ha capovolto due giovani impantanati nella sensualità

< Previous | Next >

Diddl

Senior Member
Italian -Italy
Salve a tutti,
ho una domanda che riguarda l'uso del past perfect continuous e che scaturisce dalla necessità di tradurre la seguente frase, che è il titolo della testimonianza di un venitcinquenne che asserisce di aver avuto problemi a conservasi casto sino alla scorsa Pasqua, quando lui e la sua fidanzata hanno trovato la forza per cessare di avere rapporti pre-matrimoniali.
La frase è questa:
La grazia della Pasqua ha capovolto due giovani impatanati nella sensualità e li ha trasformati in persone nuove.

La mia traduzione:
The grace of Easter overturned two youngsters who had been stuck in carnality and changed them into new people

Ho scelto il past perfect continuous per enfatizzare il fatto che i due ragazzi avevano continuato ad avere rapporti pre-matrimoniali per un certo tempo, quando a Pasqua, d'emblée, hanno smesso del tutto. Tuttavia altre volte avevo usato questo tempo verbale in casi analoghi e i proofreaders madrelingua mi hanno corretta. Inoltre temo che il simple past nella proposizione principale non faccia comprendere che gli effetti della grazia della Pasqua perdurano nel presente. Qualcuno può aiutarmi a sciogliere questi dubbi sui tempi verbali? Grazie a tutti
 
  • Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    Significa che la grazia ricevuta il giorno di Pasqua ha trasformato radicalmente la vita di due fidanzati, trasformandoli da persone incapaci di astenersi dai rapporti prematrimoniali in persone capaci di farlo. Purtroppo io non sono responsabile della forma italiana degli originali che devo tradurre. In questo caso, si tratta della testimonianza di un venticinquenne di cui non conosco il livello culturale
     

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    Dici bene: io tradurrei proprio: overturned the lives of two... ecc. per superare l'assurdità di "capovolgere due giovani" presente nell'originale.
    Si, in effetti, questo "capovolgimento dei giovani" è alquanto ambiguo
     

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    La persona che scrive non sembra nemmeno conoscere la differenza tra sensualità e sessualità, alla faccia del pensiero profondo..
    Io devo tradurre e non fare l'apologia di chi scrive, ad ogni modo "sessualità" non va bene in questo contesto. Semmai "lussuria", "carnalità".
    In questo periodo sto leggendo la traduzione di Agostino Villa dei Fratelli Karamazov di Dostoevskij, e anche lì sensualità è usato in questo senso. Cito dal dizionario Treccani: 2. Il sentire fortemente, e spesso in modo predominante, gli impulsi e i desiderî sessuali; più genericam. compiacimento nei piaceri sensibili, sia in quelli della sfera erotica sia in tutti gli altri offerti dalla sensibilità.
     

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    Questa è sessualità, non sensualità.
    Sensualità vuol dire tutt'altro e una persona che scrive

    non legge Dostoevskij
    La definizione di sessualità è questa: sessualità in Vocabolario - Treccani
    Qui non ci si riferisce alla sessualità in se stessa quanto piuttosto all'uso disordinato della sessualità, o meglio all'incapacità di astenersi dai piaceri dei sensi. Pertanto, si allude al compiacimento nei piaceri sensibili a cui rimanda la definizione di "sensualità". Non so se questo ragazzo legga Dostoevskij, ma lo sto leggendo io e, nella traduzione di Villa, Mitjia Fedorovic Karamazov è definito varie volte un "sensuale" nel senso che è incapace di dominare i propri impulsi in senso lato: attrazione per le donne, golosità, prodigalità.
    Ad ogni modo trovo che questo esuli dal problema dell'uso del past perfect continuous, che nelle mie intenzioni costituiva il focus principale della discussione.
     

    Odysseus54

    Mod huc mod illuc
    Italian - Marche
    Ad ogni modo trovo che questo esuli dal problema dell'uso del past perfect continuous, che nelle mie intenzioni costituiva il focus principale della discussione.
    Dove sarebbe il past perfect continuous nel tuo tentativo di traduzione al #1? Riporto la frase qui sotto per comodita'.

    The grace of Easter overturned two youngsters who had been stuck in carnality and changed them into new people
     

    michaill

    Member
    English - US
    è past perfect passive, non continuous. Ma sembra che possa funzionare anche senza di esso:
    Overturned the lives of two youngsters mired in sensuality and transformed them into new people.
     

