Meglio/migliore - avverbio oppure aggettivo

  • Saoul

    Senior Member
    Italian
    Il dizionario lo riporta come aggettivo e avverbio, mentre migliore è solo aggettivo!
    Anche WR riporta alla voce "meglio di" la dicitura adj...
    Stessa cosa Collins...
    Ergo è sia aggettivo che avverbio!
     

    victoria luz

    Senior Member
    italy
    L'uso di meglio come aggettivo è riportato da QUALCHE dizionario come POPOLARE
    è il meglio avvocato della città :eek:
    Suona decisamente male ed è scorretto.

    Insisto: è il grado comparativo di bene, come potrebbe essere un aggettivo?
     

    Saoul

    Senior Member
    Italian
    Non saprei che dire, il mio dizionario e WR non riportano tale dicitura... ma si sa, ogni testo ha il proprio modo di vedere alcuni punti!
    Se devo fare mente locale alle lezioni di grammatica dei tempi della scuola, sarei d'accordo con te!
    Essendoci due dizionari che mi dicono aggettivo... come dire "Ubi major..."
     

    victoria luz

    Senior Member
    italy
    Che cosa ne diresti se l'Accademia della Crusca non contemplasse affatto la peregrina idea del Meglio come aggettivo? E il De Mauro lo menzionasse solo come popolare? Minor cessat?

    E poi, fatemi un solo esempio plausibile di questo aggettivo meglio ;)
     

    Saoul

    Senior Member
    Italian
    Ma io come minor, cessat anche subito, non è un problema!
    Proverò a ragionare per vedere se mi viene in mente qualche frase così ci confrontiamo? Ok?
     

    Cnaeius

    Senior Member
    Italian, Italy
    Che "meglio" sia usato a volte come aggettivo, fuor di ogni dubbio, ma che sia anche corretto... Non mi pare proprio. Ed esempi corretti proprio non me ne vengono in mente.
    "Usato" e "corretto" non sono sinonimi, ma anche qui ci sarebbe da disquisire....
    E poi "presente sul dizionario" = "corretto" ? Anche qui ci sarebbe da disquisire.
    Concordo in toto con Victoria pur comprendendo le ragioni di Saoul
     

    MCGF

    Senior Member
    Spain, spanish
    Se serve la mia opinione, io ho studiato meglio come avverbio e migliore como il comparativo di buono, non é corretto??
     

    Willi

    Senior Member
    Italy - Italian
    MCGF said:
    Se serve la mia opinione, io ho studiato meglio come avvervio e migliore como il comparativo di buono, non é corretto??
    E' assolutamente corretto. E anche io concordo in pieno con Victoria e Cnaeius.
     

    Idioteque

    Senior Member
    Italy - Italian
    Che ne dite di questo? Dal De Mauro:

    4 agg.inv. FO migliore, spec. come predicato di essere, parere, sembrare e sim.: questo giornale sembra m. di quello, è m. che tu resti qui, sarà m. che tu non lo faccia più, mi pareva m. arrivare in anticipo

    6 agg.inv. FO con valore neutro indica cosa migliore: se stai calmo è m., penso sia m. non dirgli niente | con il verbo essere sottinteso: m., tanto m. per noi!, siamo noi che ci guadagnamo | preceduto da di in espressioni partitive: in mancanza di m., non c’è niente di m. che un buon caffè

    Onestamente, non mi sento di dire che "essere meglio" o "sembrare meglio" siano sbagliati... :)

    P.S: "FO" vuol dire:
    FO: fondamentale; tra i lemmi principali, sono così marcati i vocaboli di altissima frequenza, le cui occorrenze costituiscono circa il 90% delle occorrenze lessicali nell’insieme di tutti i testi scritti o discorsi parlati;
     

    Cnaeius

    Senior Member
    Italian, Italy
    Idioteque said:
    Che ne dite di questo? Dal De Mauro:

    4 agg.inv. FO migliore, spec. come predicato di essere, parere, sembrare e sim.: questo giornale sembra m. di quello, è m. che tu resti qui, sarà m. che tu non lo faccia più, mi pareva m. arrivare in anticipo

    6 agg.inv. FO con valore neutro indica cosa migliore: se stai calmo è m., penso sia m. non dirgli niente | con il verbo essere sottinteso: m., tanto m. per noi!, siamo noi che ci guadagnamo | preceduto da di in espressioni partitive: in mancanza di m., non c’è niente di m. che un buon caffè

