riduzione in purea

Marriccia

New Member
Italian
Ciao!
Potreste aiutarmi a tradurre "riduzione in purea di frutti diversi"?
E' giusto tradurre così: " the reduction into a mush tun of different fruits".
Thanks a lot!
Marcella
 
  • TimLA

    Member Emeritus
    English - US
    Ciao Marriccia e benvenuta in forum!

    Forse:
    ...reduction into a puree of various fruits.
    ...various fruits reduced to a puree.
    E tante altre forme.
    Hai la frase inerta?
     

    Marriccia

    New Member
    Italian
    Ragazzi mamma mia quante risposte!Grazie mille! :)
    Sto facendo una traduzione un po' ostica e sono anche io un po' arrugginita in fatto di traduzione...
    Vi scrivo il testo esatto così è più semplice:
    "Con lo sviluppo del presente progetto si intendono realizzare bevande a base di succhi di frutta freschi e naturali fermentiscibili ma non fermentati, come indicato nella Direttiva Comunitaria 2001/112/CE, quali risultato della spremitura e della riduzione in purea di frutti diversi."

    Ecco qui la mia traduzione...abbiate pietà e scusate gli errori!!:eek:
    "Through the development of this project, we plan to realize fresh fruit juices based drinks with natural not fermented fermentiscibili that, as pointed out in the EU Directive 2001/112/CE, result from the squeezing and the reduction into a mush tun of different fruits."

    Le paerti in rosso
    sono quelle sicuramente sbagliate..le altre vedete un po' voi!! La parola "fermentiscibili" non ho idea di come tradurla anche perchè non riesco a capirne bene il significato in italiano..:confused:

    Grazie a tutti dell'aiuto!!!
    Marcella

    Ps. Buon anno a tutti voi! :)
     

    CPA

    Senior Member
    British English/Italian - bilingual
    I think you originally posted the easiest bit!

    "By developing this project, we aim to produce drinks based on fresh, natural fruit juices that are fermentiscible but not fermented, as pointed out in the EU Directive 2001/112/CE, resulting from the squeezing and puréeing of different kinds of fruit."

    For "fermentiscible" see this very interesting site.:D
     

    StefanoRrgg

    New Member
    italiano
    fermentescibili sarebbe "suscettibili di essere fermentate", idonee alla fermentazione. Ma non effettivamente fermentate, questo è il punto. In pratica succo di uva che non viene fatto fermentare. Non trovando una specifica parola inglese si dovrebbe aggiustare "adatto alla fermentazione ma non fermentato": "suitable for fermentation but not fermented".
    L'altro passaggio complicato è sulla "spremitura e riduzione a purea". Se fosse "spremitura e conseguente riduzione a purea" andrebbe bene "squeezing e purèeing". Qui possiamo anche considerarle separate: spremitura di alcuni frutti e riduzione a purea degli altri. Cosicchè valuterei per l'ultimo comma "as a result of squeezing and puree reduction".
    Questo è un passaggio di diritto commerciale e non grammatica in senso stretto. Quando si registrano le società si stabilisce "l'oggetto sociale", l'attività che si vuole svolgere. Si usa scrivere l'oggetto sociale in maniera aperta per evitare futuri guai. Dunque qui il redigente vuole dire che la frutta può essere spremuta, oppure ridotta in purea o entrambe le cose. Volutamente si dice così. Se uno scrive solo "spremuta" ed un domani vuol fare la purea deve cambiare l'oggetto sociale oppure se ha percepito un finanziamento potrebbe essere impedito di fare la purea. Ecco allora la necessità di guardare il dettaglio.
    Notare qui che purea è italiano ma esiste anche nelle altre lingue, si può tradurre purèe senza fatica.
    Ed in realtà mi incuriosiva questo aspetto.
    In sardo "poddi" significa "polline" e "pruini" significa "polvere". Qui riprendo l'inglese "powder" che è "polvere" ma somiglia al sardo "poddi". In sardo imbrattarsi, inzaccherarsi ad esempio con la cenere si dice "impoddiarsi" all'incirca impollinarsi. Impolverarsi è usato esclusivamente per sporcarsi con la polvere. Questa parola "powder"-"poddi"-"polline" potrebbe essere il trait d'union tra porrigde, pudding, purè, puls (la zuppa degli antichi Romani). Un modo diverso di vederla, "polvere" intesa come "polline".
    In pratica quello che oggi diciamo "farina" (flour): farina di ceci, farina di piselli. In italiano "farina" viene da "farro", che appunto ha sostituito il "puls", l'antenato del pane. Prima del farro e dunque della farina esisteva la "purea" di ceci, la purea di piselli.
     
