To welsh / welch on someone

< Previous | Next >

Carlaccio

Member
Italy, Italian
Ciao a tutti!

Mi hanno detto che l'espressione "to welsh on smn" vuol dire qualcosa tipo "rimangiarsi la parola" o "non pagare un debito", "non mantenere un impegno". E' giusto?
Inoltre, è volgare? Posso usarlo liberamente? Non vorrei che magari avesse a che fare con un eventuale cattiva reputazione dei gallesi nel resto del Regno Unito... in questo caso, se lo dicessi con qualche gallese a portata d'orecchio, potrei rischiare un sacco di botte... :D
 
  • TimLA

    Member Emeritus
    English - US
    In AE, l'uso più comune sarebbe "welch on a bet" - non pagare un debito di scommessa.
    La persona che ne fa si chiama un "welcher".
    La coniugazione è regolare - I welch ... He welches ...they welch.

    Non è volgare, si vede nei giornali, libri, TV...è comune.

    L'uso è liberale (come sempre in AE) ma solitamente si usa per quanto riguardo un pagamento.
     

    rocamadour

    Senior Member
    Italian
    Ciao a tutti!

    Mi hanno detto che l'espressione "to welsh on smn" vuol dire qualcosa tipo "rimangiarsi la parola" o "non pagare un debito", "non mantenere un impegno". E' giusto?
    Inoltre, è volgare? Posso usarlo liberamente? Non vorrei che magari avesse a che fare con un eventuale cattiva reputazione dei gallesi nel resto del Regno Unito... in questo caso, se lo dicessi con qualche gallese a portata d'orecchio, potrei rischiare un sacco di botte... :D
    Ciao Carlaccio!:)
    L'Hazon Garzanti mi dà:
    to welsh v. tr. andarsene senza pagare (il vincitore di una scommessa) alle corse
    v. intr. 1. andarsene alla chetichella senza pagare i debiti (spec. di gioco) 2. non mantenere le promesse.

    Non sono riportate avvertenze riguardo a un uso volgare o poco adeguato in presenza di gallesi, ma per questo mi sa che è meglio aspettare la conferma di un madrelingua.;)
     

    Flaviano Martello

    Senior Member
    English, USA
    Ciao Carlaccio!:)
    L'Hazon Garzanti mi dà:
    to welsh v. tr. andarsene senza pagare (il vincitore di una scommessa) alle corse
    v. intr. 1. andarsene alla chetichella senza pagare i debiti (spec. di gioco) 2. non mantenere le promesse.

    Non sono riportate avvertenze riguardo a un uso volgare o poco adeguato in presenza di gallesi, ma per questo mi sa che è meglio aspettare la conferma di un madrelingua.;)
    Yes, it is true some Welsh people consider this expression insulting. I would avoid using it for this reason.
     

    Carlaccio

    Member
    Italy, Italian
    Ok, se sono in GB meglio evitarla.

    A questo punto cosa mi conviene usare, per ottenere lo stesso significato? To duck out? To back out? To swindle? To cheat on?
     

    australopiteco

    New Member
    AUS
    Queste frasi hanno alcune sfumature. In generale,
    tu duck out = andarsene per poco tempo, es. "I am going to duck out to get coffee";
    to back out = ritirarsi dal fare qualcosa. "they were going to buy the house, but in the end, unfortunately, they backed out";
    to swindle= truffare (in a more general sense)
    to cheat on=mettere la corna (amorous affairs)
     

    Carlaccio

    Member
    Italy, Italian
    Queste frasi hanno alcune sfumature. In generale,
    tu duck out = andarsene per poco tempo, es. "I am going to duck out to get coffee";
    to back out = ritirarsi dal fare qualcosa. "they were going to buy the house, but in the end, unfortunately, they backed out";
    to swindle= truffare (in a more general sense)
    to cheat on=mettere la corna (amorous affairs)

    Quindi, per uno che non onora un debito o non paga una scommessa, tu come diresti?
     

    Juri

    Senior Member
    italian/Slovenia
    Il "to welsh" puo' far ricordare, sia pure alla lontana, il detto italiano
    "fare il portoghese", che significa entrare senza pagare.
    E' un modo di dire vecchio forse piu' di qualche secolo, di quando cioe' un papa aveva decretato che una delegazione del Portogallo, presente durante l'anno santo, doveva avere ovunque ingresso libero.
    Non mi risulta che i portoghesi se ne risentano!
     

    Carlaccio

    Member
    Italy, Italian
    Il "to welsh" puo' far ricordare, sia pure alla lontana, il detto italiano
    "fare il portoghese", che significa entrare senza pagare.
    E' un modo di dire vecchio forse piu' di qualche secolo, di quando cioe' un papa aveva decretato che una delegazione del Portogallo, presente durante l'anno santo, doveva avere ovunque ingresso libero.
    Non mi risulta che i portoghesi se ne risentano!
    E' vero, ma forse solo perché non conoscono questo detto! :D Che poi non è contro i portoghesi, ma contro quei romani che per entrar gratis alle feste si travestivano da portoghesi...
     

    Flaviano Martello

    Senior Member
    English, USA
    A word which I often hear used in the US (but which apparently is not used elsewhere anymore) is renege.