    Onestamente, non mi sento di dire che "essere meglio" o "sembrare meglio" siano sbagliati... :)

    P.S: "FO" vuol dire:
    FO: fondamentale; tra i lemmi principali, sono così marcati i vocaboli di altissima frequenza, le cui occorrenze costituiscono circa il 90% delle occorrenze lessicali nell’insieme di tutti i testi scritti o discorsi parlati;
    Concordo in pieno, esempi che non mi erano venuti in mente ma che sono lampanti. L'unica cosa: l'uso predicativo di "meglio" in essere, parere ecc mi pare molto sfumato con quello aggettivale neutro.
    L'uso come aggettivo neutro è poi effettivamente altrettanto naturale e, tanto per fare il rompiscatole del latino, mi fa venire in mentre che il grado comparativo del neutro di bonus, cioè bonum non è melior ( da cui migliore) ma melius (da cui meglio)! Quindi tutto torna:
    Lat:
    bonus --> melior (ag m.) bonum--> melius (ag n.) bene --> melius (av)
    It:
    buono --> migliore buono --> meglio bene --> meglio

    Ciao
     

    stackblock

    Member
    Italian
    Ho cercato altri thread, ma non ho trovato niente che risolvesse il mio dubbio. Come dovrebbero essere queste frasi?
    "Questo è sicuramente meglio/migliore dell'altro."
    "Qui il cibo è molto meglio/migliore rispetto a quello del suo ristorante."
    Io, personalmente, userei meglio in entrambe le frasi e non avrei avuto alcun dubbio se non fosse per il fatto che molti, tra cui anche professori d'italiano, affermano si debba usare migliore, dato che normalmente non si dice "Questo è bene", ma "Questo è buono".
     

    bearded

    Senior Member
    Italian
    Ho cercato altri thread, ma non ho trovato niente che risolvesse il mio dubbio. Come dovrebbero essere queste frasi?
    "Questo è sicuramente meglio/migliore dell'altro."
    "Qui il cibo è molto meglio/migliore rispetto a quello del suo ristorante."
    Io, personalmente, userei meglio in entrambe le frasi e non avrei avuto alcun dubbio se non fosse per il fatto che molti, tra cui anche professori d'italiano, affermano si debba usare migliore, dato che normalmente non si dice "Questo è bene", ma "Questo è buono".
    Salve
    Intanto ''questo è bene'' è buon Italiano. C'è anche un proverbio ''E' bene ciò che finisce bene'', che mostra come anche la parola 'bene' possa fungere da predicato (siccome però esiste il sostantivo ''il bene'', qualcuno potrebbe sostenere che è il sostantivo, e non l'avverbio, a fungere da predicato...).
    Ma per rimanere in argomento, parliamo di 'meglio' e 'migliore'. Nei tuoi due esempi con 'questo' e con 'il cibo', la forma normalmente usata per esprimere il comparativo è ''migliore''. Tuttavia, come mostrato negli interventi precedenti, anche la forma aggettivale neutra 'meglio' esiste e può correttamente essere usata come predicato. Conclusione: secondo me, si può dire indifferentemente ''questo è meglio dell'altro'' oppure ''questo è migliore dell'altro'', e ''il cibo è molto migliore...'' oppure ''è molto meglio...''. Quando si usa 'meglio' si intende ''cosa migliore'', appunto dal neutro latino 'melius'. E' una questione di stile: ''migliore'' se ci si esprime in maniera grammaticalmente classica e tradizionale, ''meglio'' in un discorso più familiare e sbrigativo. E secondo me i professori in questo caso non hanno ragione: entrambe le forme sono corrette.
     

    francisgranada

    Senior Member
    Hungarian
    ... C'è anche un proverbio ''E' bene ciò che finisce bene'', che mostra come anche la parola 'bene' possa fungere da predicato (siccome però esiste il sostantivo ''il bene'', qualcuno potrebbe sostenere che è il sostantivo, e non l'avverbio, a fungere da predicato...).
    Ho provato a tradurre questo proverbio in alcune lingue in cui la differenza tra meglio/migliore e bene/buono è del tutto univoca e mi sembra che in alcuni casi funzioni. Insomma, voglio dire che mi pare che qui bene possa mantenere la sua funzione di avverbio (anche se forse un po' forzatamente, vista la combinazione è bene + ciò che).

