stare seduto/essere seduto

Joshua P.

Senior Member
German
Buongiorno,

ho un dubbio riguardo ai verbi "stare seduto" e "essere seduto".
Qual è la differenza? Per tradurre una frase volevo scrivere "L'impiegata stava seduta in poltrona", però poi ho letto la stessa frase con il verbo "essere".
 
  • VogaVenessian

    Senior Member
    Italiano
    Le due frasi sono perfettamente uguali.

    Ti faccio presente che i VERBI sono STARE e ESSERE. "Seduto" è un aggettivo che deriva dal participio passato di un terzo verbo: SEDERE (che nel nostro caso non entra in gioco). Non azzardo oltre nell'analisi grammaticale/ logica (che non sono il mio forte).
     

    Alan Evangelista

    Senior Member
    Brazilian Portuguese
    Hai visto la discussione su essere/stare? :);)
    sono a casa / sto a casa
    Dopo aver letto quella discussione, io credo che la differenza entre i due (a parte i regionalismi) sia:

    Sono a casa: In questo momento mi trovo a casa
    Sto a casa: rimango a casa
    Quindi, direi obbligatoriamente:

    L'impiegata vuole stare (= rimanere/restare) seduta per qualche minuto.

    Non stare (= rimanere/restare) lì seduto!

    L'impiegata è (stato attuale) seduta ora su quella sedia.

    ?

    Le due frasi sono perfettamente uguali.
    Secondo la definizione fornita nella discussione correlata, che ho copiato sopra, questo è sbagliato in italiano standard ed è valido solo in alcune regioni d'Italia. Ho frainteso qualcosa?
     
    Last edited:

    symposium

    Senior Member
    Italian - Italy
    Ciao Joshua! "Stare" indica la presenza fisica di qualcosa o qualcuno in un luogo, la sua posizione. Siccome "stare seduti" è la descrizione della posizione fisica di una persona, mi sembra che sia proprio corretto in italiano standard, così come "stare in piedi/ stare storto/ stare in cucina" o altre espressioni del genere. In italiano standard (cioè grammaticalmente corretto e non regionale) "stare" è usato anche per indicare lo stato di salute di una persona: "sto bene (sono sano)/ sto male (sono ammalato)". In alcune regioni d'Italia si usa "stare" al posto di "essere" per descrivere una condizione passeggera: "sta ammalato/ sta arrabbiato/ sta innamorato...". Questo non è italiano standard.
     

    Alan Evangelista

    Senior Member
    Brazilian Portuguese
    Ciao Joshua!
    Alan :)

    In italiano standard (cioè grammaticalmente corretto e non regionale) "stare" è usato anche per indicare lo stato di salute di una persona: "sto bene (sono sano)/ sto male (sono ammalato)".
    Questo è inaccurato. "stare" è usato con avverbi legati al benessere generale (bene / male). "essere" è usato con aggettivi che indicano lo stato di salute di una persona (sano / (am)malatto).

    Vorrei che qualcuno confermasse se i miei esempi nel mio ultimo post sono corretti.
     

    Olaszinhok

    Senior Member
    Italian
    Sta'/ stai seduto è sicuramente corretto. Nessuno direbbe "sii seduto", soprattutto quando si dà un ordine. Stessa cosa; immagina questo dialogo: Siediti, c'è una sedia. No, grazie, sto seduto. In tutti questi casi, stare è sinonimo di restare, rimanere.
     
    Last edited:

    Alan Evangelista

    Senior Member
    Brazilian Portuguese
    Nessuno direbbe "sei seduto", soprattutto quando si dà un ordine. Stessa cosa; immagina questo dialogo: Siediti, c'è una sedia. No, grazie, sto seduto.
    Sono d'accordo con l'utilizzo di "stare" con gli ordini, ma non sono sicuro del tuo ultimo esempio ("sto seduto"). Le persone del Nord Italia sono d'accordo?
     

    Mary49

    Senior Member
    Italian
    Sta'/ stai seduto è sicuramente corretto. Nessuno direbbe "sii seduto", soprattutto quando si dà un ordine. Stessa cosa; immagina questo dialogo: Siediti, c'è una sedia. No, grazie, sto seduto. In tutti questi casi, stare è sinonimo di restare, rimanere.
    Ciao, il dialogo da te suggerito come esempio è un po' strano; come si fa a dire a qualcuno che è già seduto "Siediti"? Forse perché i due parlano al telefono? :)
    Se qualcuno mi dicesse "Siediti" io risponderei "Sono (già) seduta", non "Sto seduta"; viceversa direi "Sto seduta" per rimarcare il fatto che, ad esempio, non voglio alzarmi in piedi se qualcuno mi sollecita: "Dai, alzati in piedi!" "No, sto seduta".
     

    Olaszinhok

    Senior Member
    Italian
    Se qualcuno mi dicesse "Siediti" io risponderei "Sono (già) seduta", non "Sto seduta
    Scusami Mary, hai ragione! Volevo scrivere: alzati… Non cambia comunque il senso di ciò che stavo asserendo o, meglio, che cercavo di asserire. :)
    Certo, la mia frase, formulata com'era, aveva poco senso. La gatta frettolosa fece i gattini ciechi. ;)
     
    Last edited:

    MoltoMahler

    Member
    Italian
    "Essere seduti" e "Stare seduti" sono spesso interscambiabili. Allo stesso tempo, pongono l'accento su due aspetti diversi della stessa situazione / immagine: lo stato e l'azione.
    "Dov'è Sempronio?" --> "E' seduto laggiù ad aspettare il suo turno"
    "Che cosa sta facendo Sempronio?" --> "Sta seduto laggiù ad aspettare il suo turno"
     

    Alan Evangelista

    Senior Member
    Brazilian Portuguese
    Ricordo a tutti che se ne è già discusso a lungo
    Scusami, ma ho letto alcuni di questi argomenti correlati che tu hai indicato e loro contengono tante opinioni contrastanti sulla differenza tra i due verbi che semplicemente non riesco a capirla, ancora meno applicar tale conoscenza ad altri contesti come questo.

    Per esempio, puoi vedere sopra che ho provato a usare una regola fornita nel thread sulla differenza tra "essere / stare a casa" per "essere / stare seduto" e non ci sono riuscito.
     
    Last edited:
    < Previous | Next >
    Top