Greet a new morn

Epsortor_

New Member
Italiano
Sto traducendo un racconto fantasy. Questi due fratelli hanno appena ricattato una ragazza per stare da lei per un po', visto che sono "in viaggio" (circa...).
La frase in questione è:


"Now they greeted a new morn at her house."


Io la tradurrei come "Ora salutavano il mattino a casa sua."
Tradotta letteralmente suona abbastanza male... Come la potrei mettere meglio? :/
 
  • TimLA

    Member Emeritus
    English - US
    Salve,

    Più di tre ore senza risposta, sembra un'enigma interessante.

    Now - facile
    they greeted - facile ma non sono sicuro che si pùo salutare un tempo nel giorno in italiano (comune in inglese - uno pùo salutare qualsiasi cosa:))
    a new - facile
    morn - vecchio costruzione, suona poetica, datata - in italiano ho trovato "mane" da Dante ??
    at her house - facile

    Allora:

    Ora acolgono/ricevano una mane nuova alla sua casa.

    ...una prova.
     

    °Adhara°

    Senior Member
    Italiano
    Scusami Ohbice, ma mi sembra che il tuo tentativo si discosti dalla frase originale e dalle altre proposte. In base a quanto scritto sopra dovrebbe risultare come: Ora davano il benvenuto al nuovo giorno nella sua casa (per usare l'opzione di Alicip).
     

    alicip

    Senior Member
    Italiano ITA-Romeno ROU-Inglese AmE
    Morn (Literary)
    (n.)
    The first part of the day; the morning; -- used chiefly in poetry.
    Tim voleva dire che si tratta di una licenza poetica in disuso oggi. :)
     

    Mary49

    Senior Member
    Italian
    Infatti Tim dice "mane", http://www.treccani.it/vocabolario/mane/ "mane s. f. [lat. mane «di mattina, al mattino», avverbio (propr. caso locativo) dall’agg. manis «buono»; cfr., per il passaggio semantico, le espressioni di buon mattino, di buon’ora], letter. – Mattina: questa m.; è usato quasi esclusivam. nelle locuz. da m. a sera, per tutto il giorno, continuamente, far m., albeggiare, fare giorno, e nei composti stamane, dimane (per i più com. stamani, dimani o domani). Anticam., in determinazioni temporali, quasi sempre in opposizione a sera: Qui è da man, quando di là è sera (Dante)".
     
    < Previous | Next >
    Top