Si è trascorso /trascorsa una bella giornata al mare

< Previous | Next >

Kara Zor-El

New Member
German
Ciao!

Oggi a lezione abbiamo fatto un esercizio sul si impersonale/passivante: "Riscrivete le frasi usando il si impersonale. I modi e i tempi dei verbi non cambiano."
E c'era la frase: "Abbiamo trascorso una bella giornata al mare." La soluzione secondo la professoressa: "Si è trascorso una bella giornata al mare." Ora io non capisco perchè non è "Si è trascorsA una bella giornata". Non si deve concordare il participio passato con il complemento ogetto?

Grazie!
 
  • Nino83

    Senior Member
    Italian
    Mi potresti spiegare perché? Pensavo che 'una bella giornata' fosse un complemento diretto...
    Qualche problema di confusione tra si impersonale e si passivante può crearsi con i transitivi in presenza di oggetto espresso. Se dico o scrivo a pranzo si mangerà l'arrosto potrei voler dire sia che a pranzo qualcuno mangerà l'arrosto (impersonale), sia che a pranzo l'arrosto verrà mangiato (passivante). Secondo Luca Serianni (garzantina Italiano, VII, 57), bisognerebbe propendere per la seconda interpretazione, in quanto, di solito, il verbo tende a passare alla terza persona plurale in caso di oggetto plurale (a pranzo si mangeranno gli spaghetti), anche se nell'uso antico e in quello toscano è possibile anche a pranzo si mangerà gli spaghetti; inoltre, nei tempi composti il participio ha desinenza femminile se l'oggetto è femminile (a pranzo si è mangiata l'insalata).
    http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/grammatica/grammatica_384.html

    A quanto pare, quando c'è un verbo transitivo con oggetto espresso, si possono utilizzare entramebe le soluzioni.
    Le opinioni sono discordanti.

    Qui c'è un altro topic sull'argomento:
    http://forum.wordreference.com/showthread.php?t=2186715&langid=14

    Quindi, secondo Serianni, Lei (tu) ha ragione, e la professoressa torto.
    Il si impersonale quando c'è un oggetto diretto espresso è regionale.

    In presenza di un verbo intransitivo o transitivo senza oggetto espresso, il si non ha mai valore passivante, ma soltanto impersonale: si studia (= noi studiamo; qualcuno studia). Possono sorgere dubbi con un verbo transitivo il cui oggetto sia invece espresso, come nel caso della frase alle otto si serve la cena. In questo caso, infatti, la proposizione può essere interpretata sia come alle otto serviamo (o qualcuno serve) la cena, sia come alle otto la cena viene servita. In proposito, Serianni nota che fanno propendere per il si passivante due fatti: «il verbo tende a passare alla 6ª persona in caso di oggetto plurale («si servono le bibite»; ma nell’uso toscano e arcaico anche «si serve le bibite»: …); nei tempi composti il participio ha desinenza femminile se l’oggetto è femminile («si è servita una bibita»; antico o popolare l’uso senza accordo)» [Luca Serianni, Grammatica italiana. Italiano comune e lingua letteraria, Torino, UTET, 1989, p. 255].
     
    Last edited:

    infinite sadness

    Senior Member
    italiano
    Sono d'accordo con Serianni. A volte si sbaglia perché si ha in mente il soggetto "noi", ma quando il "noi" non è espresso si dovrebbe preferire la seconda soluzione.
     

    Nino83

    Senior Member
    Italian
    Quindi, ricapitolando, l'insegnante avrebbe torto e la frase esatta sarebbe "Si è trascorsa una bella giornata al mare".
    Almeno, secondo il Serianni.
     
    < Previous | Next >
    Top