vernacular

Garbo

Senior Member
English - USA
Ho trovato che "Il Vernacoliere" una rivista satirica. Ma, la parola vernacoliere potrebbe essere usare in altro modo?


In altre parole, could it be used as an alternate for vernacolo? Ho detto al mio amico italiano che commesso è il vernacolo per inserviente = salesperson/clerk.

Lui ha risposto che si puo' usare vernacoliere. Vero? :confused:
 
  • Garbo

    Senior Member
    English - USA
    Sorry! :eek:

    Can the world vernacoliere be used as an alternate for vernacolo?

    The context is an exchange in which my friend asked for the English word for inserviente. I answered that in the vernacular or everyday speech, we would say salesperson or clerk.

    He says that vernacoliere is the same as vernacolo. I didn't find that to be the case. Google turned up Il Vernacoliere, a magazine published in Tuscany. The WRF dictionary does not have an entry for vernacoliere.

    Grazie mille :)
     

    Paulfromitaly

    MODerator
    Italian
    He says that vernacoliere is the same as vernacolo.:cross: I didn't find that to be the case. Google turned up Il Vernacoliere, a magazine published in Tuscany. The WRF dictionary does not have an entry for vernacoliere.

    Grazie mille :)
    Your friend is wrong. Those two terms aren't synonyms and I'd never use vernacolo anyway as it sounds very stiff in Italian.
    I'd say "linguaggio colloquiale".
     
    Last edited:
    Hi Garbo, I may be wrong but I only use the mord vernacolo meaning a dialect i.e. the variant of the spoken (and sometimes written) language which is in use in a limited geographical aerea.

    As far as I know a vernacoliere could be a magazine, a booklet, which contains poems, songs or humoristic texts which are linked to a specific geographical area (not necessarily in vernacular form). So Paul is right and your friend seems to be wrong.

    By the way, I've always thought that the adjective vernacular in English only mean "in dialect form". Does it have different meanings?

    Thank you.
     

    dragonseven

    Senior Member
    italiano
    Ho trovato che "Il Vernacoliere" è una rivista satirica. Ma la parola vernacoliere potrebbe essere usata in altro modo?


    In altre parole, could it be used as an alternate for vernacolo? Ho detto al mio amico italiano che "commesso" è il "vernacolo" per/nel senso di inserviente = salesperson/clerk.

    Lui ha risposto che si puo' usare vernacoliere. Vero? :confused:
    Ciao Garbo,
    no. Io so che "vernacolo" esiste e deriva dal latino vernacùlus (sec. XVIII) e significa: relativo agli schiavi che sono nati in casa, da verna, schiavo.
    io conosco due significati; il primo è aggettivo e indica che è tipico del luogo in cui si è nati o si vive: parlata, poesia vernacolare; il secondo è sostantivo maschile e intende parlata locale, con riferimento specifico a quelle toscane: poesia in vernacolo. Quindi penso che il tuo amico si sia sbagliato poiché "vernacoliere" è solo il titolo di una rivista (nome proprio) con riferimento a quel termine sopra citato. Inoltre "vernacolo" non lo tradurrei con "commesso" perché potrebbe essere considerato offensivo dallo stesso; la differenza sta nel modo di parlare non nello stato sociale visto che oggi (almeno dalla parte del mondo che conosciamo meglio) non esistono schiavi che nascono in casa.
    Spero di esserti stato utile.

    P.S.: l'accento sulla parola vernacùlus non è grave ma a forma di v (non ricordo come si chiama)
     
    Last edited:
    Ciao dragonseven, non credo che Garbo intendesse dire che vernacolo si può utilizzare con il significato di commesso, mi sembra che dicesse che commesso è il vernacolo per inserviente...

    Grazie comunque per questa etimologia della parola vernacolo di cui non ero a conoscenza e che è molto interessante!
     

    Mary49

    Senior Member
    Italian
    Io so che "vernacolo" esiste e deriva dal latino vernacùlus (sec. XVIII) e significa: relativo agli schiavi che sono nati in casa, da verna, schiavo.
    P.S.: l'accento sulla parola vernacùlus non è grave ma a forma di v (non ricordo come si chiama)
    http://www.etimo.it/?term=vernacolo Si legge "vernàculus", e in realtà sulla "u" c'è il segno della cosiddetta "breve", che significa che l'accento tonico cade sulla vocale della sillaba precedente.
     

    dragonseven

    Senior Member
    italiano
    Ciao chipulukusu, cosa pensi che intenda dire secondo te con è il vernacolo per inserviente? Io prima ho appunto cambiato il "per" con "nel senso di" se no non lo intendo per come è scritto. Grazie Mary per il chiarimento sull'accento. P.S.: (non c'entra con l'argomento) quando scrivo qui ho problemi ad andare a capo e non so perché le ho provate tutte
     
    ciao dragonseven, scusami forse c'è un malinteso, ma io penso che quando Garbo dice che "commesso è il vernacolo per inserviente" intende dire che commesso è il termine comune che si usa al posto del termine più tecnico di inserviente. Come se io fossi a Napoli e dicessi guaglione è il dialetto per ragazzo.
    Io mi riferivo a quando hai detto "Inoltre "vernacolo" non lo tradurrei con "commesso"", non mi sembrava questa l'intenzione di Garbo...
    sinceramente non so se stai dicendo la stessa cosa e non riesco a capire, nel qual caso scusami...
     

    dragonseven

    Senior Member
    italiano
    Ciao chipulukusu, adesso mi è tutto chiaro c'è stato un fraintendimento dovuto all'esempio citato, poiché in questo caso vernacolo, per la sua natura etimologica , è confondibile sia con commesso che con inserviente perché, a modo loro, sono "servi" nel senso "al servizio di". Fosse stato un esempio diverso non sarei caduto nell'inganno. Chiedo scusa non mi era chiaro in effetti.
     
    Ciao chipulukusu, adesso mi è tutto chiaro c'è stato un fraintendimento dovuto all'esempio citato, poiché in questo caso vernacolo, per la sua natura etimologica , è confondibile sia con commesso che con inserviente perché, a modo loro, sono "servi" nel senso "al servizio di". Fosse stato un esempio diverso non sarei caduto nell'inganno. Chiedo scusa non mi era chiaro in effetti.
    Figurati... io non avevo neanche idea dell'etimologia della parola vernacolo, quindi avevo il vantaggio che stavo volando molto più basso:)!
     
    < Previous | Next >
    Top