propagatasi

Áskera

Senior Member
Spanish - Puerto Rico
Buongiorno a tutti!

Non capisco cosa significa questa parola. Non mi sembra la coniugazione di un tempo verbale, sennò un participio: "propagata", eppure con il pronome "si" aggiunto alla fine. L'ho vista in un documentario della peste nera, nel contesto seguente:

Gli assedianti erano agguerriti, ma non furono loro il nemico più insidioso per gli italiani chiusi nella roccaforte.
Una terribile epidemia, comparsa per cause naturali e propagatasi per ignoranza, ebbe conseguenze devastanti.


Dubito che sia un errore di battitura perché l'ho anche vista nel Treccani:
urosèpsi s. f. – In medicina, infezione generale propagatasi dalle vie urinarie…
bogomili s. m. pl. – Setta cristiana medievale, diffusasi in Tracia all’inizio del [...] sec. 9° e propagatasi poi in tutta la penisola balcanica.
Grazie per il vostro aiuto!
 
  • zipp404

    Senior Member
    Bilingual English|Español
    Non capisco cosa significa questa parola. Non mi sembra la coniugazione di un tempo verbale, sennò un participio: "propagata", eppure con il pronome "si" aggiunto alla fine. L'ho vista in un documentario della peste nera, nel contesto seguente:

    Gli assedianti erano agguerriti, ma non furono loro il nemico più insidioso per gli italiani chiusi nella roccaforte.
    Una terribile epidemia, comparsa per cause naturali e propagatasi per ignoranza, ebbe conseguenze devastanti.


    Dubito che sia un errore di battitura perché l'ho anche vista nel Treccani:
    Hai ragione, si tratta della forma femminile del participio passato del verbo pronominale propagarsi (propagata + si) Penso che stia per essendosi propagata ma non ne sono certo.

    La forma femminile del participio passato (propagata + si) concorda col genere femminile del soggetto della frase: Una terribile epidemia ...

    Non sono sicuro ma penso che si possa parafrasare usando il gerundio composto.

    Gli assedianti erano agguerriti, ma non furono loro il nemico più insidioso per gli italiani chiusi nella roccaforte.
    Una terribile epidemia, comparsa per cause naturali e essendosi propagata per ignoranza, ebbe conseguenze devastanti.
     
    Last edited:

    zipp404

    Senior Member
    Bilingual English|Español
    Pensavo che stesse per essendosi propagata.

    C'è una differenza semantica tra "che si era propagata" e "essendosi propagata"?

    Grazie!
     
    Last edited:

    Francesco94

    Senior Member
    Italian
    "Propagatasi" sta per "che si era propagata". È una proposizione relativa implicita.
    Esattamente. Essa viene anche chiamata relativa participiale.
    Per più informazioni, consiglio di leggere l'articolo del Treccani qui di séguito - participio (v. "2.4 - Il participio passato come frase relativa")
    2.4 Il participio passato come frase relativa
    Il participio passato attributivo che segue un nome può equivalere a una frase relativa

    [...]

    Eventuali pronomi clitici si realizzano in enclisi al participio:

    [...]

    (28) Io appartenevo a mio padre, alla nonna inglese scappata di casa abbandonando tre figlie e il marito per andare vagabondando fino a Bagdad e poi sposatasi per amore a Firenze (Maraini 1993: 108)
    Cordialmente.
     

    bearded

    Senior Member
    Italian
    Quando il participio passato pronominale precede il sostantivo (participio 'assoluto', come l'ablativo assoluto latino), esso può avere valore causale o temporale:
    Propagatasi la peste, molti morirono (a causa della propagazione..)
    Allontanatosi il re, il trono rimase vuoto (dopo che il re si fu allontanato..)
    In questi casi, il participio passato ha gli stessi valori del gerundio composto (essendosi propagata/essendosi allontanato).