    Anch'io ho dei dubbi per quanto riguarda l'uso di meglio in funzione di aggettivo, per cui ho una domanda: ci sono casi quando migliore non è sostituibile da meglio? Per esempio nel caso di una comparazione esplicita come "la mia nuova casa è migliore della mia vecchia casa" spontaneamente non userei meglio, ma ma non so se qui meglio suonerebbe male anche per un madrelingua italiano ...
     
    Last edited:

    bearded

    Senior Member
    Italian
    No, la frase ''la mia nuova casa è meglio della mia vecchia casa'' non suona male per un madre-lingua italiano. Rispetto alla stessa frase con 'migliore' al posto di 'meglio', la definirei leggermente più colloquiale.

    @ francisgranada
    >>Ci sono casi quando 'migliore' non è sostituibile da meglio?<<
    Ho riflettuto un po' su questa domanda, e credo di poter rispondere come segue:
    - primo caso: quando 'migliore' è attributo: Si può dire 'una vita migliore', ma non 'una vita meglio';
    - secondo caso (non tassativo): quando 'migliore', anche se predicato, si riferisce alle persone. ''Mio fratello è migliore di me'' suona infinitamente meglio di ''mio fratello è meglio di me''. Infine - sempre per le persone - quando 'migliore' è sostantivato: un uomo politico del passato veniva detto ''il Migliore'' ('il meglio' avrebbe tutt'altro significato, cioè ''tutte le cose migliori/quanto c'è di meglio'').
    ((Piccola correzione marginale: non ''casi quando'', ma ''casi in cui'':))).
     
    Last edited by a moderator:

    dragonseven

    Senior Member
    italiano
    Anche nel caso che migliore funga da comparativo relativo in un gruppo definito. Ad esempio:
    "Dei pianeti del sistema solare, la Terra è certamente il migliore ad ospitare la vita umana come la conosciamo.", non è possibile sostituire migliore con meglio;
    "È il migliore del gruppo.", non è semanticamente equivalente a "(?)È il meglio del gruppo.".

    Mie impressioni. ;)
     

    francisgranada

    Senior Member
    Hungarian
    - primo caso: quando 'migliore' è attributo: Si può dire 'una vita migliore', ma non 'una vita meglio'
    Sì, pare che il senso di 'una vita meglio' non sia abbastanza chairo/univoco (ossia non si capisce molto bene cosa significhi).
    - secondo caso (non tassativo): quando 'migliore', anche se predicato, si riferisce alle persone ...
    Questo è interessante; anzi mi pare anche logico (qui mi fermo per non essere OT ...)
    ... Piccola correzione marginale: non ''casi quando'', ma ''casi in cui'':) ...
    Grazie :). (Cercherò di scoprire da dove viene questa mia "abitudine" di usare quando in conbinazione con caso ...)
     

    bearded

    Senior Member
    Italian
    Anche nel caso che migliore funga da comparativo relativo in un gruppo definito. Ad esempio:
    "Dei pianeti del sistema solare, la Terra è certamente il migliore ad ospitare la vita umana come la conosciamo.", non è possibile sostituire migliore con meglio;
    "È il migliore del gruppo.", non è semanticamente equivalente a "(?)È il meglio del gruppo."..
    Sono d'accordo, anche se io chiamo il ''migliore'' dei tuoi esempi superlativo relativo, non comparativo.:)
     
    Last edited:

    sarpantra

    Member
    Italian
    Ciao a tutti, anche se è una discussione vecchia spero che sia ancora interessante.
    Anch'io sono d'accordo che spesso possiamo usare sia "meglio" sia "migliore" ( Questo cellulare è migliore//meglio di quello).
    Ma non sono d'accordo che siano equivalenti nel significato comunicativo.
    Ecco un caso particolare al quale do una personalissima interpretazione, quindi ditemi pure le vostre impressioni.
    Se qualcuno mi dice : "Luca è migliore di me" io immagino ad esempio "migliore in qualcosa" (migliore di me in matematica).
    Se qualcuno mi dice : "Luca è meglio di me" io immagino che stiamo parlando della sfera morale (Lica è una persona migliore).

    Grazie a tutti
     
    < Previous | Next >
    Top