Littérature à programme, à contrainte

< Previous | Next >

dadaberu

New Member
Italian
Come posso tradurre l'espressione "littérature à programme, à contrainte"? So di cosa si parla, ovvero di quel tipo di letteratura a cui si impongono vincoli di scrittura. Cioè quello che facevano i surrealisti e simili, vedere Queneau, Breton, Perec, Apollinaire, che sperimentavano la lingua autoimponendosi dei vincoli formali per creare nuove forme di espressione, che fosse di tipo grafico, stilistico, o puramente creativo. Non mi sono mai preoccupata di dover tradurre questa espressione perché l'ho sempre acquisita così com'è, ora si presenta la necessità.
Posso tradurre con Letteratura a programma, con vincoli, secondo voi? Esistono delle traduzioni già accreditate sull'argomento?

Grazie mille.
P.S. È il mio primo post, spero di aver rispettato "i vincoli" :p imposti dal gruppo.
 
  • < Previous | Next >
    Top