    Quando invece il participio passato pronominale segue il nome in posizione attributiva, esso equivale a una proposizione relativa - come hanno ben spiegato Mary49 e Francesco94:
    Il razzismo antisemita propagatosi in Germania condusse alla fine allo sterminio degli ebrei (che si era propagato..).
     

    zipp404

    Senior Member
    Bilingual English|Español
    1. Quando il participio passato pronominale precede il sostantivo (participio 'assoluto', come l'ablativo assoluto latino), esso può avere valore causale o temporale:
    Propagatasi la peste, molti morirono (a causa della propagazione..)
    Allontanatosi il re, il trono rimase vuoto (dopo che il re si fu allontanato..)
    In questi casi, il participio passato ha gli stessi valori del gerundio composto (essendosi propagata/essendosi allontanato).

    2. Quando invece il participio passato pronominale segue il nome in posizione attributiva, esso equivale a una proposizione relativa - come hanno ben spiegato Mary49 e Francesco94:
    Il razzismo antisemita propagatosi in Germania condusse alla fine allo sterminio degli ebrei (che si era propagato..).
    Riprendo questa discussione per porvi l’esempio seguente:

    Contesto

    Riferendosi al piccolo palco che era stato sistemato nella chiesa per ospitare il re Carlo Emmanuelle III in occasione del suo matrimonio con Elisa, Fabrizio (il conte Ristori), si scusa:

    Frase

    «Fabrizio si avvicinò al re e, inchinatosi, gli disse: “Maestà, mi spiace di non aver potuto provvedere a una sistemazione più degna, ma la chiesa è piccola e…» Il re lo interrupe. «Non preoccupatevi, conte. Per me è un piacere festeggiare il matrimonio di un suddito come voi ....

    -------------------------

    (a) Il participio passato pronominale (inchinatosi) non pare essere in posizione attributiva se con "attributivo" s'intende che segue immediatamente il nome. (Peraltro si afferma che"l'aggettivo ha funzione attributiva quando qualifica una cosa nella sua essenza, senza lo scopo di distinguerla da un'altra. In questa funzione, l'aggettivo precede il nome.") In questo particolare contesto il participio passato è posposto al nome eppure non pare che equivalga a una proposizione relativa, ossia che si possa parafrasarlo con “che si inchinò”:

    • «Fabrizio si avvicinò al re e che si inchinò, gli disse ..... » Questa parafrasi però non mi pare aver senso.

    (b) A meno che, ridisponendo l’ordine delle parole, si ottenga la seguente frase nella quale il participio passato pronominale segue il nome in posizione attributiva e la quale sì si presta alla parafrasi con la proposizione relativa "che si era inchinato"

    • «Fabrizio inchinatosi (che si era inchinato / che si inchinò), si avvicinò al re e gli disse ….» Ma qui Fabrizio si inchina prima di avvicinarsi al re, e per questo neanche questa parafrasi mi pare aver senso.

    (c) Mantenendo l'ordine originale delle parole nella frase, il participio passato pronominale pare invece equivalere al gerundio composto:
    • «Fabrizio si avvicinò al re ed essendosi inchinato (= dopo che si era inchinato) gli disse ...» Questa è l'unica parafrasi che mi pare aver senso ma non corrisponde a quello detto da Bearded al numero 1 di cui sopra rispetto alla posizione prepositiva del participio passato pronominale.
    :confused:

    Rin:)grazio come sempre chi saprà aiutarmi.
     
    Last edited:

    Mary49

    Senior Member
    Italian
    Ciao,
    prima di tutto c'è la congiunzione "e", che in questo caso esclude la funzione attributiva. In secondo luogo "inchinatosi" è racchiuso tra virgole, cosa che lo rende un inciso. Quindi non è una proposizione relativa implicita, ma, se non erro, una subordinata temporale implicita = essendosi inchinato ---> dopo essersi inchinato. Sentiamo altri.
     

    Pietruzzo

    Senior Member
    Italian
    Nella frase in #1 "propagatasi" è coordinato con "comparsa" ed entrambe le parole assumono valore aggettivale. Anche il senso contribuisce a questa interpretazione. Per esempio consideriamo la frase "L'epidemia, propagatasi in tutta la regione, uccise migliaia di persone". Qui ha senso parafrasare "essendosi propagata". Invece "L"epidemia, propagatasi per ignoranza, uccise..." sarebbe meglio reso con "che si era propagata".
     
    < Previous | Next >
    Top