Indicativo o congiuntivo con congiunzioni concessive (Benché, sebbene, nonostante, quantunque)

il linguista

Member
italiano
Con le preposizioni concessive va usato sempre il congiuntivo? A prescindere da che si tratti di un fatto certo o ipotizzato... ?
E perchè con "anche se" si usa l'indicativo??


Al giorno d'oggi sono davvero pochi coloro che usano bene i modi verbali...
Sapreste chiarirmi le idee??
 
Last edited by a moderator:
  • MünchnerFax

    Senior Member
    Italian, Italy
    Benché, sebbene, nonostante, quantunque reggono tutte di norma il congiuntivo (De Mauro: benché, sebbene, nonostante, quantunque).
    Anche se invece regge normalmente l'indicativo, quando è usato con valore concessivo.

    Perché? Mah, io tenderei a dire semplicemente "perché sì". :p Questo è l'esempio classico che il sottoscritto illustra per dimostrare, specie agli stranieri che imparano la lingua, che il dogma "indicativo = realtà, congiuntivo = possibilità ecc." ha una validità molto relativa. Spesso e volentieri un certo modo verbale è semplicemente richiesto obbligatoriamente da una congiunzione, e basta.
     

    Orpilla

    New Member
    Italian
    La proposizione concessiva è normalmente una subordinata che esprime una concessione, cioè una circostanza, reale o ipotetica, la quale non ha alcun effetto su quanto enunciato nella reggente.

    Se introdotta da congiunzioni concessive quali malgrado, nonostante, sebbene, benché, quantunque, richiede il congiuntivo; richiede l'indicativo se introdotta da anche se; richiede il gerundio con pur.

    Esistono, inoltre, proposizioni concessive al futuro – es: sarà pure vero, ma...

    L'indicazione "indicativo = realtà, congiuntivo = possibilità" anche in questo caso ha una sua validità, in quanto le proposizioni concessive che utilizzano il congiuntivo possiedono una valenza retorica ironica. Come in altri casi, apprezziamo la complessità retorica della lingua italiana.

     

    giusyna

    Senior Member
    italian
    Ciao a tutti
    "sebbene" solitamente richiede il congiuntivo ( come anche "qualora"o a meno che" ). Stiamo parlando di una una proposizione concessiva
    Da wikipedia:
    La proposizione concessiva esprime una concessione, indica cioè che una cosa, sia o non sia vera, non ha effetto su un'altra. Si tratta normalmente di una frase subordinata introdotta da congiunzioni come malgrado, nonostante, sebbene, benché. In questi casi, la concessiva richiede l'uso del congiuntivo (malgrado siano tutti arrivati, c'è poca gente alla festa).
    Quindi l'esempio:
    "sebbene non da madrelingua, l'italiano lo parlo"
    andrebbe : "sebbene non (sia) di madrelingua, l'italiano lo parlo"

     

    Andy83

    Member
    Italiano
    Ragazzi, assodato che la congiunzione “nonostante” richiede il congiuntivo, vorrei chiedervi quando è come optare per la scelta del congiuntivo presente, passato, imperfetto, trapassato.
    Vi pongo alcune frasi come esempio:

    Nonostante lo perdoni, mi tratterà sempre male.

    Nonostante lo abbia perdonato, mi tratta male.

    Nonostante lo perdonassi, mi trattava male.

    Nonostante lo avessi perdonato, mi trattava male.

    Le suindicate frasi, sono tutte corrette?

    Grazie mille per la disponibilità.

    Un abbraccio
     

    dragonseven

    Senior Member
    italiano
    Ciao Andy.

    A me sembra di sí, almeno grammaticalmente.
    [Q]uando e come optare per la scelta del congiuntivo presente, passato, imperfetto, trapassato.
    La scelta del tempo verbale nella subordinata concessiva introdotta da nonostante si determina a partire dal tempo del verbo della reggente e il rapporto temporale (anteriorità, contemporaneità, posteriorità) che si vuole esprimere.
     

    Andy83

    Member
    Italiano
    Ciao Andy.

    A me sembra di sí, almeno grammaticalmente.
    La scelta del tempo verbale nella subordinata concessiva introdotta da nonostante si determina a partire dal tempo del verbo della reggente e il rapporto temporale (anteriorità, contemporaneità, posteriorità) che si vuole esprimere.
    Grazie mille per la risposta.
     

    bearded

    Senior Member
    Nonostante lo abbia perdonato, mi tratta male.
    Nonostante lo avessi perdonato, mi trattava male.
    ''Mi tratta male'' può voler dire che lo fa in questo momento oppure che lo fa solitamente (in inglese si vedrebbe la distinzione)... Pertanto, volgendo la frase al passato, si potrebbe aggiungere alla tua lista anche ''Nonostante lo avessi perdonato, mi trattò male''.
     

    Andy83

    Member
    Italiano
    ''Mi tratta male'' può voler dire che lo fa in questo momento oppure che lo fa solitamente (in inglese si vedrebbe la distinzione)... Pertanto, volgendo la frase al passato, si potrebbe aggiungere alla tua lista anche ''Nonostante lo avessi perdonato, mi trattò male''.
    Carissimo! Grazie mille!:)
     

    alessandro66

    New Member
    Italiano
    L'indicazione "indicativo = realtà, congiuntivo = possibilità" anche in questo caso ha una sua validità, in quanto le proposizioni concessive che utilizzano il congiuntivo possiedono una valenza retorica ironica. Come in altri casi, apprezziamo la complessità retorica della lingua italiana.

    Citazione d’obbligo, bellissima risposta. 👏
     
    Top