    The OED gives the following definition:

    To change one's mind, to recant; to break one's word; to go back on a promise or undertaking or contract; to disappoint expectations. orig. and chiefly
    U.S.

    You say that someone reneges on something, or, just that they (have) reneged.

    One problem with this word is that it is usually pronounced as if spelled 'renig'. Then it sounds like it makes reference somehow to :warn::warn:nigger:warn::warn: -- a very offensive term for blacks which one must scrupulously avoid. So ... I don't say renege any more either.

    Of course in origin it has the same etymology as negare.
     

    rocamadour

    Senior Member
    Italian
    A word which I often hear used in the US (but which apparently is not used elsewhere anymore) is renege.

    The OED gives the following definition:

    To change one's mind, to recant; to break one's word; to go back on a promise or undertaking or contract; to disappoint expectations. orig. and chiefly
    U.S.

    You say that someone reneges on something, or, just that they (have) reneged.

    One problem with this word is that it is usually pronounced as if spelled 'renig'. Then it sounds like it makes reference somehow to :warn::warn:nigger:warn::warn: -- a very offensive term for blacks which one must scrupulously avoid. So ... I don't say renege any more either.

    Of course in origin it has the same etymology as negare.
    Ciao FM!:)
    Appena ho letto i tuoi commenti su renege ho pensato all'aggettivo italiano "rinnegato", che spesso (soprattutto in passato, ora con la generale mancanza di etica non saprei... :( ) era considerato un grave insulto (= traditore)... Mi chiedevo a questo proposito quali differenze ci sono inglese tra renege e renegade...:confused:. Ma forse sarebbe il caso di aprire un nuovo thread...:confused:
     

    Flaviano Martello

    Senior Member
    English, USA
    Ciao FM!:)
    Appena ho letto i tuoi commenti su renege ho pensato all'aggettivo italiano "rinnegato", che spesso (soprattutto in passato, ora con la generale mancanza di etica non saprei... :( ) era considerato un grave insulto (= traditore)... Mi chiedevo a questo proposito quali differenze ci sono inglese tra renege e renegade...:confused:. Ma forse sarebbe il caso di aprire un nuovo thread...:confused:
    Quick answer:

    renege comes from renegare.
    renegade is an anglicization of Spanish renegado, 'he who has denied his faith'.

    They have the same roots originally, but different paths into English.
     

    smoky

    Senior Member
    Italy - Italian
    Ciao a tutti,
    ho trovato l'espressione 'welch on a deal' in un testo sul narcotraffico.
    La frase: "Lose a drug shipment or welch on a deal and men like him will come to settle debts".
    Come traduco 'welch on a deal'? è giusto in questo caso 'rimangiarsi la parola data' o con 'deal' sarebbe meglio usare un'altra espressione?
    Io ho pensato di tradurre "Perdi un carico di droga o rimangiati la parola data e sono uomini come lui che vengono a saldare i conti"
    Che ne pensate? Gradirei tanto la vostra opinione.
    Grazie mille in anticipo.
     

    Wade Aznable

    Senior Member
    Italian
    Ciao Smoky,
    secondo me in questo contesto non è tanto il rimangiarsi la parola data quanto tirarsi indietro o non ottemperare ad un accordo / un affare, sia per impossibilità che per imbroglio: ad esempio accettando l'incarico ed il pagamento per, che so, far saltare in aria l'auto di uno spacciatore concorrente e poi invece non farlo, o accordarti per comprare una certa quantità e poi tirarti indietro, o presentarti con meno denaro del dovuto, o tirare a fregare la controparte tenendoti sia la merce che i soldi.
     

    smoky

    Senior Member
    Italy - Italian
    Ciao Smoky,
    secondo me in questo contesto non è tanto il rimangiarsi la parola data quanto tirarsi indietro o non ottemperare ad un accordo / un affare, sia per impossibilità che per imbroglio: ad esempio accettando l'incarico ed il pagamento per, che so, far saltare in aria l'auto di uno spacciatore concorrente e poi invece non farlo, o accordarti per comprare una certa quantità e poi tirarti indietro, o presentarti con meno denaro del dovuto, o tirare a fregare la controparte tenendoti sia la merce che i soldi.
    Allora, 'contravvieni agli accordi' potrebbe andare, secondo te?
     

    Wade Aznable

    Senior Member
    Italian
    Certo! "Contravvieni agli accordi", o anche "non rispettare un accordo / un patto, ed arriva un tizio come lui a saldare i conti".
    Poi puoi variare qui e là a seconda di quanto formale o colloquiale vuoi rendere la frase (visto il contesto, direi piuttosto colloquiale), ma il concetto secondo me è quello.
     

    smoky

    Senior Member
    Italy - Italian
    E se invece mettessi 'fai saltare un accordo'? Il senso è quello oppure sto andando per la tangente? :D
     

    Wade Aznable

    Senior Member
    Italian
    Sì, potrebbe andare bene, perchè in effetti dà l'idea generica dell'accordo che non va a buon fine, indipendentemente dalla causa (dolo, colpa, impossibilità, eccetera).
    Per me è ok!
     
    < Previous | Next >
    Top