Non essere/stare più nella pelle

saltapicchio

Senior Member
Italia (Roma) - Italiano
La domanda è: da cosa deriva quest'espressione?

Ieri sera mi sono fatto due risate con mia moglie, mi è venuto in mente che "non stare più nella pelle" si riferisce ad uno stato di contentezza e di eccitazione, ho associato la cosa all'eccitazione sessuale maschile e mi è venuto in mente che "non stare più nella pelle" potrebbe avere un riferimento abbastanza singolare...:D
 
  • SunDraw

    Senior Member
    Veneto (Italia)
    mi è venuto in mente che "non stare più nella pelle" si riferisce ad uno stato di contentezza e di eccitazione, ho associato la cosa all'eccitazione sessuale maschile
    Lo escluderei assolutamente (che zozzeria! ah epoca disonorata, in cui son costretto ormai a dire volatile per esser compreso, dal momento che più nessuno intende uccello come tale).

    Il modo di dire "non stare nella pelle" per frenesia di contentezza o impazienza incontenibili penso sia ben antico (c'è nella Crusca), non mi stupirei ci fosse già nella classicità qualcosa di simile.
    Sto indagando.
    Per l'intanto cfr
    http://forum.wordreference.com/showthread.php?t=790300
    (in cui proporrei ai moderatori di spostare questi post).
     

    saltapicchio

    Senior Member
    Italia (Roma) - Italiano
    Il modo di dire "non stare nella pelle" per frenesia di contentezza o impazienza incontenibili penso sia ben antico

    Più antico di quello a cui mi riferisco io... :D
    Si risale praticamente al Peccato Originale.


    Per me nessun problema per l'eventuale spostamento di questa discussione ;)
     

    rocamadour

    Senior Member
    Italian
    Ciao saltapicchio e SD! :):)
    Ho indagato un po' anch'io, ma non sono riuscita a trovare nulla di specifico e dettagliato. Il Dizionario Etimologico della Lingua Italiana dedica solo due righe all'espressione:​
    "non stare nella pelle 'non potersi contenere per l'allegrezza o l'impazienza'
    (non capere nella pelle: 1532, L. Ariosto;non star nella pelle: 1556, G.B. Belli)"​
    [tra parentesi data e fonte delle prime attestazioni]. Per il momento non abbiamo dunque alcun elemento per escludere né confermare che all'origine di questa espressione possa esserci la teoria di "saltapicchio lo zozzone" :)D cito SunDraw!). D'altronde potrebbe trattarsi di un caso di sineddoche (qui il tutto per la parte), in cui per decenza si è fatto ricorso a questa figura retorica, estendendo il significato (da "quella" pelle :eek: alla pelle di tutto il corpo in generale).
    Battute a parte, direi che personalmente sono più incline alla teoria di "SunDraw il morigerato" :D:), anche perché stavo pensando che l'espressione è molto simile a "sprizzare gioia da tutti i pori" (oddio, volendo vedere anche questa potrebbe essere ambigua, ma non esageriamo...:eek:).​

    P.S. Vorrei a proposito segnalare che il sopracitato dizionario dedica un'intera colonna alla voce pelle e agli interessanti modi di dire e locuzioni in cui compare questo termine.
    Saluti e buona giornata a tutti! :)
     
    Top