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    è past perfect passive, non continuous.
    Esattamente. Su carta, in bozza, avevo fatto vari tentativi di traduzione, tra cui who had been tying themselves to carnality e similari, ma alla fine quello che ho scritto qui è un past simple nella forma passiva. :( Sorry!
    Comunque "to be mired in sth" è una traduzione più letterale di "impantanarsi" rispetto a "to be stuck in sth". Grazie mille del suggerimento
     

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    Benché io non possa cambiare l'originale, le osservazioni di @Paulfromitaly, che ringrazio, mi hanno fatto riflettere sulla mia traduzione di "sensualità", che in modo un po' arbitrario avevo reso con "carnality". A giudicare dal contesto, lo scrivente vuole dire che la grazia ricevuta durante la veglia pasquale ha liberato lui e la fidanzata da una certa debolezza della volontà che impediva loro di resistere all'attrattiva dei piaceri sensibili, dunque alla prima delle tre "cose che sono nel mondo" menzionate in 1Gv 2, 15-17. Ho ricercato quindi la traduzione inglese di tale passo, che la Ignatius Study Bible che ho a casa rende così: "For all that is in the world, the lust of the flesh and the lust of the eyes and the pride of life, is not from the Father but is of the world. And the world passes away, and the lust of it; but he who does the will of God abides forever". Tuttavia, ho riscontrato che la versione della New American Bible è leggermente diversa e suona così: " For all that is in the world, sensual lust, enticement for the eyes, and a pretentious life, is not from the Father but is from the world".
    Credo dunque che tradurrò "sensualità" con "sensual lust", che oltre ad avere assonanza ha fondamento biblico.
    Dunque la mia traduzione finale è:

    The grace of Easter overturned the lives of two youngsters mired in sensual lust and transformed them into new people.

    Grazie mille a tutti
     
    Last edited:

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    Salve,
    avrei voluto inserire questo intervento nel contesto di una discussione da me aperta quest'estate (prima metà di agosto) a proposito della traduzione di una frase che conteneva la parola "sensualità" nell'accezione di "attaccamento disordinato ai piaceri dei sensi (gola, lussuria etc.)". Purtroppo però non trovo più il thread.
    Alla luce di quanto emerso nell'ambito di quella discussione, alla fine avevo deciso di tradurre "sensualità" con "sensual lust". Ora, leggendo la traduzione inglese di un trattato del famoso teologo Antonio Royo Marin, mi accorgo che la traduzione corretta era, invece, "sensuality".
    Segnalo la cosa a beneficio degli utenti del dizionario, che potrebbero avere dubbi analoghi ai miei e cercare chiarimenti nel forum.
    Saluti a tutti.
    Sensuality.JPG
     
    Last edited:

    Passante

    Senior Member
    italian
    La definizione di sessualità è questa: sessualità in Vocabolario - Treccani
    Qui non ci si riferisce alla sessualità in se stessa quanto piuttosto all'uso disordinato della sessualità, o meglio all'incapacità di astenersi dai piaceri dei sensi. Pertanto, si allude al compiacimento nei piaceri sensibili a cui rimanda la definizione di "sensualità". Non so se questo ragazzo legga Dostoevskij, ma lo sto leggendo io e, nella traduzione di Villa, Mitjia Fedorovic Karamazov è definito varie volte un "sensuale" nel senso che è incapace di dominare i propri impulsi in senso lato: attrazione per le donne, golosità, prodigalità.
    Ad ogni modo trovo che questo esuli dal problema dell'uso del past perfect continuous, che nelle mie intenzioni costituiva il focus principale della discussione.
    Per la verità tu chiarisci che hanno avuto rapporti prematrimoniali da qui la confusione. Se hanno avuto rapporti sono impantanati (termine brutto ma ci accontentiamo) nella sessualità, se non hanno avuto rapporti allora è più giusto dire sensualità. A mio modestissimo parere.
     

    Diddl

    Senior Member
    Italian -Italy
    Salve.
    Volendo ricorrere ad una perifrasi che alluda in modo più diretto alla ricerca dei piaceri venerei, e non dei piaceri sensibili lato sensu, potremmo parlare di "esercizio della sessualità prematrimoniale". "Sessualità", infatti, non è un termine dotato di accezione negativa, anzi, se rettamente usata la sessualità ha una valenza positiva. Occorre dunque un termine che si riferisca ad una ricerca del piacere non guidata dalla ragione e non ordinata alla piena realizzazione dell'uomo.
    Capisco bene le perplesittà che sorgono e che a mio modesto avviso nascono dal fatto che chi frequenta altri generi letterari, essendo magari un esperto di narrativa o di glottodidattica, non ha dimestichezza con questo specifico linguaggio settoriale, ma pensa immediatamente all'uso corrente che i termini "sensualità" e "sessualità" hanno nel linguaggio corrente (dove "sensualità" significa "fascino, capacità di suscitare desiderio sessuale"). Grazie comunque dell'intervento
     
    < Previous | Next >
    Top