We had it that

Voce

Senior Member
Salve!

Ancora dall'intervista a una storica statunitense sui paralellismi tra l'odierno estremismo cristiano e il Ku Klux Klan degli anni Venti del secolo scorso:

"In 1890, there’s a push against immigrants, particularly Catholic and Jewish immigrants. We definitely had it with the 1920s Klan, that the two groups it primarily was against were Catholics and Jews, with again a deep concern that somehow the character of the nation would be changed if it wasn’t so dominated by white Christians, Protestant Christians".

Anche in questo caso non sono per niente soddisfatto della mia resa:

"Nel 1890 ci furono pressioni contro gli immigrati, in particolare gli immigrati cattolici ed ebrei. Con il Klan degli anni Venti fu chiaro che la sua avversione era in primo luogo contro cattolici ed ebrei ed era dettata dalla profonda preoccupazione che il carattere della nazione sarebbe in qualche modo cambiato se non fosse stata così dominata da cristiani bianchi, cristiani protestanti".

Grazie in anticipo per ogni consiglio, chiarimento e suggerimento.
 
  • Starless74

    Senior Member
    Italiano
    La mia impressione è che in we had it l'oggetto ( it ) sia a push against immigrants.
    In tal caso "we had it" avrebbe un senso più letterale: "l'avemmo" (sottinteso: "noi americani" poiché anche l'autrice è statunitense).
    Però ammetto che non saprei giustificare, dal punto di vista sintattico, il that che segue; quindi passo la palla...
     

    theartichoke

    Senior Member
    English - Canada
    La mia impressione è che in we had it l'oggetto ( it ) sia a push against immigrants.
    In tal caso "we had it" avrebbe un senso più letterale: "l'avemmo" (sottinteso: "noi americani" poiché anche l'autrice è statunitense).
    Però ammetto che non saprei giustificare, dal punto di vista sintattico, il that che segue; quindi passo la palla...

    I think the "that" is an abbreviated way of saying "in that" or "seeing that" or "given that." The syntax of the passage is very conversational, as you'd expect with an interview, and it doesn't sound strange in spoken English.
     
    Top