Giungere in bocca a qualcuno

Tizona

Senior Member
Castellano de Castilla
Ciao,

A Venezia Pedro Almodóvar deve molto. Non solo perché qui ha presentato nel 1988 il cult tutto al femminile 'Donne sull'orlo di una crisi di nervi', che poi è anche il film che ha scelto per essere riproiettato a chiusura della premiazione per il suo Leone d'oro, ma anche perché è proprio la Mostra averne battezzato la sua carriera internazionale. Nel 1983, con il provocatorio 'L'indiscreto fascino del peccato'. "Quella è stata la mia prima vittoria cinematografica nei confronti della censura che all'epoca era esercitata da Gianluigi Rondi, democristiano. Quando il comitato di esperti aveva proposto il mio film, lui lo aveva tacciato di oscenità e blasfemia, e quindi impossibile da portare a Venezia. Per fortuna la notizia giunse in bocca alla stampa. Se ne parlò così tanto che poi è risultato impossibile tenere questo film fuori dal concorso. Mi presentai al festival con un grande seguito di suore".

No encuentro esta expresión en ningún sitio pero por el contexto me da la impresión de que es como "llegar a oídos de alguien". ¿Es correcto? ¿Tiene algún matiz?

Grazie.
 
  • Androide74

    New Member
    Italian
    Non ho mai sentito l'espressione "giungere in bocca", semmai è diffusa "giungere all'orecchio".
    Reputo "giungere in bocca" una espressione brutta e non ne capisco molto il senso...
    Vediamo se qualcuno risponderà.
    Sarei curioso di sapere chi ha scritto il testo.
     

    Saoul

    Senior Member
    Italian
    Sono d'accordo con Androide74. "Giungere all'orecchio" è comune. "Giungere in bocca" mi sembra un'espressione inventata, una specie di via di mezzo tra "giungere all'orecchio" (llegar a oídos) e "finire in pasto" (convertirse en comida) che è invece un'espressione comunemente usata con la stampa. "Finire in pasto ai giornali", "Finire in pasto ai giornalisti". Insomma, Cacioppo a mio avviso si è inventato un'espressione.
     
    < Previous | Next >
    Top