Romanesco: mannaggia er core de la madonna!

zipp404

Senior Member
Bilingual English | Español
Tradizionalmente, si capisce, i nomi sacri dovrebbero essere evocati solo con pie intenzioni. Inoltre l’espressione mannaggia [= «male ne abbia» o «malanno abbia»] associata al nome della Madonna si considera una blasfemia. Tuttavia, con l’intento di capire tutte le parole ed espressioni che si trovano nel romanzo che sto leggendo, devo chiedervi cosa significano le parole «er» e «core» nell’espressione sottostante evidenziata in grassetto, e spero che mi scuserete per aver scritto l'espressione in questo forum, dato che è un'espressione blasfema e irriverente

Contesto

Teresa, una derelitta che da ragazzina si vide costretta ad abbandonare prima l'elementare e poco dopo tutti i fratelli dopo che il padre la cacciò di casa, racconta dell'abitudine del padre di maledire e bestemmiare tutto il giorno. Teresa non è mai vissuta altrove se non ad Anzio e Nettuno, e si esprime spesso in romanesco.
________​

«[Mio padre] bestemmiava tutto il giorno, la madonna, i santi. La mattina si alzava e cominciava: "mannaggia er core de la madonna!" "quel porco di san’Antonio!" di qua, "quel porco di san Giuseppe!" di là. Ma appena sentiva uno di noi che malediva un santo, ci bastonava.»

«core» probabilmente significa «cuore». No so però cosa significa «er».
 
Last edited:
  • zipp404

    Senior Member
    Bilingual English | Español
    Ciao zip, er è l’articolo il in romanesco

    Chiarissimo. Grazie! [Non ci avevo pensato: quasi uguale al articolo (mascolino singolare) in spagnolo ma con erre invece di elle probabilmente perché in romanesco la elle spesso si pronuncia come erre)
     
    Last edited:
    Top