Soccer is not very popular in the US

Felicetta

Senior Member
USA, English
Ciao a tutti,

Vorrei tradurre "Soccer is not very popular in the US." Allora, quale sarebbe la parole giusta per 'popular' in questo caso?

Se provo io: Il calcio non è molto popolare negli Usa. ???

Ma non ne sono sicura. Sarebbe meglio dire diffuso?

Oppure usereste una parola più specifica per esempio: Il calcio non è molto seguito negli Usa?
 
  • Felicetta

    Senior Member
    USA, English
    Ciao! Grazie mille della tua velocissima risposta! Allora la parola 'popolare' non si usa proprio in questo contesto, mi pare.

    Per esempio se diressi, 'Cool is a very popular word in the US', in italiano sarebbe: 'Cool è una parola molto diffusa..." Vero? :confused:
     

    xmas50

    Senior Member
    USA
    Italian - Italy
    Sono d'accordo con ThroughTheLookingGlass, anche perch é il calcio, in realt à, è popolare negli USA dato che   è giocato da moltissimi giovani e giovanissimi; poi, per ò, non è molto seguito

     

    effeundici

    Senior Member
    Italian - Tuscany
    Ma siamo sicuri? Il mio dizionario riporta per popolare l'accezione "largamente, praticato, diffuso".

    Secondo me va benissimo ed io, personalmente, avrei usato proprio quello.
     

    irmar

    Member
    Greek/Italian - bilingual
    Il mio dizionario riporta per popolare l'accezione "largamente, praticato, diffuso".

    Secondo me va benissimo
    Si tratta di doppiaggese. Falso amico. Siccome molti lo usano, purtroppo, alcuni dizionari si piegano a includere quest'uso erroneo pensando che "la lingua è viva e quindi bisogna adattarsi e adottare questi usi come italiano normale". Dimenticando che tante mode sono venute e passate, e ora nessuno si ricorda più quelle parole. Non tutto attecchisce.

    Popolare in italiano è usato soprattutto per qualcosa che fa il popolo, nel senso di "massa di gente non colta". Talvolta in senso positivo ("Fiabe popolari"), talvolta non tanto ("credenze/superstizioni popolari")
    Se senti parlare di "letteratura popolare" oppure "intrattenimento popolare", cosa ti viene in mente? Dante e D'Annunzio sicuramente no, e nemmeno Bergman e Fellini. Ti verranno in mente i romanzetti rosa o i film d'azione di Hollywood.

    Le uniche volte in cui significa "tutto il popolo, tutti i cittadini" in modo neutro è in ambito politico-legale: "Voto popolare", "sovranità popolare" ecc.

    Popular nel senso di "amato/diffuso", si può anche tradurre con
    1. famoso, benvoluto, con molto seguito, di tendenza, a grande richiesta, ambito, gettonato, amato, di grande richiamo popolare, apprezzato, seguito
    2. Diffuso, comune, largamente praticato
    Certo, se piace a molti e non è troppo costoso, sarà anche molto diffuso quindi i due sensi spesso si confondono.
    Esempio: “Contrary to popular belief” “Contrariamente alla credenza comune/ a ciò che si pensa/ a quel che la gente pensa”
     

    irmar

    Member
    Greek/Italian - bilingual
    Credo che "doppiaggese" e "falsi amici" siano cose diverse.
    Certo, sono diverse ma l'una non esclude l'altra. Il doppiaggese è un insieme più vasto, con varie tipologie, di solito traduzioni letterali di parole ed espressioni inglesi. Però in alcuni casi la tendenza a farlo viene facilitata/rafforzata dal fatto che si tratta di un falso amico (una parola esistente in italiano, ma con altri significati). Come in questo caso.
    Per questo ho scritto che quest'uso di "popolare" può appartenere a entrambe le categorie. Ma non sono un linguista quindi mi potrei sbagliare.
    Rimane comunque il fatto non andrebbe usato in questo contesto.

    L'uso deteriore di popolare come "di basso livello" è accezione recente.
    Popolare non è per forza "di basso livello". Canti e danze popolari ad esempio. Bellissimi. "Fiabe popolari". Amorosamente raccolte da Calvino e divorate da me e i miei figli. "Arti popolari" - ricamo, scultura, intaglio...
     

    ohbice

    Senior Member
    Popolare non è per forza "di basso livello". Canti e danze popolari ad esempio. Bellissimi. "Fiabe popolari". Amorosamente raccolte da Calvino e divorate da me e i miei figli. "Arti popolari" - ricamo, scultura, intaglio...
    Con tutto il rispetto, irmar, ma se non capisci cosa significa L'uso deteriore di popolare come "di basso livello" è accezione recente...
     

    irmar

    Member
    Greek/Italian - bilingual
    Con tutto il rispetto, irmar, ma se non capisci cosa significa L'uso deteriore di popolare come "di basso livello" è accezione recente...
    Quando mi sento rivolgere una frase che comincia con "Scusami ma / perdonami ma / con tutto il rispetto"
    capisco che seguirà qualcosa in cui il significato è diametralmente opposto all'incipit.

