un cincinin' di

hakdz

Senior Member
Italian
Qualcuno mi sa dire quali sono l'etimo e l'origine geografica dell"espressione "un cincinin' di" (o "un cincinino di"), come per esempio in "aggiungi un cincinin' di sale nella zuppa"?
La famiglia di mia nonna, parlante marco-romagnola (provincia di Pesaro) lo diceva, ma sono stata stupita di sentire che l'espressione non è sconosciuta in Lombardia, e cosi' mi chiedevo da dove venga, e quale sia la distribuzione geografica del suo uso attuale.
 
  • ilasimo

    Member
    italian
    non so darti l'etimologia della parola ma se ti interessa nel dialetto piemontese si usa col significato di "un pochino" anche se qui si dice "cicinin" e non "cincinin"
     

    hakdz

    Senior Member
    Italian
    grazie Ilasimo, e sì, anche mia nonna lo usava nel senso di "un pochino".

    Ma visto quello che mi dici mi chiedo:

    1) se possa significare qualcosa come "poco/piccolo quanto un cece (o "un cecio", mia nonna avrebbe detto)"
    2) da dove venga quella "n" in più che c'è in "cinNcin(ino)", nel caso che l'espressione venga davvero dal "cece, e che la versione piemontese sia quindi più conservativa (?) di quella marco-romagnola.
     

    Necsus

    Senior Member
    Italian (Italy)
    Qualcuno mi sa dire quali sono l'etimo e l'origine geografica dell"espressione "un cincinin' di" (o "un cincinino di"), come per esempio in "aggiungi un cincinin' di sale nella zuppa"?
    Il termine più esatto e usato sarebbe cicinino, che è il diminutivo di cicino, e l'origine sembra sicuramente settentrionale. Proverrebbe da una voce infantile, per onomatopea, secondo il Treccani:

    cicino s. m. [da una voce onomatopeica infantile di provenienza settentrionale]. – Porzione minima di qualcosa, spec. nella locuz. un c. (anche fig.). ◆ Dim. cicinin(o), anche fig.: un cicinin(o) di sale; ci vorrebbe un cicinino di buon senso.
     
    Top