    Last edited:

    metazoan

    Senior Member
    US English
    "suitable for fermentation but not fermented"
    This is good, but fermentable is a perfectly good word, so "fermentable but not fermented" would also be fine. Google N-grams shows that fermentescible is a far more rare word, hardly used in English since the 1800s, and then probably simply borrowed from the French.
     

    StefanoRrgg

    New Member
    italiano
    This is good, but fermentable is a perfectly good word, so "fermentable but not fermented" would also be fine. Google N-grams shows that fermentescible is a far more rare word, hardly used in English since the 1800s, and then probably simply borrowed from the French.
    Trovandomi d'accordo con questa affermazione mi sono domandato perchè in italiano non valga lo stesso e cioè perchè nel testo di partenza si usa fermentescibile anzichè fermentabile ed ho verificato. questa dunque la Treccani:
    fermentescìbile agg. [der. del lat. fermentescĕre, incoativo di fermentare «fermentare»]. – Di sostanza che può subire il processo della fermentazione (per es., i succhi di frutta, i mosti, la melassa).
    incoativo agg. [dal lat. tardo incohativus o inchoativus; v. incoare]. – Che esprime l’inizio di un’azione o di un modo di essere; usato soltanto nella terminologia grammaticale: verbi i., o assol. incoativi (come per es. il lat. senescĕre «cominciare a invecchiare», vesperascĕre «farsi sera»); terminazioni i., quelle che esprimono l’aspetto incoativo (come, appunto, -sc- in latino, e il corrispondente -σκ- in greco, per es. di γηράσκω «invecchiare»).
    Riconoscerò dunque il mio errore nell'approssimare fermentescibile come "suscettibile di fermentare" in quanto non ho cercato su Google N-grams e non ho trovato di meglio che approssimare. Di 10 dizionari sul motore di ricerca 9 traducono fermentable e solo 1 riporta anche fermentescible. Lo stesso Google transalte riporta fermentable. In realtà fermentescibile "è sucettibile di iniziare a fermentare". Rimane confermato che in inglese queste parole utilizzano di solito in- e che dunque la parola "fermentescible" è probabilmente semplicemente mutuato dal francese. Resta peraltro quest'ultima la traduzione adatta della parola a dispetto della maggior parte dei dizionari e di Google translate. Mentre il perchè nel testo originale si usi fermentescibile anzichè fermentabile non è dato sapere. Dobbiamo presumere che sia voluto e ci siano motivi tecnici. O comunque dobbiamo ritenere più prudente rispettare l'originale ed usare la forma incoativa. Come detto questo appare un testo giuridico, uno stralcio di una norma oppure di un progetto di impresa. Mentre in letteratura si potrebbe fare altrimenti, qui secondo me è meglio rispettare il testo anche in questo aspetto.
    A questo punto aggiungo una mia personale interpretazione che potrebbe essere anche non condivisa o di difficile interpretazione.
    "Effervescente": ad esempio acqua effervescente. In Inglese sarà "sparkling". "Effervescent" viene ripreso da Word Reference ma è raro. Se io vado al supermercato sulle etichette c'è scritto "sparkling". Però non si può dire che l'acqua inizia a fervere, piuttosto "esce" (to exit) il fervore. Sebbene poi Treccani riporti la definizione di verbo incoativo, qui propongo una diversa idea. Fermentescibile significa che potrebbe "portar fuori" (to come out) la fermentazione più che cominciarla. Potrebbe fermentare da sè, insomma.

    La frase riprende l'allegato I-1-a) della legge che mirava ad unificare le legislazioni dei vari Stati membri.
    Come detto in parole povere succhi di frutta che però nel linguaggio giuridico vengono detti in modo più ampio.

    EUR-Lex - 32001L0112 - EN - EUR-Lex

    Verosimilmente è ripresa da un progetto di impresa che viene detto in linea con la normativa e da tradurre in inglese per essere presentato fuori dall'Italia. Un progetto europeo, una start up in Inghilterra, chissà.
     
    Last edited:
    < Previous | Next >
    Top