autorevoli come il Dizionario etimologico dei dialetti italiani fanno risalire l’origine della parola “giargianese” al diciannovesimo secolo, quando nell’allora capitale del Regno del Sud erano soliti giungere moltissimi commercianti e girovaghi dalle terre della Basilicata e della Calabria. La parola, oggi emblema della parlata milanese, si riferiva ai “ggiaggianési”, a coloro che erano originari del piccolo paesino di Viggiano, in provincia di Potenza.
     

    alfaalfa

    Senior Member
    italiano
    Ciao,
    a Foggia il "giargianese" è una lingua incomprensibile parlata appunto dai giargianesi. I giargianesi erano i semplici forestieri che, nel sud illetterato, parlavano un dialetto differente. Oggi invece sembra che l'italiano sia la lingue corrente anche lì e giargianesi sono diventati gli "africani" (che appunto parla una lingua incomprensibile, il giargianese, ecc ecc....)
     

    giginho

    Senior Member
    Italiano & Piemontese
    A Torino e provincia è una parola che non si usa e che ti etichetta sicuramente come "bauscia".

    Tuttavia, avendo avuto frequentazioni lombarde/milanesi, mi sento di confermare quello che dice Paul: indica una persona immigrata non italiana". Se sei italiano immigrato (come me) non vieni chiamato giargiana, ma con altri epiteti a seconda della tua zona di provenienza.
     

    Tellure

    Senior Member
    Italian
    Ciao,
    a Foggia il "giargianese" è una lingua incomprensibile parlata appunto dai giargianesi. I giargianesi erano i semplici forestieri che, nel sud illetterato, parlavano un dialetto differente. Oggi invece sembra che l'italiano sia la lingue corrente anche lì e giargianesi sono diventati gli "africani" (che appunto parla una lingua incomprensibile, il giargianese, ecc ecc....)
    Anche nella mia provincia (BAT) si usa con lo stesso significato.

    Ho trovato questo in rete:

    Solitamente l’espressione viene riferita ad un modo di parlare, e forse questo già lo sapete…ma sapete perché si dice così? Giargianese, innanzitutto, è un termine colloquiale, usato in tono dispregiativo, e significa “straniero”, “imbroglione“, o anche di “lingua incomprensibile“.

    Il termine deriva dal napoletano “giaggianese”, termine comparso alla fine del XIX secolo, utilizzato per indicare suonatori ambulanti e commercianti lucani, o comunque di orgine meridionale.

    L’etimologia del termine è incerta, forse è una storpiatura di “viggianese“, abitante di Viggiano, un paese della Basilicata che vanta una tradizione di suonatori d’arpa.

    Un’altra ipotesi, proposta dal Dizionario etimologico dei dialetti italiani, fa risalire l’origine della parola alla storpiatura di vigevanese (di Vigevano, in Lombardia) in riferimento ai “piccoli commercianti che vengono dall’Alt’Italia per comprare l’uva o il mosto”.

    Il termine è tornato ad essere utilizzato negli anni ’40 del XX secolo, e si è diffuso in tutta Italia come sinonimo di straniero e zotico. In napoletano si usa soprattutto per indicare una lingua o una parlata come incomprensibile (es. “parli il giargianese?” per dire “non ho capito”).
    "Parlare giargianese": che significa e perché si dice così?

    Edit: Vorrei solo aggiungere che "parli giargianese?" era forse un modo di dire più diffuso in passato, oggi si sente molto raramente dove vivo io.
     
    Last edited:
    Top