    Quando dici "recente", parli di alcuni decenni o alcune generazioni? Io ho più di sessant'anni e da quando ricordo me stessa ho sentito e letto la parola nei sensi che ho descritto: talvolta neutra, talvolta un pochino negativa quando si parla ad esempio di superstizioni o di cose dozzinali, che piacciono alla plebe.
     

    ohbice

    Senior Member
    Ancora non capisci. Mi riferivo al tuo "Popolare non è per forza "di basso livello".
    Infatti io ho sostenuto l'opposto, cioè che una delle accezioni di popolare è "proprio di classe plebea".
    Una delle accezioni, capisci? E' il contrario di "per forza".
    Ripeto, passo e chiudo. Ciao ciao.
     
    Last edited:

    Odysseus54

    Mod huc mod illuc
    Italian - Marche
    Si tratta di doppiaggese. Falso amico. Siccome molti lo usano, purtroppo, alcuni dizionari si piegano a includere quest'uso erroneo pensando che "la lingua è viva e quindi bisogna adattarsi e adottare questi usi come italiano normale". Dimenticando che tante mode sono venute e passate, e ora nessuno si ricorda più quelle parole. Non tutto attecchisce.

    Popolare in italiano è usato soprattutto per qualcosa che fa il popolo, nel senso di "massa di gente non colta". Talvolta in senso positivo ("Fiabe popolari"), talvolta non tanto ("credenze/superstizioni popolari")
    Se senti parlare di "letteratura popolare" oppure "intrattenimento popolare", cosa ti viene in mente? Dante e D'Annunzio sicuramente no, e nemmeno Bergman e Fellini. Ti verranno in mente i romanzetti rosa o i film d'azione di Hollywood.

    Le uniche volte in cui significa "tutto il popolo, tutti i cittadini" in modo neutro è in ambito politico-legale: "Voto popolare", "sovranità popolare" ecc.

    Popular nel senso di "amato/diffuso", si può anche tradurre con
    1. famoso, benvoluto, con molto seguito, di tendenza, a grande richiesta, ambito, gettonato, amato, di grande richiamo popolare, apprezzato, seguito
    2. Diffuso, comune, largamente praticato
    Certo, se piace a molti e non è troppo costoso, sarà anche molto diffuso quindi i due sensi spesso si confondono.
    Esempio: “Contrary to popular belief” “Contrariamente alla credenza comune/ a ciò che si pensa/ a quel che la gente pensa”

    Per decidere se l'accezione di 'popolare' come 'diffuso, apprezzato, amato dalle moltitudini (o da una parte consistente di un certo insieme di persone ecc)' sia un anglicismo introdotto solo di recente, bisognerebbe fare una ricerca testuale e datare le prime apparizioni di tale accezione.

    Oggi per caso ho aperto il primo volume dei Quaderni dal Carcere di Gramsci, scritto nel 1929, e mi sono trovato questa frase:

    A Livorno nel suo discorso, Abbo ripeté l’introduzione della dichiarazione di principii di Etievant, riportata in appendice nel libro: la frase, che suscitò l’ilarità generale, sulla «linguistica», è presa letteralmente; Abbo conosceva a memoria la prima parte della dichiarazione, certamente*. Può servire, questo rilievo, per far notare come si facevano la cultura questi uomini e come questa specie di letteratura sia diffusa e popolare.

    Allora, incuriosito, mi sono andato a fare una ricerchina sullo Zibaldone di Leopardi, scritto tra il 1817 e il 1832, e trovo questa frase:

    ...raffinamento prodotto da quello spirito metafisico che produsse il Cristianesimo, o da quello che presso gli antichi Orientali (la cui storia rimonta tanto più indietro delle nostre) produsse il sistema di un solo Dio, seguito dagli Ebrei, e da questi comunicato ai Gentili d'epoca e civiltà più moderna, quando il secolo fu adattato a fare che tal dottrina fosse ricevuta, e divenisse universalmente popolare.

    Insomma, da questi due esempi di autori della cui correttezza e precisione linguistica non ci e' dato dubitare, mi pare si possa dire che l'uso di 'popolare' col significato di 'largamente diffuso, accettato dai piu' o da molti' risalga perlomeno all'inizio del diciannovesimo secolo.

    Parrebbe quindi che l'ipotesi di un recente inquinamento semantico del termine 'popolare', per quanto giustificata per le traduzioni letterali di espressioni quali "a popular girl", non sia giustificata in questo caso.

    Cioe' : "Il calcio e' uno sport popolare" puo' significare sia che il calcio e' diffuso tra gli strati meno abbienti della popolazione (a differenza p. es. del golf) , oppure che e' uno sport largamente diffuso e apprezzato.
     
    Top