Importare e importarsene

Hade

Member
Poland - Polish
Ciao,
Non riesco a capire alcune cose associate a questi due verbi:

1) Qual è la differenza tra "importare" e "importarsene"? C'è qualche differenza nel significato? Sono intercambiabili?
  • A chi importa?!
  • Chi se ne importa?!
2) "Importare" funziona come "piacere"? L'uso corretto del verbo dipende dal soggetto di una frase. Se parliamo delle cose al singolare, usiamo "piace", però se il soggetto è usato al plurale, usiamo "piacciono". Quindi, utilizziamo "importa" se il soggetto è al singolare e "importano" se è al plurale?
  • Mi importa quest'affare
ma
  • Non mi importano i tuoi problemi!
3) Utilizziamo la preposizione "di" con "importarsene"? Lo usiamo solo alla terza persona singolare? Quale frase è corretta?
  • Non me ne importa dei/i tuoi problemi!
  • Non me ne importano dei tuoi problemi!
  • Me ne importa di questo problema
4) Si dice:
  • importare qualcosa A qualcuno
oppure:
  • importare DI qualcosa A qualcuno?

Questi sono problemi che mi confondono moltissimo. Spero che possiate aiutarmi e correggermi. Grazie di cuore. <3
 
  • Pietruzzo

    Senior Member
    Italian
    Qual è la differenza tra "importare" e "importarsene"?
    "Importarsene" non esiste. Esiste l.'uso impersonale di importare alla 3a persona singolare:
    Che importa se non vieni?
    Non gli importa di te.
    Non ce ne importava di vincere.
    O anche all'infinito:
    Perchè mi dovrebbe importare dei mondiali?
    Non dovrebbe importargliene del giudizio degli altri.
     

    Hade

    Member
    Poland - Polish
    Quindi esiste solamente importare? Oh... grazie di cuore!

    Ma se usiamo un sostantivo dopo il verbo, si utilizzano importa e importano? O esiste solo l'uso impersonale con la preposizione di? Dimmi se le frasi sono grammaticalmente corrette.

    Per dir la verità, non mi importano i miei voti.
    Mi importa molto la tua opinione.
    Non m'importa dei vostri commenti!

    E poi, se importarsene davvero non esiste, perché i dizionari menzionano non me ne importa come un esempio? Adesso sono confusa. La coniugazione di importarsene andrebbe così:

    Non me ne importa
    Non te ne importa
    Non se ne importa
    Non ce ne importa
    Non ve ne importa
    Non se ne importa


    E anche tu hai scritto non ce ne importava di vincere, però prima hai detto che "importarsene" non esistesse. Perché?
     

    Pietruzzo

    Senior Member
    Italian
    E anche tu hai scritto non ce ne importava di vincere, però prima hai detto che "importarsene" non esistesse esiste. Perché
    Il verbo importarsene:cross:, se esistesse, avrebbe una coniugazione personale, cioè avrebbe un soggetto. Si dovrebbe quindi dire "Noi non ce ne importiamo di vincere":cross:. Si usa invece la forma impersonale, cioè senza soggetto "Non ce ne importa di vincere". Non abbiamo quindi una coniugazione di "importarsene" ma la forma impersonale "importa", sempre alla 3a persona singolare, accompagnata dai pronomi personali (me ne, te ne, gliene ecc).
    Per dir la verità, non mi importano i importa dei miei voti.
    Mi importa molto della tua opinione.
    Non se ne gliene importa
    Spero di essere stato più chiaro.


    .
     

    Hade

    Member
    Poland - Polish
    Guardando i miei esempi che hai corretto, penso che sia sempre accompagnato dalla preposizione di, però non ne sono sicura. È un verbo impersonale, che funziona solamente alla terza persona singlore? Non si usano gli altri? Quando usiamo importo, importi, importano, ecc.?

    E poi, quale sarebbe la differenza se dicessi "Me ne importa della tua opinione" invece di "m'importa della tua opinione"? Penso che "ne" venga usato come la particella pleonastica, quindi si può utilizzarla o no e la frase ha lo stesso significato.

    "Non ci importa di vincere" = "non ce ne importa di vincere"

    Va bene? Sono uguali?

    Possono essere accompagnati dai pronomi combinati o no, e l'uso dipende dal parlante?
     

    Pietruzzo

    Senior Member
    Italian
    penso che sia sempre accompagnato dalla preposizione di, però non ne sono sicura
    A volte può reggere una frase dipendente introdotta da che/ se:
    "Non m'importa se piove"
    "Non gli importa che tu venga"
    Non ci importa di vincere" = "non ce ne importa di vincere"
    Sì, il "ne" ha valore rafforzativo in questo caso, essendo già presente il riferimento "di vincere"

    Quando usiamo importo, importi, importano, ecc.?
    Con altri significati:
    "Importiamo cioccolato dalla Svizzera".
     
    Top